Depressione da caregiver

buongiorno,
ho 49 anni. Purtroppo da tre anni e mezzo mia mamma si è ammalata di Alzheimer; per quasi tutto il primo anno mi sono fatta carico da sola dell'assistenza dopodiché sono riuscita ad inserire una signora che la possa assistere; inizialmente mia mamma era molto aggressiva, ogni tanto lo è ancora, ma mai da alzare le mani su di me;
questa situazione mi ha molto cambiata, mi fa soffrire parecchio e mi capita tutt'ora di avere crisi isteriche e di pianto esagerate.

Da un anno e mezzo ho finalmente incontrato l'uomo della mia vita e sono profondamente convinta di quello che provo per lui.

Il mio cruccio è che ci è capitato ogni tanto di esagerare col vino, a casa, e io in quei momenti divento aggressiva nei suoi confronti e lo tratto male. Mi scatta qualcosa di strano.

Lui mi sta vicino e cerca di capirmi ma io mi sento in colpa nei suoi confronti. Sarà meglio ovviamente non bere più ma non mi spiego perché io sia diventata completamente diversa.

Spesso mi sento abbattuta, depressa o apatica e ho voglia solo di dormire.
Mi pesa fare qualsiasi cosa.

Secondo voi dovrei prendere dei farmaci?

Grazie in anticipo.
[#1]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 4k 197 21
Secondo me occorre cercare di capire quello che succede; è molto stressante diventare "genitori" del proprio genitore, si creano dinamiche difficili, e chi non è coinvolto direttamente stenta a capirle.
Una buona idea è quella di consultare uno psichiatra, che possa valutare insieme a lei se c'è bisogno di terapie farmacologiche o di un supporto di altro genere.

Franca Scapellato

Malattia di Alzheimer

L'Alzheimer è una malattia degenerativa che colpisce il cervello in modo progressivo e irreversibile. Scopri sintomi, cause, fattori di rischio e prevenzione.

Leggi tutto