Utente 191XXX
Buongiorno,

Ho 34 anni, circa normopeso, e di recente riscontro una cosa che mi ha fatto alquanto allarmare. Premetto di avere da un paio d'anni un atteggiamento abbastanza ipocondriaco, nel senso che appunto tendo ad allarmarmi, ma in questo caso ancor di più preferisco vederci chiaro.

Da qualche mese percepivo battiti cardiaci accelerati, all'improvviso e senza alcuna variazione sotto sforzo. Ecocardiogramma ed elettrocardiogramma ok. Da circa un mese sono cominciate occasionali vertigini, nel senso che se qualcosa si muove attorno a me, ho un leggero capogiro. Non ne avevo mai sofferto prima... Ora le vertigini sono più sporadiche, ma da almeno una settimana avverto un senso di tremore generale, come se vibrassi tutto, con occasionali spasmi muscolari specie su braccia e gambe. Insomma a volte è una sensazione di pulsare, altre un vero e proprio tremore. E in effetti se cerco di tenere ferme le mani o afferro oggetti, c'è sempre un leggero tremolio.

Ho chiesto consulto anche perchè mi sono svegliato, stamattina, con questa sensazione di forte tremolio / vibrazione, e battito cardiaco molto accelerato. All'inizio non sembrava il cuore, sembrava solo che vibrassi o pulsassi tutto...una sorta di tremore interno. Poi la sensazione si è
concentrata nell'area del petto, e mi sono accorto che il battito era molto veloce, ed è rimasto tale per quasi 1 ora.

Premessa 2: ultimamente faccio una vita molto stressante con continui spostamenti, e una parte di me attribuisce questi sintomi a un semplice stato di stress, ansia e via di seguito. Eppure ieri notte sono andato a letto molto tranquillo..

Insomma la domanda è: devo fare qualche ulteriore controllo, in senso neurologico? Mi riferisco in particolare a vertigini e tremolii... mi suggerivano anche che potesse essere legato alla cervicale, visto che ho il collo sempre un po' rigido e dolente dietro.

Grazie,

L.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia, dalla Sua descrizione, sembrerebbe, come anche da Lei ipotizzato, di origine ansiosa e/o da stress. Questa però è solo un'impressione a distanza, se il problema dovesse persistere effettui per maggiore sicurezza una visita neurologica.
Se l'esito sarà negativo si potrà orientare sul versante psichico del problema.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 191XXX

Salve dottor Ferraloro,

Le scrivo per aggiornarla sulla situazione.

Premetto che, avendo ancora il tremore specie al braccio sin. e numerose fascicolazioni praticamente ovunque, il mio primo timore è andato e va alla SLA.

Per il momento ho fatto 3 visite mediche: un primario molto fidato, un fisiatra e un neurologo. Tutti e 3 insistono sul versante psicologico. Nessuno ha minimamente accennato all'ipotesi di fare un'EMG.

Riconoscendo le mie tendenze ipocondriache e un evidente accentuarsi dei sintomi quando sono in ansia o concentro troppo l'attenzione su di essi, riconosco anche la possibilità di lavorare su questo versante...

Eppure:

- Continuo ad avere questo tremore al braccio sin. (e talora anche destro), che si evidenzia soprattutto se reggo un oggetto (dopo pochi secondi il braccio inizia proprio a vibrare). In genere al risveglio ho già il tremore, ma è piuttosto basso, aumenta in giornata;
- Fascicolazioni frequenti, soprattutto braccia e gambe. Aumentano dopo attività fisica;
- Ora, ed ecco perchè sono spaventato, sensazione di palato e gola intorpiditi, ieri sembrava che avessi del muco, oggi è come se avessi dei peli, qualcosa che mi infastidisce. Il cibo lo ingoio bene, ma quando non mangio ho questa sensazione, e sono spaventato.

Crede sia opportuno procedere con un'EMG?

Grazie mille,

L.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se nessuno dei medici consultati ha ritenuto opportuno consigliare un'EMG ritengo che non sia necessaria. Le posso consigliare un secondo parere neurologico ma verosimilmente la priorità è affrontare il disturbo d'ansia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 191XXX

La ringrazio.

Per il momento mi interessava capire, per tranquillizzarmi, se questo fastidio al palato è associabile con eventuali sintomi sospetti, ed idem per le fascicolazioni che sono tornate molto frequenti (e la cui frequenza aumenta anche in relazione all'agitazione).

Grazie,

L.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i fastidi al palato non sono sintomi da SLA, così come le fascicolazioni in quanto non ne hanno le caratteristiche.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 191XXX

Grazie,

In effetti il problema al palato pare passeggero.

Mi preoccupano piuttosto le fascicolazioni. Oggi sono state insistenti, anche in uno stesso punto (parte superiore del ginocchio), con "pulsazioni" anche forti e poi tendenti ad accelerare, se non le interrompo. Fastidiose, dunque, specie durante la notte (infatti sono sveglio). Inoltre durano di più rispetto a periodi precedenti. Nessun deficit di forza associato, solo fastidio.

Esiste un modo non invasivo per intervenire su questi sintomi? Mi riferisco, ad esempio, ad alternative agli psicofarmaci...


Cordialmente,

L.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a volte le fascicolazioni sono causate da squilibri elettrolitici in particolare di magnesio e potassio, in tal caso una supplemetazione dell'elettrolita carente può dare notevole benefici.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 191XXX

Salve,

Le analisi del sangue per i suddetti valori erano a posto. Ora sono alle prese con un vero "concerto" di fascicolazioni, praticamente ininterrotto, anche in più punti contemporaneamente, ma soprattutto sulle ginocchia (si ripetono a distanza di pochi secondi). Non ne avevo mai sentito così tante assieme...

Cordialmente.

L

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un'altra ipotesi che possiamo fare a distanza è la sindrome delle fascicolazioni benigne la cui causa è sconosciuta.
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 191XXX

Si,

Avevo letto di questa sindrome. Ma non essendo un medico non so valutare quando numero o intensità di fascicolazioni sono "normali". Il fatto che siano continue e diffuse (ma più frequenti in un punto - da fermo in pratica sul ginocchio mi fascicola sempre) mi fa ancora preoccupare per la SLA, purtroppo è un chiodo fisso.

Credo di rivedere il neurologo al mio ritorno.

Cordialmente,

L.

[#11] dopo  
Utente 191XXX

Quindi crede non sia nulla di preoccupante?

La ringrazio comunque per il suo prezioso contributo,


L.

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

tre visite specialistiche di cui una neurologica, tutte con esito negativo, sono la migliore rassicurazione, senz'altro più attendibili del nostro parere a distanza.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente 191XXX

Un'ultima cosa:

- è normale avere da 3 giorni una fascicolazione sul ginocchio che in certe posizioni non si ferma praticamente mai, neppure se ci appoggio una mano sopra?
- In genere in malattie neurodegenerative, la fascicolazione arriva dopo un deficit di forza?

Grazie mille anche per la pazienza nel sopportare le mie domande.

L.

[#14] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Una fascicolazione che si manifesta particolarmente in determinate posizioni non fa pensare malattie importanti.

<<In genere in malattie neurodegenerative, la fascicolazione arriva dopo un deficit di forza?>> generalmente sì.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente 191XXX

Beh non in determinate posizioni. Intendevo dire che si manifesta a riposo, in piedi non la sento. del tipo che basta sedermi un attimo e si vede la fascicolazione in atttività. In più ho le gambe stanche, e "mi tirano" in diversi punti. E' normale che si stanchino nei punti dove insiste la fascicolazione?
Molto fastidioso cercando di dormire...

[#16] dopo  
Utente 191XXX

Salve dottore,

Ho fatto ulteriore visita neurologica da neurologo specializzato in SLA. Ha detto che tutto è nella norma, riscontrandomi solo ipereccitabilità muscolare.

Tuttavia continuo ad avere fastidi. Sento i muscoli delle gambe in perenne attività, mi tirano (sono crampi? contrazioni?), e durante la notte questa cosa è molto più evidente tanto da svegliarmi ripetute volte, è fastidiosissimo.

Le fascicolazioni alle gambe sono sempre frequenti, e questa sensazione di tirare la avverto contemporaneamente a entrambe le gambe. Non capisco se si tratta di contrazioni, è come se ad un certo punto fossero leggermente dolorose, ma la sensazione è quella di irrigidimento.


Deambulazione ok, ma ho trascorso un'intera giornata, qualche giorno fa, con le gambe davvero a pezzi, e un senso di stanchezza globale fortissimo che mi rendeva pesante anche una camminata normale.

Crede che un'EMG possa aiutarmi? Su 4 medici che mi hanno visto, nessuno me l'ha neppure lontanamente suggerita....

Vorrei anche capire cosa posso fare per ridurre questa sensazione di forte fastidio, insomma per riaddormentarmi tranquillo.


L.

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se nessuno Le ha mai consigliato un'EMG ritengo che ne possa fare a meno.
Faccia i dosaggi degli elettroliti nel sangue (sodio, potassio, calcio e magnesio).

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 191XXX

Grazie,

I dosaggi 2 mesi fa erano a posto, e avevo fascicolazioni.

Questi dolori non sono sintomi "maligni", dunque? Si tratta di crampi o cosa? è normale che un'area soggetta a fascicolazioni si stanchi così?


Cordialmente,


L.



[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
A distanza non posso sapere la vera natura del problema ma l'esito negativo delle visite effettuate è tranquillizzante.
Il neurologo non ha consigliato nessuna terapia?
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente 191XXX

Salve,
Durante la visita purtroppo il dott. non ha visto fascicolazioni, forse ero in tensione come lui stesso ha detto.

Mi ha consigliato di assumere qualche calmante naturale e/o omeopatico, cosa che sto facendo da alcuni giorni.

Sono preoccupato perché questa sensazione alle gambe è quasi persistente, a tratti sembrano fascicolazioni lente, a tratti quasi contrazioni o crampi... Lo stesso problema mi era capitato un mese fa ed è durato 3-4 giorni, ora dura da una settimana..

[#21] dopo  
Utente 191XXX

Salve dottore,
Volevo un suo parere rispetto a questa cosa, aggiornandola circa un mese dopo dall'ultimo consulto

Negli ultimi mesi ho una tipologia di fasciolazioni che molti definiscono "maligne":

- Insistenti sulle gambe
- Diffuse
- Piccole, si vedono solo di rado
- Non sono costanti: danno un colpo solo, si spostano velocemente di zona
- Continue, vanno avanti per ora e non si fermano se le tocco
- se metto la mano sulla gamba sento come un'onda, qualcosa che si muove
- sento una specie di formicolio sotto pelle
- le gambe spesso tirano, o avverto rigidità muscolare, ma in aree sempre diverse.

Ora secondo lei dovrei pensare ad un'EMG?
Il neurologo, premetto, non ha visto le fascicolazioni perchè da lui non ne avevo. Ma attualmente direi che non riscontro deficit di forza.
Sono molto preoccupato...

Grazie

[#22] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

<<molti definiscono maligne>> chi le definisce tali?
La stragrande maggioranza sono benigne, soprattutto con visita neurologica negativa.
Nessuno finora ha consigliato l'EMG ma se dovesse servire per tranquillizzarsi nulla vieta di effettuarla.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente 191XXX

Salve.

Avevo trovato dei testi medici online, ma mi sembra di capire che la faccenda sia comunque poco chiara. Poi me ne aveva parlato anche un medico (non neurologo).

Ma esistono fascicolazioni "maligne"?

Si, credo farò EMG.

Anche perché, stranamente, il fenomeno si è calmato durante le vacanze per circa una settimana, quando sottoponevo le gambe a sforzi pesantissimi in montagna.

Ora mi preoccupa questa attività perenne che sento sulle gambe, un formicolare e muoversi continuo. Non sono le solite fascicolazioni a battito regolare.

Grazie per la prontezza nella risposta.

[#24] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, faccia l'EMG e si tranquillizzi.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente 191XXX

L'EMG agli arti inferiori pare ok: "nei nervi e nei muscoli esaminati agli arti inferiori allo stato attuale i reperti elettrofisiologici ottenuti non mostrano segni di sofferenza a carico dei distretti esaminati".

C'è qualche dato che dovrei osservare nella scheda tecnica?

I sintomi, invece, sono molto più evidenti. La sensazione di gambe che tirano si è estesa anche occasionalmente ai muscoli delle braccia. Poi ci sono fascicolazioni, e di tanto in tanto un senso di pesantezza/debolezza alla gamba destra. I sintomi sono migranti: per qualche ora si concentrano in un punto, poi in un altro... vorrei capirci qualcosa, visto che sono anche fastidiosi. Nei giorni precedenti ho avuto anche dolore e piccole contrazioni (crampi?) che mi svegliavano durante la notte. Stanotte no. Insomma, continuo ad avere questi fastidi...

Tutti mi consigliano di tranquillizzarmi, ma chiaramente ho sempre il timore che possa peggiorare, da un momento all'altro...

[#26] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'esito negativo dell'EMG è già un elemento rassicurante anche se la sintomatologia persiste, mi pare quindi che avessero ragione i colleghi che non avevano mai consigliato questo esame.
Il neurologo che idea si era fatto?

Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente 191XXX

Buonasera dottor Ferraloro,
Ne approfitto anzitutto per farle gli auguri di Buon Inizio!

Ecco gli aggiornamenti sulla mia situazione:
- Ora ho pochissime fascicolazioni alle gambe, sporadiche. La maggior parte si concentrano invece sulle braccia. Da circa un mese sono letteralmente "bombardato" su spalle, schiena e braccia, ma anche sulla pancia. Se fascicolo molto poi mi ritrovo braccia e spalle doloranti. Le fascicolazioni sono anche più lunghe: durano anche 20-25 "colpi" nello stesso punto, se non muovo l'arto. Inoltre mi prendono sovente l'occhio sinistro, che dopo tanto fascicolare a volte mi dà fastidio (vedo una specie di chiazza bianca sul campo visivo, ma sfregandomi l'occhio sparisce).

Mi preoccupa questa migrazione, l'aumento di durata delle fascicolazioni e poi la presenza di qualcosa che non so ben definire...infatti a intervalli diversi mi "pulsano" alcune parti del corpo, soprattutto pancia e spalle o braccio sinistro. La pulsazione è come una fascicolazione leggera e ritmica, continua, poco visibile, dura anche ore senza fermarsi mai. Succede in varie zone del corpo generalmente più estese rispetto a una fascicolazione standard. A volte mi sembra che abbia a che fare con il battito cardiaco, ma non ne sono sicuro. Non riesco a capire se si tratta di qualcosa di muscolare o legato alla circolazione.

Per sicurezza ho fatto altra emg circa 10 giorni fa alle braccia, totalmente negativa.

Secondo lei come posso muovermi? E' il caso di fare altri esami?

Grazie

[#28] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se non li mai fatti potrebbero essere utili i dosaggi degli elettroliti nel sangue (sodio, potassio, calcio e magnesio).
Consideri che spesso non si riesce a trovare una causa che possa giustificare le fascicolazioni.

Buon anno anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#29] dopo  
Utente 191XXX

Salve dottore,
I dosaggi li ho fatti circa 8 mesi fa, era tutto ok.
Il neurologo dell'emg mi suggeriva il CPK.
Ma lei pensa che la mia sintomatologia sia preoccupante? Mi dicevano che di solito la sindrome delle fascicolazioni benigne si concentra sulle gambe...
Poi ho questa varia pulsazione che un po' mi preoccupa...

[#30] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Con visite neurologiche e due EMG negative, l'ultima pochi giorni fa, è difficile pensare malattie importanti. La diagnosi di sindrome delle fascicolazioni benigne è concreta.
Mi pare che sia stato tranquillizzato dai vari colleghi che l'hanno seguita.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#31] dopo  
Utente 191XXX

L'ultima visita, a parte il breve controllo del neurologo che mi ha fatto l'emg, risale a fine luglio.
Probabilmente mi farò ricontrollare, perché è cambiata la tipologia di fascicolazioni (tra l'altro succede che fascicolo anche contemporaneamente in due posti diversi, prima non accadeva).

Ma è "normale" che ci sia questa sorta di pulsazione continua che poi mi stanca anche il braccio? (non ho deficit di forza, solo una sensazione di malessere e fastidio). Vorrei capire di che fenomeno si tratta, veramente non ci capisco più nulla.

Tra l'altro mi sto rendendo conto che l'alcool è un calmante davvero potente per questo tipo di fenomenologia, l'unico che abbia trovato. Non sto assumendo nulla.