Utente
buonasera dottore,avrei piacere se potesse darmi dei chiarimenti sull' esito della risonanza effettuata da mia mamma. RM CRANIO S.M.C. Quesito diagnostico:decadimento cognitivo Non alterazioni parenchimali focali di significato patologico attuale in sede sovra o sottotentoriale. Focale alterazione di segnale della sostanza bianca in sede frontale destra, iperintensa nelle sequenze a TR lungo, di significato gliotico aspecifico. Normali i rilievi RM a carico del tronco encefalico. Nella norma per l' età l' ampiezza del sistema ventricolo-cisternale e dei solchi corticali alle convessità emisferiche. Bisogna preoccuparti per la focale alterazione di segnale della sostanza bianca? A suo avviso leggendo il referto della RM ha un decadimento cognitivo? grazie aspetto con ansia una risposta.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

per dare un giudizio attendibile sulla RM effettuata dalla Mamma, si dovrebbero visionare direttamente le immagini.
Comunque basandosi esclusivamente sul referto l'esame si potrebbe anche considerare normale in quanto spesso una focalità isolata gliotica aspecifica non ha significato clinico.

Per quanto riguarda il decadimento cognitivo, non ci sono segni di questo tipo ma ci sono casi in cui ad un decadimento evidente non corrisponde una RM encefalica corrispondente e casi con RM indicativa per problemi cognitivi in soggetti perfettamente normali.
Faccia visionare l'esame al collega che l'ha richiesto anche per una eventuale rivalutazione del caso.
La Mamma quanti anni ha?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore, grazie per la tempestiva risposta, la mamma ha 63 anni a maggio. Sicuramente l esame verrà visionato dal medico che l ha richiesto insieme al prossimo esame una tomoscintigrafia encefalo studio qualitativo. Vorrei essere piu chiaro, la mamma è sempre stata un po' distratta di suo, ma a luglio 2014 ha subito un incidente ( è stata investita sulle strisce pedonali) . Fortunatamente non è successo nulla di grave oltre a essersi rotta tutti i legamenti della gamba destra e testa perone e tibia..... ciò l ha obbligata a stare a casa dal lavoro per sei mesi , ma al ritorno al lavoro l hanno vista cambiata, incerta insicura ,dice che a volte a crisi d ansia di panico.In piu non ha preso bene il cambio di luogo di lavoro avvenuto nel frattempo che era in malattia....e quest anno a dicembre a me e stata diagnosticata la SM. penso che giustamente tutto questo l abbia snervata. risultato sono state richieste queste visite dall azienda per capire il perchè del cambio di personalità di mia mamma. In piu si è notato un mese fa un ipertensione che ora viene curata con medicinali. Secondo il medico del lavoro le sue dimenticanze e tutti i vari problemi potrebbero essere dovuti allo shock dell incidente o al poco afflusso di sangue al cervello e non si tratta di Alzheimer.Lo specialista dei deficit cognitivi che le ha fatto il test dice che è andata bene ma era un po confusa si è sbagliata sulle date di nascita dei figli per poi subito correggersi.Invece per il mio medico di base la mamma e molto depressa. La nostra paura piu grande è l Alzheimer ... Grazie e cordiali saluti

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

avevo già pensato ad un possibile ed ipotetico disturbo di tipo psichico, per es. ansioso e/o depressivo, ma è chiaro che una valutazione in tal senso la deve fare lo psichiatra dopo avere escluso cause neurologiche.
Ovviamente l'incidente, con tutto ciò che è seguito, ha potuto causare problematiche di tipo psichico che andrebbero pure analizzate.
Il referto della RM non fa pensare una demenza in generale, né tipo Alzheimer.
Pertanto consiglierei una visita neurologica portando al collega l'esito della RM e i test neuropsicologici effettuati, poi il neurologo, se escluderà cause organiche, potrebbe consigliare la visita psichiatrica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Buonasera Dr. Ferraloro, come le avevo anticipato nell' ultimo messaggio mamma avrebbe dovuto sostenere una tomoscintigrafia. Finalmente sono arrivati gli esiti dell esame. QUESITO DIAGNOSTICO: decadimento cognitivo lieve; discalculia e deficit delle abilità logico-deduttive. Alla RMN encefalo del 25/02/2016 : focale alterazione di segnale della sostanza bianca, in sede frontale destra, di significato gliotico aspecifico. Negativo il restante quadro. L' analisi delle immagini tomoscintigrafiche documenta asimmetrica captazione del tracciante metabolico per sinistra minore di destra in ambito corticale in sede parietale ed al passaggio parieto-temporale. Conservata la captazione dell' indicatore sulle restanti regioni corticali, sottocorticali e a livello dei nuclei della base e dei talami. So che per dare un giudizio sul referto dovrebbe visionare le immagini , ma le chiedo gentilmente se mi può dare dei chiarimenti. siamo un po' tutti agitati. grazie e buona serata

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dovrebbe specificare il tracciante utilizzato, grazie.
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
buonasera , l' esame PETé stato eseguito dopo somministrazione e.v di 222 MBq di F18-FDG a digiuno

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Lei ha giustamente premesso si devono valutare direttamente le immagini per dare un giudizio attendibile.
Diciamo che è stata rilevata un"alterazione di captazione che considerata la sede e la prevalenza sinistra potrebbe giustificare la sintomatologia descritta.
Ovviamente deve portare tutto al neurologo per avere una valutazione attendibile.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
grazie della tempestiva risposta dottore, ma nello specifico di cosa si potrebbe trattare? Lei pensa a qualche principio di demenza o Alzheimer o a depressione come si pensava? grazie e buona serata

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è possibile sbilanciarsi a distanza, non sarebbe nemmeno professionale, aspetti la valutazione del neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Grazie e buona serata