Rm encefalo con contrasto

Buonasera,oggi sono stato dal neurologo ed ho effettuato esame obbiettivo,risultato esame normale.L'anamnesi e la seguente.Il paziente riferisce insorgenza ,un mese fa circa,di vertigine soggettiva costante di lieve entitá.Concomitante disturbo depressivo con note ansiose(in attesa di valutazione psichiatrica)ricaduta dopi remissione parziale a seguito di trattamento con SSRI 6-7 anni fa.la diagnosi e vertigine di probabile origine centrale di recente insorgenza.Terapia consigliata,RM encefalo con contrasto,alprazolam 10 gtt due volte al giorno,eventualmente anche tre volte al giorno,in attesa di valutazione psichiatrica e controllo con esame.Vorrei sapere perche nonostante la visita neurologica normale mi e stata prescritta una RM con contrasto.Ho chiesto al neurologo e mi ha detto che la visita neurologica e perfetta ma che comunque le ho riferito che le ho e quindi mi ha prescritto la RM,ho paura di poter avere qualche grave malattia perche di solito questo esame viene prescritto quando si pensa che ci sia qualche grave malattia o sbaglio?Grazie
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

non necessariamente deve esserci il sospetto di grave malattia neurologica per prescrivere una RM con mezzo di contrasto anche se l'esame neurologico è negativo.
Probabilmente il collega in base alla discrepanza tra la sintomatologia riferita e l'esito negativo della visita vuole essere del tutto certo che non ci siano problemi di alcun tipo.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio della risposta,la risonanza magnetica quindi potrebbe rilevare ache disturbi non gravi o malattie non gravi?ho una domanda e da circa 20 anni che soffro di mal di testa sopratutto i 3 anni di scuole medie,non so se sia cefalea o emicrania,quasi sempre quando arriva mi colpisce la parte destra della nuca,si irradia alla tempia destra e sopra l'occhio destro,e un dolore che pulsa nella tempia se faccio sforzi,se mi chino in avanti,pulsa anche se cammino velocemente,sento dietro la nuca una rigidita alla parte destra ed e cone se mi tiri,mi capita che arrivi al mattino,o al pomeriggio o anche la sera,a periodi meno a periodi piu,o notato che capita spesso quando ad esempio da una giornata di sole il cielo si annuvola,oppure nei cambi di stagione,dopo una giornata al mare sotto il sole,ed ho notato che mi succede quasi sempre quando viaggio in treno anche 10 minuti e comincia a presentarsi poi segue la camminata e il dolore aumenta,di solito mi dura anche 5 o 6 ore,ma capita anche di piu,mi consiglia una visita?io ho il pensiero che visto la risonanza prescritta dal neurologo avendoli detto del mal di testa possa avere un tumore in testa,ed ci assicio anche le vertigini,lei cosa pensa?grazie tante
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

se la cefalea che riferisce fosse causata da tumore cerebrale in 20 anni si sarebbero manifestati certamente altri sintomi importanti.
Chiede se deve fare una visita, ma non l'ha fatta da poco tempo la visita neurologica?
Ha avuto una diagnosi relativa alla cefalea?
[#4]
dopo
Utente
Utente
No diagnosi relativa alla cefalea non me ne e ho avuto con la visita neurologica fatta ieri,mi e stata fatta una diagnosi che le ho scritto di vertigini di probabile origine centrale di recente insorgenza anche se dalla visita il neurologo mi ha detto che non ha riscontrato nulla scrivendo Esame obbiettivo:visita neurologica normale e mi e stata prescritta la rm all'encefalo con contrasto,non ho mai avuto una diagnosi precisa e il mio medico di base riferendoli i sintomi e la frequenza mi ha prescritto degli antidolorifici e non mi ha indirizzato verso nessuno specialista,antidolorifici che alcune volte non hanno fatto effetto se non dopo 4 ore circa e quindi con il dubbio che passasse grazie al medicinale e che non prendo ogni volta che ho il mal di testa.La Rm mi e stata prenotata tra 3 mesi cioe per il 16 luglio,avendola prenotata in una asl non trovando posti prima di tale data visto che non mi posso permettere il costo in privato,quindi ho la paura che in questo tempo di attesa i miei sintomi aumentino e peggiorino,90 giorni per una visita e tanto cosa ne pensa?nel dubbio di non sapere cosa causa le vertigini in 3 mesi potrebbe peggiorare quello che posso avere,inoltre il dubbio mi causa preocupazione e ansia
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

La capisco, tre mesi sono eccessivi, comunque la visita neurologica negativa sarebbe rassicurante.
Piuttosto trovo strano che non sia stata data nessuna importanza alla cefalea, pertanto nemmeno diagnosticata. Le ricordo che a volte le vertigini possono essere associate alla cefalea ed in tal senso si parla di vertigini emicraniche, ovviamente non posso sapere se questo sia il Suo caso, anche perchè non è possibile stabilire il tipo di mal di testa che riferisce.
Non abusi però con gli antidolorifici.

Cordialmente
[#6]
dopo
Utente
Utente
Avrebbe un consiglio su una visita riguardo la cefalea con un altro specialista oltre il neurologo?la ringrazio delle risposte
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
La cefalea è di competenza neurologica, pertanto lo specialista di riferimento è il neurologo, nei casi (e sono nettamente la minoranza) di cefalee secondarie di competenza di altre figure professionali sarà il collega stesso ad indicare lo specialista a cui rivolgersi.
Potrebbe effettuare una visita presso un neurologo esperto in cefalee o che si occupi prevalentemente di cefalee.

Cordialità
[#8]
dopo
Utente
Utente
Buon pomeriggio,la scrivo perche mi e venuto un dubbio,riguardo la visita neurologica che ho fatto 10 giorni fá che le ho scritto sopra dove il neurologo scrive sul referto visita neurologica normale ma che comunque mi ha prescritto una risonanza magnetica encefalo con contrasto,vorrei sapere se nella visita neurologica si sarebbe nel caso ci fosse stata anche agli inizi la malattia di parkinson,cosa ne pensa?ho le vertigini da 2 mesi leggere ma continue che aumentano un poco in base hai movimenti e le gambe molto stanche da una settimana con un pò di senso di disequilibrio quando sono in piedi,ieri sono stato dallo psichiatra che mi ha diagnosticato:episodi di ansia acuta con simil-panico,ansia nas e condotte di evitamento,temo di avere un inizio della malattia di parkinson
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

la malattia di Parkinson anche in fase iniziale dà dei segni alla visita neurologica, segni che non sono stati riscontrati. Inoltre non sarebbe stata prescritta una RM in quanto è un esame poco indicativo in questi casi.
Non mi pare nemmeno che i sintomi che riferisce facciano pensare questa malattia.

Cordiali saluti
[#10]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio della risposta,ho letto che con la rm encefalo si possono riscontare malattie gravi come sclerosi multipla,tumori,ma penso che ci sono anche malattie meno gravi riscontrabili con questo esame giusto?,altrimenti mi chiedo perche me lo avrebbe prescritto se nella visita neurologica scrive normale,lei mi disse che nonostante la visita con esito normale io le ho riferito comunque di avere le vertigini che in effetti ho,sono confuso e preocupato
[#11]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Le vertigini non sono un sintomo tipico di Parkinson.
Lo psichiatra quale terapia ha prescritto?
[#12]
dopo
Utente
Utente
Mi ha prescritto escitalopram 5 gtt al mattino per 5 giorni da poi aumentarle a 10 gtt,alprazolam 10 gtt al mattino e 10 gtt la sera da ridurre a 5 gtt al mattino e 5 gtt la sera dopo 25 giorni,l'esito della risonanza mi spaventa e mi chiedo se in fondo mi e stata prescritta perche la neurologa pensa che ci sia qualcosa di grave o cosa?e mi chiedo perche nonostante l'esito visita neurologica normale?
[#13]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Probabilmente la RM è stata prescritta per una maggiore sicurezza, alcuni colleghi la prescrivono ugualmente anche con visita neurologica normale.
Faccia la terapia prescritta, i benefici però non li vedrà prima di 3-4 settimane.
Probabilmente è l'ansia che Le crea queste preoccupazioni.

Cordialmente

[#14]
dopo
Utente
Utente
Si sono preoccupato per le gambe che sento stanche e deboli,e le vertigini si accompagnano ad un senso di sbandamento non intenso ma fastidioso quando cammino,mi dice che la mia neurologa vuole essere sicura visto che ha prescritto la rm ad esempio su cosa?so che mi rispondera che tutto sia apposto ma mi chiedo cosa potrebbe non esserlo,mi vonsiglierebbe una visita dall'otorino?grazie
[#15]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Per il momento non mi pare indispensabile effettuare una visita otorino, inizi la terapia prescritta.
Sicurezza su cosa? In generale.
[#16]
dopo
Utente
Utente
Ho paura di poter avere una sclerosi multipla dai sintomi sembrerebbe piu plausibile del parkinson,piu o meno mi saprebbe dire quale incidenza ha questa malattia in italia? quali fasce di etá colpisce piu frequentemente e con che percentuale?la ringrazio delle risposte
[#17]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

queste domande, le cui risposte sono facilmente reperibili in Rete, sono già un sintomo di un disturbo ansioso. Come vede, Lei nel giro di qualche giorno ha focalizzato l'attenzione su due malattie diverse e che non hanno correlazioni tra loro, nemmeno sintomatologia.
La ricerca di rassicurazioni è già un elemento distintivo di un problema psichico e Le aggiungo che eventuali rassicurazioni rappresentano il punto di partenza di un'accentuazione dello stato ansioso, per cui faccia la terapia prescritta ed abbia un po' di pazienza.

Cordialità
[#18]
dopo
Utente
Utente
Si ha ragione sono molto ansioso,sulla sclerosi multipla ho letto che puo dare sensazione di disequilibrio e sbandamento nei primi sintomi,io da una settimana dopo le vertigini ho senso di insicurezza nel camminare e un po di disequilibrio,ho fatto la visita neurologica 11 giorni fa per le vertigini ma ora sento un po do disequilibrio che si e aggiunto dopo la visita ed inoltre sento le gambe stanche,so di essere ansioso ma ho paura che questi sintomi siano causati da qualche malattia come la sm,inoltre mi capita giá prima di camminare di pensare al disequilibrio che sentiro e mentre cammino ci penso ancora e ho paura di sbandare e magari cadere,al mattino prima di alzarmi dal letto penso che appena comincerò a camminare magari starò in una condizione peggiore del giorno prima e che perda l'equilibrio e cada,magari questi piccoli sbandamenti che delle volte capitano potrebbero essere causati dalla suggestione dei miei pensieri o somatizazzioni dell'ansia?grazie
[#19]
dopo
Utente
Utente
Scusi ma non consideri le parole magari che ho scritto nel messaggio precedente,ho confuso scrivendo
[#20]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

certamente la suggestione e l'ansia possono causare la sintomatologia che riferisce.
Anche il pensiero del mattino sull'eventuale aggravamento del problema accentua il suo stato ansioso causando un circolo vizioso.
L'esito negativo della visita neurologica dovrebbe tranquillizzarla, infatti eventuali alterazioni dell'esame neurologico sarebbero sarebbero state evidenziate dal collega.
Anche se i sintomi, come riferisce, si sono manifestati successivamente alla visita, le alterazioni sarebbero già state evidenziate alcuni giorni prima in quanto i sintomi sono espressione di lesioni precedentemente insorte.
La Risonanza che effettuerà sarà chiarificatrice.

Cordiali saluti
[#21]
dopo
Utente
Utente
Cosa intende per alterazioni?
[#22]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Segni alterati all'esame neurologico, durante la visita.
[#23]
dopo
Utente
Utente
Riguardo la sclerosi multipla quali potrebbero essere?
[#24]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

il consulto può finire qui, queste domande non hanno senso (peraltro bisogna conoscere la neurologia per comprendere le alterazioni dell'esame neurologico).
Ogni mia risposta alimenta la Sua ansia, anche se per Lei apparentemente si riduce. La reiterazione delle domande è un chiaro segno di stato ansioso e, sinceramente, non voglio essere responsabile di un'accentuazione dell'ansia.
Non prenda male queste parole, sono nel Suo esclusivo interesse.

Concludendo, visita neurologica nella norma e consiglio di RM, faccia l'esame e se vuole potrà farmi sapere l'esito.
Visita psichiatrica con diagnosi <<episodi di ansia acuta con simil-panico,ansia nas e condotte di evitamento>>, è stata prescritta una terapia, segua queste indicazioni.

Cordialmente
[#25]
dopo
Utente
Utente
Ha ragione in effetti,la ringrazio delle risposte e nel caso le farò sapere l'esito della risonanza.
[#26]
dopo
Utente
Utente
Buon pomeriggio vorrei sapere visto che devo fare il 18 giugno una risonanza magnetica encefalo con contrasto,quali sono gli esami preparativi prima della visita e se dovrò essere a stomaco vuoto e posso bere acqua prima dell'esame?al telefono quando ho per la prenotazione della rm mi e stato detto che devo fare la creatinina,azotemia ed elettroforesi,siiccome oggi mi sono stati prescritti dei prelievi dove ho visto oltre a glicemia colesterolo ecc..ci sono anche azotemia(urea sierica) creatinina ed elettroforesi proteica con protidemia totale vorrei sapere se al momento della risonanza i risultati di questi esami mi varranno come risultati richisti appunto per la risonanza,e se ce un tempo di validita dei risultati di quanto tempo,grazie
[#27]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

per la RM manca un mese e mezzo, gli esami effettuati ora ritengo che non abbiano validità fino a metà giugno per cui è corretto ripeterli qualche giorno prima dell'esame.
Generalmente non viene richiesto digiuno. E' necessario togliere tutti gli oggetti metallici che si hanno addosso.

Cordialità
[#28]
dopo
Utente
Utente
Buon pomeriggio,vorrei sapere se gli esami preparativi per la risonanza magnetica encefalo con contrasto sono esattamente questi tre che ora scriverò:creatinina,azotemia(urea sierica)elettroforesi proteica con protidemia totale,sono esatti?ci sono anche altri esami preparativi oltre a questi?grazie
[#29]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

molti ambulatori richiedono solo la creatininemia, in ogni caso quelli che Lei menziona vanno benissimo.

Cordiali saluti
[#30]
dopo
Utente
Utente
Saluti,ho ritirato il referto della risonanza magnetica emcefalo con contrasto che dice:sono evidenti alcune puntiformi aree di alterato ipersegnale t2,localizzate in sede sottocorticale e periventricolare bilateralmente,prive di enhancement e di restrizione della diffusione,aspecifiche.
Non sono evidenti altre aree di alterato segnale dei tessuti encefalici
Non accumuli patologici dopo metodo di contrasto
Normali gli spazi liquorali cisterno-corticali e le cavitá ventricolari
In asse le strutture mediane
Cosa significa,ce sospetto di malattia neurodegenerativa?grazie
[#31]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

alla RM encefalica sono state riscontrate delle alterazioni minuscole di significato aspecifico e senza impregnazione patologica del mezzo di contrasto.
Non rappresentano un segno di malattia neurodegenerativa, potrebbero essere anche non patologiche ma considerata la Sua giovane età sarebbe opportuno cercare di risalire alla possibile causa, pertanto si rivolga da un neurologo per una valutazione diretta del caso.

Cordialmente
[#32]
dopo
Utente
Utente
Grazie si ho la visita dal neurologo tra 10 giorni e le farò vedere,quindi posso stare tranquillo per ora,le volevo ricordare che soffro di emicranie potrebbe essere collegato?grazie
[#33]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

attacchi emicranici violenti potrebbero lasciare come esito queste minuscole alterazioni aspecifiche.
[#34]
dopo
Utente
Utente
Sarebbero quindi da escludere patologie gravi all'encefalo in base all'esito della risonanza?grazie
[#35]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

con tutti i limiti del consulto on line, al momento non sembrerebbero esserci patologie importanti. Vediamo comunque cosa Le dirà il neurologo.

Cordialità
[#36]
dopo
Utente
Utente
Vorrei sapere se le vertigini che ho cominciato ad avvertire 3 mesi e mezzo fá potrebbero essere dei sintomi dati da queste alterazioni? anche se non risultano ora di impregnazione del mezzo di contrasto potrebbero darmi le vertigini?le alterazioni potrebbero risalire a meno di 3 mesi fa considerando l'esito della risonanza?le vertigini ho notato che aumentano quando sono in ansia o se mi capita di essere nervoso,se fossero date da queste alterazioni ci sarebbe un metodo per eliminarle?puntiformi aree di alterato ipersegnale signica piccole lesioni?ho letto che le malattie demienilizzanti colpiscono encefalo e/o midollo spinale quindi potrebbe eseere neccessario che faccia una risonanza magnetica al midollo per esludere di queste patologie?grazie
[#37]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

allo stato attuale le alterazioni riscontrate non dovrebbero causare alcun sintomo.
Potrebbero risalire a circa tre mesi fa? Questo è possibile ma non dimostrabile.
<<puntiformi aree di alterato ipersegnale signica piccole lesioni?>> sarebbe meglio definirle "piccole alterazioni" non avendo le caratteristiche di una lesione.
Se vuole escludere patologie demielinizzanti in atto, la RM encefalica e midollare è l'esame di prima scelta.

Cordiali saluti
[#38]
dopo
Utente
Utente
La risonanza midollare sarebbe al rachide cervicale e il tratto dorsale?in base al risultato della mia risonanza encefalo ci sono piu possibilitá di altri che non hanno alterazioni che possa avere delle lesioni al midollo legate a malattie demielizzanti?grazie
[#39]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Statisticamente ha le stesse probabilità della popolazione generale.

Cordialmente
[#40]
dopo
Utente
Utente
Saluti,a causa di vertigini soggettive mi sono rivolto ad un neurologo che dopo la visita neurologica che e risultata normale mi ha prescritto comunque una rm magnetica con contrasto all'encefalo,che dice:sono evidenti alcune puntiformi aree di alterato ipersegnale t2,localizzate in sede sottocorticale e periventricolare bilateralmente,prive di enhancement e di restrizione della diffusione,aspecifiche,non sono evidenti altre aree di alteraro segnale dei tessuti encefalici.Non accumuli patoligici dopo MDC.
Normali gli spazi liquorali cisterno-corticali.
E le cavitá ventricolari.
In asse le strutture mediane.
Ho mostrato la risonanza e l'esito al neurologo che avendoli detto che soffro di emicrania mi ha prescritto la terapia di un'integratore di nome Tan e Mag per 2 mesi,con la prossima visita dopo 4 mesi per controllo sugli episodi emicranici,non ha aggiunto nulla sulle alterazioni se non dicendomi che potrebbero essere causate dall'emicrania,esclusendo tumori e malattie neurodegenerative.Mi chiedo perché non mi abbia prescritto un'altra risonanza di controllo periodico,posso stare tranquillo?
[#41]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

concordo con quanto detto dal neurologo che ha il vantaggio di avere visionato direttamente le immagini della RM. Le alterazioni aspecifiche puntiformi senza impregnazione del mezzo di contrasto non sono da considerare preoccupanti soprattutto per pazienti che soffrono di emicrania in quanto attacchi di una certa entità potrebbero causare le alterazioni riscontrate.
Un controllo ad un anno potrebbe essere indicato, se consigliato dal neurologo.

Cordialità
[#42]
dopo
Utente
Utente
Secondo lei queste alterazioni alla rm potrebbero portare ad una sintomatologia vertiginosa?sono delle vertigini che avverto sopratutto quando sono in piedi come se partissero dai piedi,da 6 mesi sto assumendo un antidepressivo il cipralex(escitalopram)e dopo 3 mesi le vertigini sono molto diminiute sino ad quasi scomparire ,
poi da circa 10 giorni sono tornate dopo un attacco di panico notturno,la dose di cipralex e di 10 gocce al giorno.Ne ho parlato con la psichiatra che vedrò martedì e mi ha detto che potrebbe essere utile aumentare la dose,gli antidepressivi antipanico hanno tutti la stessa efficacia?potrebbe appunto essere utile aumentare la dose dopo così tanto tempo dall'inizio della terapia?la ringrazio per la disponibilitá.
[#43]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

escluderei che le due piccole alterazioni siano la causa delle vertigini, peraltro scomparse dopo terapia con cipralex, questo fa pensare ad una loro origine psichica.
Condivido il possibile aumento del dosaggio che Le ha anticipato la psichiatra, anche se dopo parecchio tempo dall'inizio della terapia.

Buona domenica
[#44]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la sua attenzione e disponibilitá,la psichiatra mi ha consigliato visto che ho preso per 4 mesi l'alprazolam in concomitanza al cipralex e sospeso 2 mesi fá di riassumerlo per il momento,al dosaggio di 10 gocce al mattino e 10 la sera,però io temo di diventare dipendente da questo ansiolitico e lei mi dice che se seguirò questi dosaggi per il tempo che mi consiglierá non ci saranno problemi,lei concorda?posso assumere l'alprazolam tranquillamente?grazie
[#45]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Ovviamente concordo con la psichiatra per quanto riguarda il dosaggio e soprattutto i tempi circa l'assunzione dello xanax.
Quattro mesi comunque, con riferimento alla passata esperienza, mi sembrano eccessivi, tempi inferiori dell'ordine di qualche mese sono certamente preferibili.

Cordiali saluti
[#46]
dopo
Utente
Utente
Stavo pensando,che il sintomo delle vertigini potrebbe essere causato da una carenza di ossigenazione al cervello o cervelletto per diffetto delle carotidi nel mio caso

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa