Utente 512XXX
Buongiorno, sarò breve.

sto "impazzendo" In presenza di un problema di messa a fuoco da vicino a 21 anni apparentemente irrisolvibile.
Ho già pubblicato un consulto nella sezione oculistica al riguardo tempo fa.

Sto facendo vari "test neurologici" perchè ho il terrore di avere una qualche brutta malattia!

Mi sono messo da solo a provare il riflesso cutaneo plantare (quello legato al segno di Babinski), ed ho notato che praticamente nessuno dei due piedi reagisce, nel senso che sento che viene strusciata la punta ma non mi viene nè da flettere verso l'interno nè da flettere verso l'esterno, anche se nel piede destro ho una leggere tendenza alla flessione verso l'interno.

Può secondo voi, l'assenza di reazione alla stimolazione, avere un significato di qualche problematica?

Grazie!

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Cosa sono "...vari test neurologici..."?
Perchè "...ho il terrore di avere una qualche brutta malattia!..."?

Quel che dovrebbe fare, per iniziare, è una Visita Neurologica durante la quale lo specialista raccoglie la obiettività clinica.

Non si fanno auto-diagnosi ed in particolare non ci si visita da soli.
Segua le linee guida che iniziano sempre con una buona visita medica.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente 512XXX

Prima di tutto la ringrazio per la risposta.
Sono già stato parecchie volte da medici !
Questa è la mia storia:

https://www.medicitalia.it/consulti/oculistica/656035-difficolta-messa-a-fuoco-da-vicino-a-20-anni.html

La risonanza che ho svolto, di cui parlo nel link, è stata una risonanza encefalo e tronco encefalico senza mdc.
Da essa non sono risultate alcun tipo di anomalie.

io, nonostante non mi sia stata rilevata alcuna anomalia, sono convinto che un problema così invalidante alla mia età agli occhi debba pure avere una causa.

Sono terrorizzato che la causa possa essere una brutta malattia, come ad esempio la sclerosi multipla o simili.

I miei sintomi principali sono:
-difficoltà messa a fuoco da vicino
-ultimamente ho notato anche un leggero fischio nelle orecchie
- ed ora provando il test del riflesso cutaneo plantare non noto la normale "flessione" dal piede in avanti. Non succede praticamente nulla.
-a volte (tipo un giorno si ed un giorno no, con una durata di qualche minuto, poi se ne va) una leggerissima cefalea in una zona "occipitale" destra" della testa.

Consideri che sono uno studente universitario che passa circa 8 ore al giorno seduto.

In più a ciò che è scritto nel post che le ho allegato ho svolto in quest'ultimo periodo:
- campo visivo ed OCT , risultati nella norma
- nuovo esame per vedere se ho il diabete (emoglobina glicata e curva da carico). Che sono risultate perfettamente nella norma
- un'ulteriore visita oculistica: nessuna anomalia agli occhi
- un'ulteriore visita neurologica, in cui non sono state notate anomalie (ma non mi è stato eseguito il test del riflesso cutaneo plantare) ed in cui mi sono stati consigliati (un pò per esclusione, dato che non li avevo già svolti) i potenziali evocati visivi. Che ho prenotato e li sto aspettando.

Le mie domande sono:

1
Magari mi dia un consiglio su come muovermi e se secondo lei la mia storia (come il problema si è presentato ed evoluto) possa far pensare a qualcosa.

2
la non risposta al riflesso cutaneo plantare può essere considerata "rilevante" ?

La ringrazio e mi scuso se mi sono dilungato molto ma ho cercato di essere il più chiaro possibile.
Le auguro una buona giornata.

[#3] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Allora:
-RM Encefalo negativa ossia normale,
-Visita Neurologica negativa ossia normale,
-Visita Neuroftalmologica: non risultano alcun tipo di anomalie, viene scritto nella risposta, con aggiunta della seguente frase: "dispercezione di natura non organica" (qui non so cosa voglia dire ossia se non di natura organica sarà di natura funzionale? Avrebbe dovuto chiedere ulteriori spiegazioni; spero lo possa fare ancora),
-una RM Midollo Spinale di cui lei continua a non allegare il referto (eventualmente faccia visionare le immagini RM ad un altro neuro-radiologo),
-un riflesso cutaneo plantare (RCP) "muto" all'auto- esplorazione ma non ci si visita da soli; ritengo che qualcuno dei colleghi neurologi che la ha visitata avrebbe evidenziato questa variante,
-rammento che il RCP può essere considerato positivo ossia patologico (segno di Babinski) quando vi è dorsiflessione dell'alluce e sventagliamento delle altre dita.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente 512XXX

La ringrazio nuovamente per la risposta, vorrei aggiungerle la seguente osservazione:
La risonanza magnetica midollo spinale io non l'ho mai eseguita, forse si è confuso con qualche domanda di un'altra persona.

Per quanto riguarda la visita neuroftalmologica, non saprei cosa intendesse con dispercezione di natura non organica.
lo ha scritto alla fine della visita dopo avermi fatto: visita oculistica, ortottica, campo visivo computerizzato ed OCT.
Il neurologo a cui l'ho fatta vedere, afferma, come ha fatto lei, che la dottoressa intendesse di natura funzionale.
Che comunque io non so bene cosa significhi.
Ho provato prima di natale a ricontattare la neuroftalmologa ma per ora non ho ricevuto risposta.

Mi disse la neuroftalmologa di indagare su eventuali correlazioni fra messa a fuoco e collo tramite un fisiatra. Ma il fisiatra (ed anche un neurochirurgo ed il mio medico di famiglia) mi hanno detto che non c'è alcuna relazione fra eventuali problemi al collo e problemi costanti di messa a fuoco.

Ora sono in attesa dei potenziali evocati visivi, ma nel frattempo sono "terrorizzato" dalla possibilità di avere qualche brutta malattia, che implica il problema di messa a fuoco degli occhi.

Si è fatto un'idea leggendo la storia del mio problema presente nel link ?

è secondo lei possibile, come mi dicono alcuni oculisti, che sia una sorta di presbiopia precoce (deficit accomodativo) e basta? Nel senso senza ulteriori complicazioni che io immagino.

Grazie.