Utente 462XXX
Buongiorno gentilissimi Medici.

Sono un ragazzo di quasi 23 anni e vorrei farvi presente la mia situazione. Negli ultimi 5 o 6 giorni circa soffro quasi continuamente di mal di testa, credo parta dalla nuca e si irradi poi nel resto della testa, con sensazione di stordimento, un po' di confusione e un po' di fastidio alla luce e ai rumori. Muovendo il collo sento un po' di dolore o rigidità alla base del collo (verso le primissime vertebre forse) quando tiro la testa all'indietro e ai lati alti del collo quando la giro un po' verso destra o sinistra, ma non ho dolori alle spalle. Al tatto non ho dolore, forse leggero solo in alcuni punti, ma forse neanche sempre. Credo che sia questa situazione a portarmi oltretutto un po' di stanchezza e talvolta un po' di fastidio agli occhi. Premetto che conduco una vita sostanzialmente sedentaria e spendo molto tempo al pc (anche se negli ultimi giorni molto meno). Essendo molto ipocondriaco temo sempre che ci possano essere patologie più gravi (tumori, scompensi ecc.). Ne ho già parlato col mio medico di base, il quale mi ha detto che per lui parrebbe trattarsi di una cefalea tensiva, ma di consultare un neurologo per un parere specialistico. 2 giorni fa ho prenotato la visita dal neurologo che ho venerdì prossimo. Ho chiesto al mio medico, inoltre, se sia il caso di una risonanza magnetica; lui me l'ha prescritta come esame per scartare malattie gravi, ma non l'ho ancora prenotata in quanto mi ha detto di sentire prima il parere del neurologo che spesso si basa più sulla sua visita più che su altro.

P.S.: Ho iniziato ad avvertire queste condizioni (anche se meno forti rispetto a ora) verso la fine di Maggio, in prossimità di esami universitari che dovevo sostenere. Allora presi un miorilassante prescrittomi dal medico di base e la cosa passò, sebbene si sia ripresentata altre volte, ma non di continuo. Ora sono appunto 5 o 6 giorni che tale situazione persiste e la cosa mi preoccupa alquanto.

Mi scuso per la prolissità, ma in queste situazioni mi agito molto.
Grazie per l'attenzione, attendo una vostra risposta.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

l'ipotesi avanzata dal medico curante, cioè della cefalea tensiva, è probabile considerato ciò che scrive.
Inoltre l'efficacia del miorilassante non si manifesta in altre forme di cefalea. L'attuale durata della sintomatologia non esclude questa ipotesi, anzi potrebbe confermarla.
Ovviamente mi baso sul Suo racconto, senza una visita diretta, per cui senta cosa Le dirà il collega la prossima settimana.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 462XXX

Egregio Dr. Ferraloro,

la ringrazio per la sua risposta tempestiva. In seguito alla visita di venerdì, le farò sapere la diagnosi e quindi il parere del neurologo.
Io sono molto agitato per le patologie gravi...
Spero si tratti solo di cefalea tensiva...
Nel fintanto il medico di base mi ha detto che potrei prendere l'efferalgan da 1000 mg che ho già acquistato (oppure moment o ibuprofene, non vorrei prendere l'oki perché temo di essere allergico, anche se non ne ho la certezza).

Distinti saluti.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, mi faccia sapere l'esito della visita neurologica ma stia tranquillo.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 462XXX

La ringrazio Dr. Ferraloro.

Buon fine settimana a lei.

Distinti saluti.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 462XXX

Egregio Dott. Ferraloro,

venerdì come le dissi sono andato dal neurologo per la visita. Mi ha chiesto informazioni generali su cosa mi sentissi, mi ha visitato controllandomi i riflessi di braccia e gambe, misurato la pressione e il l'ossigeno nel sangue. Mi ha trovato la pressione un po' altina, se non erro 140 e 80, ma probabilmente era dovuto al fatto che sono una persona molto emotiva e, anche se non lo do a vedere, mi agito per niente; infatti la sera dal mio medico curante la pressione era circa 115 e 68. Quando mio padre gli ha chiesto un parere, ha risposto che potrebbe essere cefalea muscolo-tensiva e mi ha prescritto una risonanza magnetica RMN encefalo senza mezzo di contrasto, poi ha scritto cefalea in asmatico. Farò questa risonanza questo sabato, 16 Settembre, sperando che i risultati confermino la cefalea e che non ci sia altro.
Per quanto mi riguarda avverto ancora i fastidi/dolori in varie parti della testa, magari un po' meno rispetto a quando scrissi il primo post qui, ma sono sempre presenti purtroppo...
Ho inoltre oggi la sensazione quasi di "testa vuota", non so come se alcune cose le ricordassi con un pochino di ritardo o qualcosa di simile...
Purtroppo sono preoccupato, spero che i risultati della RM dicano solo cefalea...

Distinti saluti

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il neurologo ha confermato la cefalea tensiva che avevo ipotizzato dalla prima risposta.
Faccia serenamente e senza preoccupazioni la RM prescritta.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 462XXX

Egregio Dr. Ferraloro,

non so se quella del neurologo sia stata una conferma o solo un'ipotesi, anche se pareva di più la seconda in quanto ha detto "potrebbe". Non mi ha tastato per niente la nuca o il collo o altro, non so perché.
Purtroppo fino a quando non avrò i risultati della RM, sperando siano ottimi, non riesco a essere tranquillo.
Dopo che li avrò avuti, comunque, vorrei riferirli a Lei, se non ci sono problemi.

Distinti saluti

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente, nessun problema a leggere l'esito della RM encefalica.
Stia sereno.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 462XXX

La ringrazio molto.

Appena avrò i risultati allora glieli invierò come mi indicherà Lei.

P.S.: Avverto questi giorni dolori alle tempie, un po' persistenti. Spero sia sempre la cefalea (sperando sempre si tratti di quella). Non vorrei che si trattasse di altro, come meningite o altro.

Buona giornata a Lei,
Distinti saluti

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lasci perdere la meningite, dopo una visita neurologica non deve avere queste paure.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 462XXX

Egregio Dr. Ferraloro,

d'accordo, la ringrazio. Allora attendo di eseguire la RM così poi da inviarLe i risultati.

Distinti saluti

[#13] dopo  
Utente 462XXX

Egregio Dr. Ferraloro,

come le dissi due giorni fa ho effettuato la RMN all'encefalo senza mezzo di contrasto e ne ho appena ricevuto i risultati. Come posso mandarLe le varie informazioni? Foto, scan ecc.?

Distinti saluti

[#14] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente

mi mandi il referto copiato su questo spazio, come fanno gli altri utenti. Altri mezzi sono vietati dalle linee guida di Medicitalia.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente 462XXX

Egregio Dr. Ferraloro,

ecco qui il referto copiato:

RMN Encefalo

Esame eseguito con la tecnica SE, TSE, FLAIR, FLAIR-SPIR, SSh-DWI, FFE, CE-TFE.
Strutture mediane in asse.
Sistema ventricolare e spazi periencefalici di regolare morfologia, dimensioni e caratteristiche di segnale.
Non sono presenti alterazione focali del segnale a carico del parenchima encefalico.
Sinusite mascellare bilaterale, ipertrofia dei turbinati a destra.

Distinti saluti

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a parte qualche piccolo problema di competenza otorino, al cervello non c'è assolutamente nulla, sinceramente mi aspettavo l'esito negativo della RM.
Adesso può tranquillizzarsi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 462XXX

Egregio Dott. Ferraloro,

La ringrazio. Poco fa sono stato dal mio medico curante per riferirgli il referto e mi ha detto di consultare un otorinolaringoiatra nel caso in cui la sinusite mi porti dei problemi. Ho disdetto la seconda visita neurologica che avrei avuto questo venerdì in quanto poco utile forse. L'unica cosa è che il mio medico curante ha detto che i dolori di testa che accusavo/accuso potrebbero dipendere comunque da una cefalea muscolo-tensiva che non dovrebbe avere a che vedere con la sinusite, in quanto si tratta di sinusite mascellare e non frontale.
Però nel caso di ricomparsa di mal di testa di quel tipo oltre a Efferalgan o Moment (che finora non ho mai preso) non saprei cosa utilizzare.

Distinti saluti

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente

in caso di cefalea tensiva episodica va bene l'antidolorifico se il mal di testa è poco sopportabile, in caso di cefalea frequente o quotidiana invece ci sono dei farmaci di base con finalità preventive che si possono utilizzare per qualche o alcuni mesi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 462XXX

Egregio Dott. Ferraloro,

quindi se sono sporadici i mal di testa potrei prendere l'Efferalgan o il Moment o addirittura lasciar decorrere senza prendere niente. Di che farmaci si tratta? (Quelli di base con finalità preventive di cui parlava).

Distinti saluti

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, nelle forme episodiche è sufficiente l'antidolorifico o, se il dolore è sopportabile, nulla.
Per quanto riguarda i farmaci di base, che non sono antidolorifici, questi appartengono a diverse categorie, per es. miorilassanti, ma si utilizzano frequentemente anche altre tipologie come alcuni triciclici a basso dosaggio, ecc.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 462XXX

Egregio Dr. Ferraloro,

La ringrazio. Seguirò il suo consiglio. Vorrei poterLa contattare in futuro se dovessi avere problemi a riguardo, se per Lei non è un disturbo.

Distinti saluti

[#22] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non disturba, stia tranquillo.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente 462XXX

Egregio Dr. Ferraloro,

La ringrazio come sempre.
Un'ottima serata a lei.

Distinti saluti