Utente
Egregio Dottore, sono una ragazza di 20 anni, alta all'incirca 1.60 per 50 kg di peso. Da un po' di tempo ho questo mal di testa che va e viene, premetto che sono abbastanza ansiosa, ma vorrei un suo parere. Negli ultimi giorni soffro di questo dolore al collo che peggiora con i movimenti, non so se sia collegato, ma il dolore va e viene all'inizio del naso tra gli occhi (più il sinistro), dietro di essi e da un lato della testa specifico, il sinistro per la precisione(alcuni sembrano sintomi della sinusite, ma potrei sbagliarmi). Non è un forte dolore, abbastanza lieve, solo con i movimenti o gli sforzi a volte diventa pulsante. In più c'è un punto sulla cranio a sinistra che mi fa male se lo premo, come se ci fosse un livido, ma così non è, lo ho notato da almeno un mese. Non mi crea problemi, in quanto se non lo tocco non lo sento nemmeno, ma essendo ansiosa controllo spesso se il dolore se ne è andato o meno. Ho cercato di essere il più precisa possibile,sono molto preoccupata e spero lei mi possa aiutare, la ringrazio in anticipo, distinti saluti.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

dalla descrizione che fa un'ipotesi possibile è la cefalea di tipo tensivo che a volte può manifestarsi anche in un emilato della testa.
Anche una possibile contrattura muscolare della regione cervicale non è da escludere.
Il punto dolente alla pressione del dito potrebbe essere inquadrato nei cosiddetti "pericranial tenderness", cioè punti di dolorabilità pericranica spesso associati a questa tipo di cefalea.
Le ricordo però che si tratta solo di ipotesi a distanza e che solo dopo una visita neurologica può avere una corretta diagnosi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta immediata, quindi posso tranquillizzarmi un po'? non rischio tumori o rotture di aneurismi?

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a distanza non si può escludere nulla, diciamo che le condizioni che teme sono poco probabili ma come Le dicevo precedentemente si tratta solo di ipotesi.
Faccia la visita neurologica qualora la sintomatologia dovesse persistere.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro