Utente
buon giorno
volevo delucidazioni in quanto i dubbi mi attanagliano da parecchi giorni.
Circa 10 giorni fa mia madre è stata ricoverata in seguito ad un grave attacco di vertigini (Classificate poi come vertigini periferiche) . Cerco di descrivere al meglio i sintomi.

Ha iniziato ad avvertire giramenti di testa, aumentati a tal punto da doversi stendere fino a quando, all'improvviso, ha iniziato ad avere ripetuti e intensi conati di vomito. L'hanno portata in pronto soccorso dopodichè hanno disposto il ricovero per 5 giorni; per la prima giornata è stata perennemente ad occhi chiusi altrimenti diceva che vedeva la stanza girare. Riporto per correttezza il referto:
Diagnosi di dimissione:
Sindrome vestibolare acuta periferica deficitaria sinistra (possibile neuronite vestibolare).
Accertamenti bioumorali di routine:
GB 14.87; neutrofili 13,03x10^3/ul

Tac encefalo senza MC:
nei limiti le cisterne della base, gli spazi subaracnoidei e le cavità ventricolari.
Non si apprezzano significative alterazioni tomodensitometriche in sede sovra o sottotentoriale. Non iperdensità di tipo emorragico.

Esame audiometrico:
Ipoacusia percettiva limitata ai 4000Hz lieve a dx, di moderata intensità a sx.

Procedure terapeutiche:
sintomatici per via infusionale (clorfenamina, levosulpiride).


dal momento che l'hanno dimessa, le hanno prescritto 10 giorni di levosulpidire 15 gocce, 3 volte al giorno.

Visita di controllo otorinolaringoiatrica:
Romberg neg; non deviazioni arti superiori;
persiste, sebbene molto attenuato, nistagmo a fini scosse di primo grado verso destra, presente anche in posizione supina.

Hanno prescritto una RM fra 10 giorni con mezzo di contrasto.

Volevo capire, questi possono essere sintomi di sclerosi multipla? attualmente, dopo 20 giorni circa è che soprattutto al mattino, appena alzata, ha ancora dei giramenti di testa... poi la situazione va lievemente migliorando ma sostiene di essere molto spossata.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia così come descritta è più facilmente assimilabile ad una condizione otorino, secondo la diagnosi effettuata, le caratteristiche dei sintomi infatti sono tipiche. In assoluto non si può però, soprattutto a distanza, escludere una SM, la RM in tal senso sarà dirimente.
Quanti anni ha la Mamma?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
buon giorno dottore e grazie per la celere risposta, mia mamma ha 58 anni....

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

molto difficile che a 58 anni possa insorgere una SM, si tratterebbe di casi davvero rarissimi. Comunque vediamo l'esito della RM encefalica.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Dott Ferraloro buona sera
oggi abbiamo effettuato la RM tronco-encefalica e il risultato è il seguente:
indagine eseguita prima e dopo somministrazione EV di mdc paramagnetico mediante sequenze SE, TSE, FLAIR, DWI e DRIVE 3D, T1, T2, e DP pesate, su piani assiali, coronali e sagittali.

Non evidenti alterazioni in fase attiva a carico del parenchima cerebrale. Linea mediana in asse, Nella norma l'ampiezza delle cavità liquorali. Nella norma lo spessore ed intensità del segnale settimo e del'ottavo nervo cranico da ambo i lati. A tale livello, non anomale impregnazioni dopo la somministrazione del mezzo di contrasto.

Secondo lei è tutto ok?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la RM, stando a quanto recita il referto, è perfettamente nella norma.
Come era prevedibile non ci sono segni di lesioni demielinizzanti.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro