Utente
Gentili medici,
a mio padre (di anni 84) è stato diagnosticato il parkinsonismo vascolare. Il neurologo che l’ha visitato, gli ha prescritto soltanto Madopar 250.
Ho letto su questo sito, un articolo del dottor Antonio Ferraloro. In questo articolo è scritto che
‘Quando si sospetta un parkinsonismo vascolare è assolutamente importante, per documentare l'eventuale presenza di lesioni cerebrovascolari, effettuare una TC o una RM encefalica .
In alcuni casi è opportuno effettuare un esame cosiddetto di "neuroimmagine funzionale", a tale scopo il più usato è la SPECT con DATSCAN che può aggiungere delle importanti informazioni per una diagnosi differenziale con la Malattia di Parkinson primaria. Tale esame, in alcuni casi, può essere utile anche per le implicazioni terapeutiche che potrebbe fornire.’.
La mia domanda è: questi esami indicati nell’articolo possono essere prescritti solo da un neurologo o anche dal medico di base?
Grazie per l’attenzione.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la prescrizione degli esami che menziona dipende dalle direttive regionali o della singola ASL, infatti mentre in alcune regioni la TC e la RM possono essere prescritte anche dal medico curante in altre solo dal neurologo. Mi riferisco alla TC e alla RM.
La SPECT con DATSCAN la può prescrivere solo il neurologo ma soltanto nei casi di dubbia diagnosi, non è un esame di routine.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio, dottor Ferraloro, per la sua gentile e gradita risposta.
Il fatto è che sono piuttosto preoccupato per mio padre anche perché la diagnosi del medico non mi convince molto. Infatti, lo specialista ha formulato la propria diagnosi esaminando una TAC di circa 8 anni fa (TAC che mio padre fece perché l’anno precedente ebbe un’emorragia cerebrale), una RM che fece 7 anni fa e dopo aver visitato il paziente. Il neurologo gli ha prescritto Madopar 250, sospendendogli un antiaggregante che mio padre ha assunto per molti anni (e che un altro specialista considerava fondamentale). Specifico che il cambiamento di medico è avvenuto per futili motivi.
In famiglia abbiamo cercato di convincerlo a consultare un altro neurologo (magari proprio quello che gli prescrisse l’antiaggregante) ma mio padre ha, purtroppo, il brutto vizio di rimandare le cose alle calende greche (soprattutto le visite mediche).

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un secondo parere neurologico è consigliabile, meglio se presso un centro per i disturbi del movimento e malattie extrapiramidali.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille, dottor Ferraloro, cercherò di convincere mio padre a rivolgersi a un centro per i disturbi del movimento e malattie extrapiramidali (o, almeno, ad un altro neurologo).
Un cordiale saluto e grazie ancora.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro