Può far sentire tutti questi dolori il cervello?

Salve gentili Dottori,
sono un ragazzo di 23 anni. Sono stato in cura presso una psichiatra dalla fine del 2010 per alcuni problemi di carattere sociale/emotivo/comportamentale che mi ha diagnosticato una psicosi. Ha iniziato a prescrivermi Abilify 15mg 1xgg e dopo circa 4/5 mesi mi ha aggiunto lo Zoloft 50mg 1xgg. Dopo circa 1 anno abbiamo deciso di eliminare lo Zoloft e di continuare solo con Abilify abbassandolo a 10mg (devo dire però che durante il trattamento di Abilify non ho avuto sempre costanza nel prenderlo lo saltavo anche per qualche giorno, e a volte saltavo anche gli appuntamenti con la psichiatra oppure dicevo che era tutto ok. Soffro di sbalzi di umore, ovvero il mio stato emotivo oscilla tra felicità e tristezza/depressione. A carattere informativo più di un anno fa ho iniziato a sentire un senso di palla alla gola, un pò più su del pomo d'adamo, questo sintomo non c'è sempre, controllo dall'otorino e odontoiatra tramite specchietto dicono che non c'è nulla (l'odontoiatra vedeva solo macchie di nicotina) Mi è capitato qualche volta di soffrire di paralisi notturne a metà del sonno, come se qualcuno mi prendesse da dietro e mi stringeva i fianchi e non riuscivo a muovermi, volevo urlare ma ero completamente paralizzato,dopo un pò riuscivo a sbloccarmi. L'ultimo episodio risale a 2 settimane fa.Una volta mi è capitato anche di sentirmi sollevato dal letto. Comunque da giugno 2013 ho chiesto alla dottoressa di poter eliminare i farmaci per vedere come reagiva il mio corpo, cosi ho smesso di prendere i farmaci, ma lo stato emotivo era sempre lo stesso. il 19 ottobre mentre camminavo per strada fumando una sigaretta ad una boccata ho iniziato a sentire sapore metallico, gambe e braccio sinistro intorpidite e formicolanti, vertigini, affanno, senso di irrealtà, senso di svenimento(la mattina ero andato liquido in bagno) il mio errore non è quello di non essere andato in ospedale in quanto mio padre mi ha detto di aver avuto un attacco di panico (non mi era mai capitato prima) per 4 giorni mangiavo pochissimo, perchè non avevo fame e avevo sensazione di vomito. Un mio parente medico sapendo dei miei problemi precedenti mi ha prescritto alprazolam 0,50mg 2xgg e ad oggi sto un pò meglio. tranne la mattina che appena sveglio ho un senso di mancanza d'aria a livello dello stomaco. il mio medico curante mi ha prescritto un esame emocromo + sideremia + ferritina + ves (l'unico valore alterato è sideremia a 228) e ha detto che sto bene. Ma io da circa 1 mese ho paura di avere le peggiori malattie, Ho sentito anche un sensazione di bruciore strana alla parte posteriore e centrale destra della testa., che sembra essere sparita. qualche volta dolore al fianco destro. I medici continuano a dire che è tutto psicosomatico ma io non ci credo in quanto per me ho fatto poche analisi per sapere se davvero ho qualche patologia. vivo in clima odierno di terrore, ed ogni piccolo dolore/sensazioni/macchie penso sempre al peggio.
Cosa devo fare?
Grazie
[#1]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
Gent.le utente,
perdoni: provi a dare una sua interpretazione più esaustiva della frase "...penso sempre al peggio...".
Sarebbe poi molto utile conoscere la diagnosi per esteso formulata dallo psichiatra che la ha seguito per la "psicosi" e le ha prescritto il farmaco Abilify.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore per la risposta.
Le spiego, penso di avere malattie gravissime. di avere problemi cardiaci, tumori, problemi alle vene/arterie, problemi a vari organi, quando il medico di famiglia mi ha detto comunque di stare tranquillo che scoppio di salute. Ad esempio quando sono in silenzio o c'è pochissimo rumore o mi chiudo le orecchie con il dito sento una sorta di fischio lieve all'orecchio destro, ora non so se è suggestione oppure si tratti d'acufene.
é comunque vero che alcuni sintomi mi capitano spesso quando sono solo o quando non ho persone di cui so che se mi succedesse qualcosa all'improvviso sanno cosa fare.
Io mi sono rivolto ad una psichiatra in quanto ho paura di tutto, ovvero: di rimanere solo di notte, che qualcuno mi faccia del male (sempre di notte) , paura di morire, paura del dolore fisico, paura dei litigi tra persone a me care. Tutto ciò Dottore è davvero invalidante per me, in quanto mi crea problemi sia a lavoro che con le relazioni,in quanto non ho una ragazza e ho davvero pochissimi amici, sono sempre solo, diciamo l'unico punto fermo della mia vita è la mia famiglia, che so che ci saranno sempre per me.
Lei capisce che a 23 anni non si può vivere in questo modo.
Passo intere ore a guardarmi allo specchio per vedere se ho qualcosa di differente rispetto al giorno prima, cerco di ascoltare il mio corpo per capire se ho movimenti strani di organi, mi misuro sempre la pressione, sono sempre da medici.
Le ripeto ogni piccolo dolore vado nel panico mi sale l'ansia.
Purtroppo 2 anni fa in famiglia è venuta a mancare una persona cara che aveva solo 27 anni, andando in ospedale per una febbre non è uscita. Sento di persone giovani che muoiono di malattie. leggo continuamente su internet tutti i sintomi delle malattie gravi e a volte sembra di averli.Le persone a me vicine dicono che sto bene, che ho solo un problema di ansia, stress e che passerà tutto. Ma io non ci credo.
Cosa devo fare dottore?
ci sono analisi del sangue, urine, feci o diagnostica per immagini che mi escludano almeno per la maggior parte malattie gravi?
Non ho più la mia vita in mano.
[#3]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
Gent.le
l'essere umano è l'unico essere vivente consapevole della propria "finitezza" temporale, di questo credo sia necessario farsene una ragione e conseguentemente cercare di vivere quel che ci viene di giorno in giorno il meglio che possiamo. Lei vive, mi sembra di poter dire, in un stato di disagio intenso. Si faccia aiutare dal suo medico, dal suo psichiatra e se occorre dagli psicofarmaci. Al fine nella vita si fa quel che si può. Credo sia questa la via per cercare di riappropriarsi della propria vita.

Cordialmente.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore,
il mio psichiatra mi ha prescritto Seloquel 300mg rp.
Ma ho paura nel prenderlo, essendo un neurolettico dicono che porti vari effetti collaterali, alcuni anche gravi.
Vorrei avere maggiori informazioni su questo farmaco se è possibile.
Grazie
[#5]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
Gent.le
tutti farmaci hanno effetto collaterali o interazione indesiderate con altri farmaci. Se il suo psichiatra le ha prescritto un "neurolettico atipico" come il Seroquel deve aver rilevato un distubo psicogeno che non la fa star bene. Vero è che naturalmente esiste il libero arbitrio ma a questo punto la domanda sarebbe "cosa vado a fare dal medico". Circa le ulteriori informazioni può serenamente leggere il foglietto illustrativo o cercare "Seroquel" sul web. Troverà pagine di informazioni sul farmaco.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio