Utente 445XXX
Salve, sono una ragazza di 24 anni. Premetto che ho sempre sofferto di mal di testa, che si risolvevano con un Moment o un Nimesulide. Da circa un po' più di un mese, però, soffro di mal di testa costanti che non accennano a sparire. Alcuni giorni sono più forti, altri meno ma son sempre presenti ogni giorno.
Mi sono pure recata al Pronto Soccorso, con le lacrime agli occhi dal dolore e le orecchie che scoppiavano. La diagnosi è stata la seguente: "EOC Toni ritmici pause libere, EOP nn EOA nn, EON non segni di lato NoN segni meningei. Cefalea muscolo tensiva. Si consiglia Nimesulide ( 2 bustine/giorno per 6 gg, protezione gastrica, Lexotan 10 gtt al bisogno)".
Il mio mal di testa, però, non è migliorato. Anzi, circa due settimane fa ho iniziato ad avvertire parestesie a gamba, braccio, schiena e volto (parte sx del corpo). Successivamente insieme a queste parestesie avvertivo e avverto tutt'ora come delle morse a bicipite, polso, gomito, polpaccio, caviglia, ascella. E il formicolio si è esteso anche sotto il piede.
Ho effettuato una RMN a cervello e tronco encefalico con seguente diagnosi "Nelle immagini pesate in diffusione non si osservano alterazioni del segnale da riferire a lesioni ischemiche di recente insorgenza. In sede frontale a dx nel centro semiovale si osserva puntiforme iperintensità di segnale aspecifica da riferire a piccola area di gliosi o in alternativa a piccola struttura vascolare volta d'infilata. Nella sequenza GRE-T2 pesata non si riconoscono petecchie emosideriniche.le strutture della linea mediana sono in asse; il sistema ventricolare apre regolare per forma, sede e dimensioni.
Risultano ben visibili gli spazi subaracnoidei della convessità e i solchi cerebellari. Si osserva ipertrofia dei turbinati medi ed inferiori con ispessimento mucoso nel seno mascellare dx. Le tonsille cerebellari risultano nei limiti. I reperti sopra descritti necessitano di una stretta correlazione con la clinica e l'anamnesi". Come devo interpretare tale referto? A cosa posso associare le mie parestesie? Ultimamente ho pensato al peggio. Ringrazio per la risposta è auguro buona settimana

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la RM encefalica è da considerarsi nella norma, la puntiforme iperiintensità è considerata aspecifica e di poco significato clinico.
L'ipertrofia dei turbinati e l'ispessimento mucoso del seno mascellare destro sono di competenza otorino, specialista a cui La invito a rivolgersi.
Il resto della sintomatologia merita una visita neurologica diretta per avere un parere attendibile. Eventuali altri esami diagnostici verranno richiesti in maniera mirata dal collega qualora i riscontri della visita lo richiedessero.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 445XXX

Buongiorno Dott. Ferrarolo,
La ringrazio per la Sua risposta. Ero stata dall'otorino per una visita più approfondita poiché il mio medico di base mi aveva diagnosticato un'otite bollosa. Avevo eseguito una terapia con Fluifort e Sobrefluid. Attualmente non sento più dolore alle orecchie, ma è possibile che l'otite non sia del tutto guarita?
Dunque Lei crede che farei meglio a prenotare una visita da un neurologo per una diagnosi più approfondita?
La ringrazio nuovamente

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente, anche per tipizzare la cefalea che riferisce.
Tra le cause, nel Suo caso, non escluderei un problema all'articolazione temporomandibolare ma questo deve indicarlo il neurologo in base all'anamnesi e alla visita.
Infatti, come Lei sa, lo specialista di riferimento per le cefalee è in primis sempre il neurologo.
Ovviamente sono da chiarire anche le parestesie.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 445XXX

Gentile Dottore,
La ringrazio nuovamente per il tempo che mi ha dedicato.
Appena possibile mi recherò da un neurologo per maggiori accertamenti. Non Le nascondo la paura di poter avere qualcosa di grave.
Una domanda: è possibile che queste parestesie possano essere associata anche a un ricorrente dolore alla schiena?
Se Le fa piacere La aggiornerò sull'esito della visita.
Cordiali Saluti

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente, tra le cause di parestesie ci sono anche problematiche della colonna vertebrale, capisce bene però che questa è un'informazione generale e non è possibile a distanza stabilire se sia il Suo caso.
Chiaramente può aggiornarmi sull'esito della visita neurologica.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 445XXX

Gentile Dottore,
Capisco perfettamente che non sia possibile effettuare una diagnosi a distanza, infatti, La ringrazio tantissimo per le informazioni da Lei fornitomi. Le farò avere notizie dopo la visita neurologica.
Le auguro una buona serata

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla, buona serata anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 445XXX

Buongiorno Dottore,
Come da Lei consigliato, mi sono recata sia dall'otorino che dal neurologo.
La visita dal neurologo è stata immediata poiché quella stessa mattina mi sono svegliata con "minuscole macchie risate" sulla superficie volare dell'avambraccio sx (successivamente si è scoperto essere lividi). Il referto è stato il seguente "EON: p.te vigile, oroentata, collaborante. No tiene del linguaggio. Deambulazione autonoma, corretta e Romberg negativo. Mingazzini mantenuto AASS E AAIII, non deficit ste Uci focali/di lato. ROT simmetrici, RPC in flessione bilaterale. Sfumata love riduzione della sensibilità lati radiale mano sx, incostante, per il resto sensibilità nei limiti (di dubbia interpretazione), non turbe sensitive obiettive AAII, coordinazione segmentale arti in ordine. Nervi cranici integri, non nistsgmo. Non limitazioni campimetriche visive. Non segni meningei. Lieve silenzia alla digitopressione in sede preauricolare sx, non scrosci dell'ATM bilat, meati acustici esterni bilaterali n.n. Sulla superficie volare dell'avambraccio sx alcune minuscole macchie lievemente rosate, non dolenti e non pruriginose, verosimili lesioni maculose che non scompaiono alla digitopressione. Obiettivamente, eo cardiopolmonare nei limiti. Addome trattabile indolente non dolorabile. Controllerei: esame urine, clerance creatinina 24 ore, proteinuria 24 ore, ANA, anti ENA, C3-C4VES, QPE, dosaggio immunoglobuline G,M,A". In più mi è stato consigliato Nicetile 500 mg per 15 gg.
Siccome nello stesso studio opera anche l'otorino, avendomi visitata insieme, entrambi hanno escluso un problema all'articolazione temporomandibolare. Aspetterò di eseguire gli esami di sangue e urine richiesti.
Nel ringraziarLa Le auguro Buona giornata

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nel complesso la visita neurologica sembrerebbe negativa, effettui gli esami prescritti.
Il neurologo ha avanzato qualche ipotesi?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro