Percitale,giusta strada?

Salve gentili dottori.
Sono un ragazzo di 25 anni e mi sto specializzando fuori sede in materie economiche. Da circa 4 anni ho avuto problemi di ansia e attacchi di panico, il primo manifestatosi il secondo anno di universitá. Da allora è iniziato l'iter di medici credendo di essere malato di qualcosa, ho tolto denti del giudizio(dx) per linfonodi reattivi poi confermati tali da una pregressa mononucleosi. Analisi sempre nella norma, analisi di tutti i colori, dai test di malattie veneree a tropicali passando per...beh non so più. Da quando ho tolto i denti del giudizio ho sofferto sempre di un leggero mal di collo con sensazioni di contratture solo nella parte destra sotto la nuca. Riconosco che ultimamente la mattina mi sveglio con le mascelle un po intorpidite e apparte questo nulla di rilevante. Prima di trasferirmi incominciai delle sedute di psicoterapia da una dott.ssa psichiatra-psicoterapeuta familiare nella mia città il quale mi prescrisse il percitale 5 gocce al giorno, mai prese perché sono testardo come la pietra e volevo farcela senza l'aiutino(anche per paura dei side effect a dir poco terrorizzanti da quanto letto). Arrivando al punto ho da circa 10 giorni delle VERTIGINI-SBANDAMENTI che mi accompagnano tutta la giornata ma queste non sono scatenate da situazioni di ansia ma bensì mi fanno venire ansia data la non normalità di questa cosa. ADESSO,vorrei chiedere: posssibile che questi sbandamenti-senso di instabilitá sia dato da ansia o stress, o lo stress e l ansia influiscono sulla muscolatura,contraendola e dando luogo a questi sintomi? Tra l'altro il Percitale è un medicinale adatto all'ansia o al mip stato di tensione?
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Utente,

le ipotesi che Lei avanza sono entrambe possibili.
Infatti sia l'ansia che problematiche cervicali, anche semplicemente di tipo muscolare, possono causare i sintomi riferiti.
Ovviamente non può essere questa la sede per fare una diagnosi differenziale.
Ne parli anche col Suo medico curante e con la psichiatra che La sta seguendo.
Il farmaco in questione è indicato anche per i disturbi ansiosi.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dott.Ferraloro, grazie per la rapida risposta ma vorrei ancora chiedervi:

Secondo voi che iter diagnostico dovrei seguire per questo problema?

Intanto la terapia con il percitale dovrei seguirla anche se non fossero i problemi di ansia?

Detto questo la ringrazio.
Buona giornata. A.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Utente,

l'ansia mi pare che sia indipendente dagli ultimi sintomi, soffrendo da circa quattro anni, per cui il farmaco è ugualmente indicato.
L'iter diagnostico? Visita neurologica e visita otorino.

Cordialmente

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test