Utente 452XXX
Buongiorno,
Sono una ragazza di 24 anni, conduco una vita sana, non bevo e non fumo, ma sono molto ansiosa.
All'età di 15 anni(2008) sono stata operata di adenoma ipofisario acth secernente con successo.
Dal 2010 soffro di emicrania con aura, con la quale ormai ho imparato a conviverci soprattutto sotto ciclo.
Vi scrivo perché è da un paio di giorni che ho un dolore, misto anche a un po' di bruciore in un punto preciso alla testa, non è propriamente al centro, ma leggermente più in basso(verso la nuca per intenderci),è spostato verso destra, non passa nemmeno con l'oki.
Soffro da sempre di tensione a carico di spalle e collo, soprattutto nella parte destra e mi sottopongo a trattamenti dall'osteopata per migliorare la situazione.
Può essere semplicemente cefalea muscolo tensiva o potrebbe essere anche una recidiva del mio adenoma(ultimi esami di controllo fatti nel mese di gennaio ed erano perfetti!)?
Naturalmente capisco che si tratta di un consulto online e quindi non può essere preciso.
Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

l'ipotesi della cefalea tensiva è probabile considerato il problema muscolare che riferisce, inoltre, come nel Suo caso, gli antidolorifici non sempre sono efficaci in tale forma di cefalea. Se dovesse persistere però ne parli col Suo neurologo di fiducia per avere un orientamento diagnostico corretto .

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 452XXX

La ringrazio per la celere risposta.
Quindi lei escluderebbe una recidiva corretto?
Si sì, se dovesse persistere mi rivolgerò sicuramente al mio neurologo di fiducia.
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a distanza non è possibile escludere nulla, già una visita neurologica è indicativa. A gennaio gli esami erano nella norma, il bruciore e la localizzazione del dolore non sono tipici di questa condizione, pertanto è meno probabile l'ipotesi di una recidiva (comunque possibile).
Si faccia visitare dal Suo neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro