Cefalea persistente

buongiorno
scrivo oggi in quanto spero qualcuno mi possa aiutare.
Sono ormai 3 mesi che soffro di cefale frontale persistente (tutto il giorno e tutti i giorni) che passa solo con ibuprofene o altri antidolorifici.
IN questi mesi ho visto più di un medico ma per ora senza una diagnosi certa.
Inizialmente curata come sinusite, senza esito.
Tac massiccio frontale e cervicale nella norma.
Test allergie senza esito e visita neurologica.
La dottoressa crede possa trattarsi di una cefalea muscolo tensiva dovuta alla mandobola (sindrome di costen) e mi ha prescritto laroxyl 3 gocce a sera.
Sono passati circa 16 giorni e sento i muscoli delle spalle molto meno dolenti ma il mal di testa persiste.

Il dolore non è pulsante ma statico e si concentra sulla fronte
Desidererei ricevere altri pareri e sapere se la terapia che sto seguendo potrebbe essere efficace con più tempo o meno

Ho 25 anni e da 3 mesi non vivo più e sono molto depressa per via di questa patologia che non mi permette più di fare nulla

grazie
Luana
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Utente,

La possibilità che possa starci un'origine odontoiatrica o mandibolare è da prendere in considerazione, così come una cefalea di tipo tensivo, pertanto le visite consigliabili sono quella odontoiatrica-gnatologica e quella neurologica.
Il dosaggio del laroxyl mi sembra basso, forse qualche milligrammo in più potrebbe essere più efficace qualora con la dose attuale non dovesse avere miglioramenti significativi. Tale eventuale aumento deve essere indicato dal medico prescrittore.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottor Ferraloro

la ringrazio per il suo parere.
Farò sicuramente come consigliato, spero comunque che con il tempo il laroxyl inizi a fare effetto.
Dato che la cosa dura già da 3 mesi, mi sentirei molto più serena a fare una TAC encefalica giusto per fugare ogni dubbio su tumori, ecc.
Non sono una persona ipocondriaca, ma dopo 3 mesi ogni tanto il pensiero negativo mi sfiora, e in tal caso starei perdendo parecchio tempo.
Il mio medico di base dice che non può prescrivermela senza la diagnosi di un neurologo e quest'ultimo è in attesa del mio riscontro sul laroxyl.

Mi rendo conto che la cosa più logica sia aspettare, ma ormai sono passati 3 mesi e spesso mi viene un attacco di panico per la paura.Vorrei poter svolgere un esame di questo tipo, quanto meno mi tranquillizzarmi. Lei cosa mi consiglia? posso farla anche privatamente o è necessaria l'impegnativa?

la ringrazio tanto
spero di uscire presto da quest'incubo

saluti
Luana
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Luana,

vediamo prima cosa dice il neurologo.
Nel caso volesse fare un esame di neuroimaging, almeno per tranquillizzarsi, più che la TC è consigliata la RM in quanto è più approfondito come esame e non emette radiazioni, cioè è un esame innocuo.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
gentile dottore

grazie mille per le sue parole.

Purtroppo ho riscontrato poco tatto nei medici che ho dovuto consultare (per quanto riguarda anche l'aspetto emotivo di tutto ciò)

Il neurologo continua a sostenere l ipotesi della sindrome di costen.
Non metto in dubbio la sua diagnosi, ma gradirei avere qualcosa che mi tranquillizzi.
Quello che mi chiedo però è se posso prenotare questo tipo di visita privatamente (ovviamente la farei poi visionare ad un neurologo)

cordiali saluti
Luana
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Sì, la RM la può prenotare privatamente, in qualche caso viene chiesta la richiesta di un medico anche sul ricettario personale "bianco", non quello convenzionato, che può fare qualsiasi medico, non necessariamente il proprio curante, ma nella maggior parte dei casi non ci sono problemi.

Cordialità
[#6]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore

ho fissato l'appuntamento per la RM e se vorrà, le farò sapere l'esito.
Nel frattempo ho aumentato la dose di laroxyl su consiglio del neurologo anche se più passa il tempo più mi convinco che si tratti di un'infiammazione dei seni nasali o di mucose nella zona.
Il dolore parte proprio da lì e quando inspiro con il naso provo più dolore.
Ha tutti i sintomi della sinusite ma non c'è muco, ecco perchè i medici che ho visto fin ora non sanno cosa fare.
Ho fatto le prove allergiche ed è risultato tutto negativo ma a me pare essere proprio una rinite.
Provo grande sollievo con la bromelina e con un antistamico generico (reactine).

Non so più che pensare

grazie
Luana
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Con TC del massiccio facciale negativa è improbabile una sinusite, se ancora non l'ha fatta può effettuare anche un controllo gnatologico per valutare un eventuale problema dell'articolazione temporo-mandibolare.
Ok, può farmi sapere l'esito della RM.

Cordiali saluti
[#8]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottor Ferraloro
devo dirle che è stato molto gentile

la RM la effettuerò giovedi prossimo e non appena avrò i risultati, mi permetterò di chiederle una chiarificazione sull'esito.

Nel frattempo però i dolori sono praticamente spariti e sono davvero molto sollevata e ho potuto riprendere la mia vita di 25enne (è proprio vero che la salute è un grande dono)!

Ho aumentato da circa 2 settimane il laroxyl da 3 a 5 gocce (come mi consigliò il mio neurologo e anzi consigliò di arrivare a 8, ma io ho trovato il giusto beneficio con 5) e i dolori non ci sono più.

A questo punto credo davvero si tratti di cefalea tensiva, in quanto ho sospeso ormai da molto tempo qualsiasi altra cura.

La mattina per mia maggior tranquillità prendo mezza pastiglia di bromelina e la sera le 5 gocce.

Sono ormai circa 40 giorni che assumo il laroxyl e mi chiedo se secondo lei debba continuare comunque la cura anche se tutti i problemi sono svaniti.

Solitamente queste cure per cefalee tensive quanto durano?

la ringrazio

Luana
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Luana,

mi fa piacere che la cefalea sia regredita totalmente.
Considerata l'efficacia del laroxyl l'ipotesi della cefalea tensiva era fondata, comunque le caratteristiche descritte deponevano per questa forma.
Per quanto tempo va assunto il farmaco? E' variabile da un soggetto all'altro, lo deciderà il neurologo, i tempi medi sono da due a quattro mesi, 40 giorni mi sembrano ancora insufficienti.
La sospensione va fatta gradualmente.

Cordiali saluti
[#10]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, di recente ho fatto la RM e settimana prossima le scriverò l'esito.

Purtroppo nel frattempo, chissà come mai, il mal di testa è tornato...non ho cambiato assolutamente nulla.

L'unica cosa è che per 3 giorni ho dormito meno del solito (2 o 3 ore in meno) per via del lavoro e l'altro giorno ho avuto l arrivo delle mestruazioni.

MI chiedo se tutto ciò sia causato appunto dallo sbalzo ormonale delle mestruazioni perchè fino a martedi stavo davvero benissimo e proprio non capisco.

Altra cosa il dente del giudizio.
Da una panoramica dei denti ho scoperto di avere 2 denti del giudizio ancora inclusi che spingono contro gli altri e vanno tolti il prima possibile.

Che siano la causa?
Non faccio altro che pormi domande

grazie dottore
Luana
[#11]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Luana,

non si possono escludere le cause che Lei ipotizza per giustificare la ripresa della cefalea, cioè cause ormonali, la riduzione delle ore di sonno, odontoiatriche, atm compresa.
Ovviamente queste sono solo alcune possibili, non è detto che siano corrette.
Vediamo gli sviluppi.....intanto attendiamo l'esito della RM encefalica.

Cordialmente
[#12]
dopo
Utente
Utente
buongiorno dottore, ecco l'esito della tanto attesa risonanza magnetica:
"esame eseguito per cefalea cronica.
Complesso ventricolo in asse, simmetrica, non dilatato.
Non lesioni focali in sede sovra e sottotentoriale.
Regolare la rappresentazione del corpo calloso e del tronco dell'encefalo fino alla giunzione bulbo-spinale.
Nei limiti gli spazi liquorali cisternali e corticali."
Nella mia ignoranza in materia, mi sembra di comprendere che sia tutto perfetto e la cosa mi rallegra molto e mi aiuta sicuramente ad accantonare brutti pensieri.La ringrazio tanto dottore per la sua pazienza e il suo sostegno che, seppur online, è stato + significativo di quello del mio medico di base.
Ho provato a riprendere l'uso dell'avamys da ieri e un antistaminico da banco al giorno e mi sembra subito di star meglio, tanto è vero che oggi non ho alcun disturbo.

può essere?

grazie tante
Luana
[#13]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Luana,

come Lei ha già capito la RM è perfettamente nella norma, questo esito era alquanto prevedibile considerate le caratteristiche della cefalea che riferiva.
Inoltre la cessazione del dolore con l'assunzione del laroxyl indicava la benignità del problema.
Ha funzionato l'antistaminico o l'esito negativo della RM (spesso è un esame "terapeutico" più che diagnostico)? Comunque essendo un cortisonico può fare la sua parte.

Cordialità
[#14]
dopo
Utente
Utente
Caro dottore

sinceramente non saprei....sono sicura che questi mal di testa non siano di origine psicologica perchè attraversavo un periodo molto tranquillo e sereno.
Vedremo gli sviluppi!

l'aggiornerò!
con affetto
Luana
[#15]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Ok, può tenermi aggiornato quando vorrà.

Cordiali saluti
[#16]
dopo
Utente
Utente
Gentil dottore

come sta? volevo aggiornarla sulla mia situazione, se le fa piacere.
Ormai sono passati 6 mesi dall'inizio della terapia con laroxyl (4 gocce) e va tutto bene, sto benissimo e non ho mai mal di testa.
Il mio medico di base mi ha detto di provare a ridurre gradualmente,ma non appena scendo a 3 gocce, nel giro di 4 o 5 giorni tornano i dolori...
Mi chiedo, ma è possibile smettere?quello che per me conta ovviamente è stare bene ma sono un pò preoccupata per il futuro,in quanto vorrei una gravidanza in un paio di anni.
Mi chiedo come potrebbe essere possibile farlo assumendo un farmaco così importante...

grazie tante dottore, sono contenta che sia finita questa odissea :)

Luana
[#17]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Luana,

mi fa particolarmente piacere che stia bene, La ringrazio per avercelo comunicato.
Probabilmente ancora il farmaco si dimostra necessario per garantire l'effetto terapeutico, non è detto che debba esserlo anche in futuro anche se ci sono dei casi in cui la sua sospensione causa la sintomatologia dolorosa.
Ovviamente in gravidanza il laroxyl è sconsigliato, anche se non ci sono dati sufficienti in tal senso.
Parlando col collega che La segue, poi si deciderà come procedere.

Cordiali saluti

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test