Alcuni sintomi poi scomparsi

Buonasera! Volevo chiedere come si comporta la sclerosi multipla.. Nel senso che ho avuto alcuni sintomi come la vertigine, disequilibrio e difficolta nel linguaggio( non mi veniva la parola, pur sapendo cosa volevo esprimere).. Ho fatto una visita dall otorino ke esclude problemi legati all orecchio e consiglia visita neurologica.. Ho 25 anni e tutti questi "sintomi" li ho avuti per circa tre settimane e poi nulla più.. Tutto come prima.. Le vertigini mi prendevamo all improvviso nel corso della giornata e sporadicamente.. Come un senso di sbandamento interno alla testa e bello stesso istante perdevo equilibrio andando a sbattere contro il muro.. Non mi prendevano tutti i giorni anzi passavo alcuni giorni ke stavo benissimo..
Ora sono in attesa della visita dal neurologo..
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Gentile Utente,

difficilmente la sintomatologia nella SM si presenta in maniera sporadica e con episodi di breve durata, di solito è più continuativa ma esistono le eccezioni alla regola.
Detto questo, faccia la visita neurologica e gli eventuali esami diagnostici che il collega potrebbe richiedere qualora lo dovesse ritenere opportuno.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la risposta..
Ma vorrei ancora chiedere cosa intende per "eccezioni alla regola".. Ci sono più casi di possibile sm?
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Gentile Utente,

a distanza, senza una visita diretta, non si può escludere nulla, l'ipotesi SM, da ciò che scrive, sembrerebbe poco probabile ma, come Le dicevo non si può escludere con certezza.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buonasera, ho fatto la visita neurologica e si tratta di vertigini soggettive.. Mi hanno prenotato un elettroencefalogramma che farò domani.. Da questo esame si può vedere qualcosa?.. Io da 10 giorni non ho più sofferto di nulla..
Saluti
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Per lo studio delle vertigini l'EEG non è un esame molto indicato ma evidentemente il neurologo vuole indagare anche diversamente.

Cordialità
[#6]
dopo
Utente
Utente
A quanto mi é parso di capire, il dottore in questione, ha prestato più attenzione alla difficoltà del linguaggio.. E infatti mi ha detto che mi fa fare l eeg x quel sintomo li, e x le vertigini soggettive come le ha definite ha detto le se mi ricapitassero, di fare di nuovo una ma visita..
A questo punto, le vertigini non sono un problema quindi? Possono essere sottovalutate giusto..
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Questo non è possibile stabilirlo a distanza ma se il neurologo si è espresso in tali termini potrebbe tranquillizzarsi, anche se la dicitura è molto generica.

Cordiali saluti
[#8]
dopo
Utente
Utente
Buonasera! Ho eseguito l'eeg e il referto é il seguente:
Attività di fondo con Alpha sincrono, simmetrico,reagente agli stimoli d'arresto.
Sui settori fronto temporali dei due emisferi con prevalenza a sinistra si registrano brevi sequenze di onde theta di medio voltaggio a morfologia aguzza, più evidenti al termine dell'iperpnea.
Conclusioni: Tracciato con modeste alterazioni elettriche sulle regioni fronto-temporali con prevalenza a sinistra.


Può spiegarmi in semplici parole?
Grazie
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Gentile Utente,

l'EEG ha rilevato delle alterazioni elettriche che adesso devono essere valutate dal neurologo che ha richiesto l'esame. Infatti un EEG si valuta in funzione della sintomatologia del paziente e dell'esito della visita neurologica, di per sé può non avere nessun significato se non correlato clinicamente.
A questo punto anche una RM potrebbe essere utile, se il collega lo riterrà opportuno però.

Cordialmente
[#10]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la sua risposta.. E se posso ne approfitto per chiederle a cosa si riferirebbero queste alterazioni..?
[#11]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Gentile Utente,

a distanza non è possibile stabilire la causa delle alterazioni riscontrate che il neurologo elettroencefalografista definisce "modeste". In ogni caso il tracciato dovrebbe essere visionato direttamente.
Le ricordo che, in generale, non sono rari questi reperti in soggetti assolutamente normali.
Bisogna che il neurologo valuti tutto nel suo insieme e non limitatamente ad un singolo esame.

Cordialità
[#12]
dopo
Utente
Utente
Scusi ancora se approfitto della sua disponibilità..
Questo quadro clinico può essere sospetto nei confronti di patologie o posso stare tranquilla che nel caso ci fosse qualcosa non sia cosi grave... Insomma, visto che lei é un neurologo le sto chiedendo se da un referto di questo esame si possa sospettare qualcosa..
Grazie
[#13]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Gentile Utente,

il tracciato si può considerare non patologico in un soggetto asintomatico come potrebbe anche considerarsi indicativo di qualche problema, dipende dalle condizioni cliniche del paziente, dai riscontri della visita neurologica e da eventuali reperti riscontrati in corso di approfondimento diagnostico, per es. in una RM encefalica.
In sintesi, un tracciato EEG non ha valore assoluto ma è da interpretare in base a vari parametri.

Cordiali saluti

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio