Utente 409XXX
Salve, circa 6 mesi fá ho improvvisamente avuto difficoltà a parlare nel senso che biascicavo un po' le parole e non riuscivo a pronunciare bene la R. Premetto che in quel periodo ho anche avuto qualche livido spontaneo senza prendere colpi su gambe e braccia. Questa difficoltà a parlare è insorta da un giorno all'altro e mentre il primo giorno era lieve man mano che passavano i giorni diventava sempre più intensa sino a scomparire dopo circa 2 o 3 settimane. Pochi mesi dopo ho avuto la perdita totale del gusto e olfatto sempre gradualmente come per la parola. Ora dopo un influenza ho perso il gusto per alcuni giorni e poi mi è ritornato. Comunque secondo voi quello che mi è successo 6 mesi fà potrebbe essere stato un ictus emorragico? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

teoricamente la possibilità che ci sia stato un problema vascolare esiste, non ha fatto all'epoca nessuna visita neurologica né esami strumentali, per es. TC o RM encefalica?
Esistono fattori di rischio come diabete, ipertensione arteriosa, colesterolo elevato?
Fuma?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 409XXX

Purtroppo quando mi è successo non mi hanno detto di fare nessun esame, comunque ho eseguito a distanza di 6 mesi una RM negativa. È comunque possibile il fatto dell'ictus emorragico che poi non ha lasciato segni?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la possibilità che ci sia stato un piccolo versamento emorragico è teoricamente possibile, con successivo completo riassorbimento. Come Lei ben capisce però siamo a livello di pura ipotesi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 409XXX

Ok comunque mi hanno detto che se fosse stato un problema emorragico a distanza di 6 mesi sarebbero rimaste tracce di emossiderina. È vero? Mi hanno detto che è più probabile che ci sia stato un problemino ischemico nella microcircolazione.

[#5] dopo  
Utente 409XXX

È giusto quello che mi hanno detto? Grazie

[#6] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un piccolo versamento avrebbe potuto non lasciare segni dopo sei mesi. Riguardo l'ischemia invece, sarebbe evoluta in gliosi, cioè si sarebbe cicatrizzata e avrebbe lasciato segni.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente 409XXX

Ok invece da poco dopo aver avuto l'influenza ho avuto di nuovo una perdita del gusto e lieve difficoltà a parlare con un po' di mal di testa. Possibile si sia trattato di uno screzio encefalitico? La RM è negativa

[#8] dopo  
Utente 409XXX

?

[#9] dopo  
Utente 409XXX

Scusi perfavore può rispondere? Grazie sono molto preoccupato

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
No, il raffreddore può causare la sintomatologia che riferisce. Se dovesse persistere consulti un neurologo.
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 409XXX

Ok grazie comunque è possibile avere uno screzio encefalitico batterico che si risolve senza cure?

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

no, batterico no senz'altro, molto improbabile anche virale.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente 409XXX

Ok e un ultima domanda: il fatto di aver perso gradualmente il senso del gusto e il linguaggio può voler dire che l'emorragia piano piano si è distribuita comprimendo altri spazi del cervello? Grazie

[#14] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

no, lasci perdere l'emorragia, tutto ciò che non è documentabile non è corretto ipotizzarlo o commentarlo, ci spingeremmo troppo con la fantasia e, sinceramente, non è professionale.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro