Utente 513XXX
Salve, sono una ragazza di 26 anni e da un paio di settimane accuso un forte mal di testa che riesco a placare solo assumendo Volfast ( anche 3 compresse al giorno ) e utilizzando il cerotto Flector applicato alla base della nuca. Il dolore si dirama da esso fino ad arrivare alle tempie, diventando insopportabile, tanto da non riuscire a tenere gli occhi aperti. In aggiunta, al dolore si somma una fastidiosa sensazione di battito cardiaco in testa che sento rimbombare incessantemente fino a quando non si placa il dolore.
Ho effettuato una seduta da un fisioterapista che mi ha trattato la cervicale ma non ha sortito alcun effetto. Non ho mai avuto episodi simili prima d’ora.
Premetto che soffro di ipotiroidismo da quando ho otto anni e non ho altre patologie croniche. Il medico di base mi ha misurato la pressione ed era 170 - 80, avendola trovata alta mi ha prescritto Lasix 25 due volte al giorno ma avendo misurato la pressione nei giorni seguenti risultava sempre nella media di 120 - 75. I battiti cardiaci sono di 80/84. Non ho assunto più il Lasix, ovviamente. Inoltre mi ha prescritto anche 15 gocce di Lexotan ogni mattina per una quindicina di giorni, ma non mi ha detto cosa potrebbe essere questo mal di testa con pulsare che sento e che a distanza di due settimane non accenna a diminuire de non assumo antidolorifici.
Aggiungo, ma non so se possa essere utile o pertinente, che nei giorni di dolore più acuto mi si era gonfiato l’osso dietro l’orecchio, dove di norma è già sporgente, ma risultava molto più gonfio. Assumendo antinfiammatori è andato diminuendo.
Lunedì mattina andrò a fare le analisi del sangue ma sono molto preoccupata che potrebbe essere qualcosa di neurologico.
Secondo voi cosa potrebbe essere questo dolore?
Grazie mille in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

un dolore pulsante è solitamente di tipo emicranico, questo in generale, ovviamente non posso conoscere il Suo caso particolare.
Una mal di testa che si manifesta per la prima volta, come Lei ha scritto, va diagnosticato mediante visita neurologica presso un collega esperto in cefalee. Fatta la diagnosi è possibile iniziare una terapia di prevenzione, se indicata.
Non abusi con gli antidolorifici perché alla lunga potrebbero cronicizzare la cefalea stessa innescando quella condizione definita "da abuso di antidolorifici".

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 513XXX

Grazie mille per la tempestiva risposta.
Ho dimenticato di menzionare che la sera intorno alle 22 mi si alza la temperatura fino e non oltre 37,5. Anche questo è un comportamento anomalo, in quanto durante la giornata non si alza assolutamente.
Può essere sempre ricondotto al forte mal di testa?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Questo non lo possiamo sapere, necessita di ulteriori esami diagnostici.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro