Utente 482XXX
Buonasera... Sono una ragazza di 23 anni... da dicembre soffro di parecchi disturbi strani ( debolezza al braccio sinistro, dopo un Po di tempo anche al destro). La cosa che ora mi preoccupa maggiormente è che mi sto accorgendo sempre più spesso di avere una sensazione di nodo alla gola, come se avessi qualcosa all' interno. Non deglutisco molto facilmente. Ho davvero paura di avere la SLA anche se ho fatto 2 visite dal neurolo (una con elettromiografia) e me l ha esclusa. La mia domanda è come fa a capire il dottore se i muscoli della gola stanno funzionando bene? Se stesse iniziando a colpire quella malattia? Avrei avuto altri sintomi nel giro di 2 mesi e mezzo? Sono davvero molto preoccupata... nel mentre sono in cura per cervicalgia,potrebbe essere quella? Non so più che fare.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

considerato l'esito negativo di due visite neurologiche è probabile che il disturbo che riferisce abbia un'origine ansiosa.
Lasci perdere la SLA che è già una malattia rara, la forma bulbare ancora più rara, alla Sua giovanissima età più rara ancora.
I due colleghi Le avranno certamente fatto una diagnosi, come si sono orientati?
Si tranquillizzi e non ci pensi più.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 482XXX

Gentile dottore, il neurologo mi ha detto chebpuo essere l ansia o la cervicale molto infiammata... però io non riesco a capire come il dottore possa escludere quella malattia soltanto visitandomi... so che lei dice di lasciarla perdere, ma proprio non riesco

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non penso che problematiche cervicali possano causare il disturbo di deglutizione, sembra più probabile il fattore ansioso.
Anche la paura della malattia è un sintomo ansioso perché un soggetto non ansioso, rassicurato da due neurologi, non pensa più la malattia che teme.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro