Utente 394XXX
Buongiorno Il mio medico di base, a seguito di mio consulto per dolenzia massetere e zigomatico sx, ha voluto eseguire anche il riflesso corneale in ambulatorio da lui, utilizzando un bastoncino di cotone e, facendomi guardare in alto, mi toccava leggermente la cornea per vedere il riflesso. E' un test attendibile o e' troppo "casalingo"? Infine la dolenzia in quella zona e' pertinenza trigeminale o del nervo facciale? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
per amore di chiarezza, specifichiamo taluni punti inerenti il suo resoconto: innanzitutto la sensibilità della faccia è interamente devoluta al V nervo cranico, cioè il trigemino. Il nervo facciale è un nervo essenzialmente motore, responsabile della mimica facciale, ove si escluda una minima componente (intermediario di Wrisberg) che raccoglie la sensibilità gustativa dei 2/3 anteriori della lingua ed un po' di sensibilità del padiglione auricolare ed innerva le ghiandole lacrimali e salivari. Il riflesso corneale serve per valutare l'integrità della I branca del trigemino (oftalmica) e la validità dell'ammiccamento, che è dovuta al nervo facciale che innerva l'orbicolare delle palpebre. Pertanto, come vede, il significato clinico di questo riflesso è rivolto alla I branca del trigemino ed al faciale (VII nervo cranico) che poco hanno in comune con il disturbo lamentato da lei.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it