Utente 462XXX
Salve,
è all'incirca da una settimana (ora non ricordo con esattezza quando sia comparso, credo intorno al 25/26) che ho iniziato ad avvertire non un vero e proprio mal di testa, più che altro come un senso di bruciore, lievemente doloroso, che partendo dalla base della testa (in prossimità della quale soffro di psoriasi) tendeva a coinvolgerla tutta, per poi interessare solo alcune zone: in un determinato momento riguardava solo una tempia ed una differente zona della testa, in un secondo momento entrambe le tempie, altre volte la fronte e qualche zona superiore della testa; sono arrivato ad avvertire del dolore anche dietro la nuca, zona che con il mal di testa non dovrebbe c'entrare nulla.
Questo, invece, è il terzo giorno che il mal di testa ha iniziato a farsi sentire molto di più: parte sempre dalla base della testa (ma qui avverto dolore solo se la ruoto) e attacca le tempie, differentemente da prima ho dolore solo qui; in ogni caso, non è un mal di testa per il quale non sono costretto a ricorrere a medicinali o ad antinfiammatori, ma comunque da fastidio. Ora, al contrario di prima, si manifestano molto più frequentemente giramenti di testa.
Chiedo scusa se la mia preoccupazione può risultare banale, ma non avendo mai sofferto prima d'ora di mal di testa, vorrei capire cosa sta' succedendo, grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la cefalea che descrive sembrerebbe di tipo tensivo o di origine cervicale (cefalea cervigogenica), o meglio, queste sono le ipotesi statisticamente più frequenti in base alla Sua descrizione, per età è più frequente la prima.
Ne parli inizialmente col medico curante per avere una prima valutazione clinica diretta in quanto una cefalea che si manifesta per la prima volta deve essere tipizzata correttamente.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 462XXX

Innanzitutto Dottor Ferraloro la ringrazio per la risposta. Mi sono già recato dal medico curante, ancora prima che il dolore si "accentuasse", che ha prescritto delle analisi del sangue al fine di individuare eventuali (riporto le stesse parole che compaiono nel quesito diagnostico): "artralgie retronucali in pt con psoriasi dei gomiti e della regione nucale", ed una visita da un reumatologo fissata per il 22 settembre.
Ripeto, la mia preoccupazione nasceva prevalentemente dal fatto che non avendo mai sofferto di mal di testa potesse esserci qualcosa di serio alle spalle, anche se lo stesso medico, essendo quello dal quale si recano i miei parenti, non ha escluso che possa essere una somatizzazione dello stress, dal momento che sono particolarmente ansioso così come buona parte dei miei familiari, soggetti a questo tipo di patologie.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

segua le indicazioni del medico curante e se poi la cefalea dovesse persistere consulti un neurologo.
Mi pare però che possa stare tranquillo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 462XXX

In ogni caso, potrebbe avere rilevanza il fatto che abbia iniziato ad avvertire (sempre in maniera costante, per una settimana, proprio quella precedente a questa) come una costante sensazione di "groppo in gola", poi svanito non appena subentrato questo mal di testa?

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se ci dovesse essere una correlazione tra le due cose, l'unica che potrebbe accomunarle è l'ansia (tipico il "groppo in gola").
Viceversa sono due condizioni diverse.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro