Utente
Buonasera, mi scuso se pongo un quesito già trattato da altre utenti, ma ho davvero bisogno di un parere personalizzato.
Sono una ragazza di 25 anni, soffro da sempre di cefalea e da circa 7 anni sporadicamente anche di cefalea con aura: i disturbi focali dell'aura durano un'oretta, lasciandomi spesso uno "strascico" di cefalea..a volte intensa, a volte solo come un giramento di testa lieve. Nel dettaglio l'aura e' connotata da pesanti disturbi alla vista con luci lampeggianti che attraversano obliquamente il campo visivo e impressione di vedere "come in uno specchio rotto", spessp anche "informicolimento" di un braccio, bocca, lingua, punta del naso e più raramente lieve compromissione del linguaggio dovuta a difficoltà di dire la parole che ho mente, confondendole con altre e sensazione che cio' che esce dalla mia bocca sia detto da un altro.
In passato ho usato la pillola contraccettiva ma non trovandomi molto bene ultimamente la.ginecologao ha prescritto l'anello Nuvaring.
L'ho iniziato ad usare da 5 mesi e, pur trovandomi benissimo sotto tutti gli altri aspetti, non posso non notare che gli episodi di cefalea con aura sono aumentati: da comparire circa una-due volte in sei mesi sono passati a 3-5 volte al mese.
L'unico momento in cui ricordo in passato si fossero intensificati così è stato quando ero in gravidanza e subito dopo il parto, cioè circa 4 anni fa..poi tutto era rientrato nella norma.
Quello di cui avrei bisogno è il parere di un neurologo sulla.possibile attribuzione a nuvaring, perché i due pareri avuti fin'ora sono stati questi:
- la ginecologa ha risposto che il bugiardino di nuvaring (che riporta la cefalea con aura tra le controindicazioni assolute) è erroneamente fatto uguale a quello della pillola ma non c'è assolutamente da preoccuparsi, le due cose non sono correlate.
- la dottoressa di base, che ha consigliato di provare a smettere per tre-sei mesi l'anello e vedere se va meglio e poi decidere se continuare o no. E ne frattempo mi ha prescritto anche una risonanza.
Io non so cosa fare.
Per varie problematiche io e il mio compagno avremmo disperato bisogno di continuare ad usare nuvaring, che ha risolto molte nostre ansie e problemi nell'intimità, ma se avessi la certezza che e' lui a causarmi queste cefalee con aura, non esiterei a interromperlo per sempre perché sono davvero debilitanti ed invalidanti.
Grazie mille in anticipo

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

l'anello Nuvaring è un metodo anticoncezionale ormonale, nel senso che rilascia nel sangue estrogeni e progestinici. Anche se a basso dosaggio è controindicato nelle donne affette da emicrania con aura. In tal senso non c'è nessuna differenza con la "pillola".
Questa controindicazione non è tanto per l'aumento degli attacchi quanto per l'aumentato rischio, in questa categoria di donne, di eventi cardiocerebrovascolari (cuore e cervello), rischio che aumenta ulteriormente in caso di fumatrici.
Consideri pure che nel Suo caso l'aura è importante non limitandosi soltanto a quella visiva ma manifestandosi spesso come aura sensitiva e, talora, afasica, cioè con disturbo del linguaggio, in questi casi le precauzioni da prendere devono essere certamente maggiori.
Ne parli con la ginecologa.

Cordiali saluti e buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
La ringrazio di cuore per la sua risposta, diciamo che era quello che temevo...ma avevo bisogno della conferma di uno specialista.
Ne parlerò al più presto con la mia ginecologa e credo proprio che smettero' definitivamente di assumere contraccettivi ormonali.
Sarà un sacrificio sotto altri aspetti ma non voglio correre alcun rishio cardiocerebrovascolare.
Grazie ancora e buona domenica a Lei

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.
Consideri che ci sono altri metodi contraccettivi che la ginecologa Le indicherà certamente, senza necessariamente ricorrere a quelli ormonali.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro