Fascicolazioni e altri disturbi

Salve sono una ragazza di 19 anni ed è da un po’ di tempo che mi è capita di avere numerose fascicolazioni in tutto il corpo (occhio,gambe,braccia,perfino la lingua un paio di volte) che durano pochi secondi e poi scompaiono. In aggiunta spesso sento come la sensazione di nervi che tirano sia alle gambe che alle braccia e dei mal di testa che iniziano come delle fitte e poi durano da 1 minuto neanche (giusto il tempo della fitta) o al massimo 30 minuti e poi scompare da solo senza l’uso di farmaci. Tempo fa (due anni) dopo aver subito un forte trauma a causa di questi sintomi avevo effettuato una visita neurologica dove era risultata vivacità agli arti inferiori e poi avevo fatto anche una risonanza magnetica con e senza liquido di contrasto dove era risultato tutto negativo. Avevo anche effettuato una visita alla tiroide poiché sentivo questa sensazione di nodo in gola(che ora non ho). Quindi di conseguenza il medico curante aveva attribuito tutto allo stress e all’ansia e mi aveva detto che io somatizzavo in questo modo. Successivamente dopo aver effettuato le varie visite ed esami ero stata meglio e sintomi erano quasi scomparsi del tutto fino a luglio di quest’anno dopo un brutto periodo di forte stress (maturità, una mia cara amica ha avuto un tumore e ho subito un operazione) sono ritornati con l’aggiunta di una sensazione di piccole punture un po’ in tutto il corpo , prurito nel corpo e in aggiunta a volte(pochissime volte a dire il vero) ho delle fitte che durano qualche secondo alla schiena come in una morsa, poi passa e mi resta un lieve mal di schiena nella parte alta. Non ho cali di forza significativi né risento di un eccessiva stanchezza,anzi. Il mio peso è rimasto invariato. Sinceramente ho paura di avere una malattia neurodegenerativa o un tumore. A questo punto mi chiedo se tutti questi disturbi che si sono aggiunti possono in effetti essere attribuiti all’ansia? secondo lei dottore dovrei effettuare altre visite di controllo oppure sono sufficienti quelle che ho effettuato in passato? Come sarebbe meglio procedere? La ringrazio in anticipo.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Utente,

la sintomatologia che riferisce e la sua modalità d'insorgenza sono indicative di un disturbo d'ansia somatizzato, tuttavia, considerato che a distanza non è possibile dare certezze, è consigliabile prima effettuare una visita neurologica che qualora negativa la indirizzerebbe sul versante ansioso del problema.
A quel punto andrebbe affrontato il caso con una visita psichiatrica.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie moltissimo dottore per la sua risposta.
Provvederò a effettuare una visita neurologica al più presto!
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Di nulla.

Buona serata

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test