Utente 115XXX
salve sono una donna di 37 anni.da dicembre 2016 soffro di crisi vertiginose 2-3 al mese.alcune crisi sono importanti e mi costringono al letto,altri giorni invece mi sento come se fossi su una barca e quindi con poca stabilità.da premettere che ho perso 30 kg in 2 anni.ho fatto tantissimi accertamenti.rm al rachide con esito :rettilineizzazione del rachide cervicale-modesta osteocondrosi intervertebrale-modesto bulging del disco c4-c5-minuta ernia del disco c6-c7-canale vertebrale di ampiezza regolare.
rm encefalo:tutto ok solo che ci sono rare e minute aereole in corrispondenza dell'area bianca sottocorticvolare e paraventricolare d'ambo i lati con significato gliotico aspecifico.
visita ortopedica ok solo tensione muscolare ed ho fatto ciclo di muscoril e antiinfiammatorio e tantissima terapia manuale e laser,tecar,pompage.
visita otorino 8mi sono recata da 2 medici) ma entrambi non hanno riscontrato nulla.hanno eseguito tutte le prove vestibolari possibili.
uno di quesri 2 otorini mi ha det che si tratta di emicrania vestibolare per la gliosi aspecifica perche essendo giovane non doveva esserci.
ora le chiedo dottore possibile sia emicrania vestibolare?io non ho sempre mal di testa quando ho le vertigini.io ho senso di sbandamento anche quando ho il capo abbassato tipo durante la lettura,al pc,questo cosa c'entra con l'emicrania vestibolare?le vertigini non dovrebbero esserci solo con il mal di testa e per un tempo limitato?inoltre le vertigini si verificano in modo particolare durante il periodo ovulatorio e il periodo pre-mestruale ma il senso di instabilità c'è quasi sempre.aspetto una sua risposta.la ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
L'emicrania vestibolare è argomento di dibattito sin da quando fu citato per la prima volta nel 1960 dal neurologo australiano Georg Selby. Successivamente, nel 1993, è stata fatta una sistematizzazione clinico-patogenetica da Pagnini e nel 2012 è stata efficacemente considerata dalla International Society of Headache sebbene non sia stata inclusa come autonoma entità nosografica nella più recente classificazione della cefalee (ICHD-3beta). Il disturbo vertiginoso se può essere posto in un qualche rapporto temporale con la cefalea configura l'emicrania vestibolare, che può esserne l'aura (45%), un sintomo concomitante (50%) o la manifestazione "equivalente" (5%). In quest'ultimo caso, la vertigine si sostituisce completamente alla cefalea rappresentando un sintomo emicranico alternativo, che è scatenato da meccanismi patogenetici analoghi a quelli dell'emicrania classica. La diagnosi è essenzialmente clinica e deve essere differenziata dalla sindrome di Chiari, dalla s. di Menière, dalla vertigine parossistica posizionale benigna (che, pare nel Suo caso essere stata esclusa dai test specifici). La terapia si basa in larga parte sulla frequenza del fenomeno, così da stabilire una terapia dell'attacco o una terapia profilattica, che si sovrappone in buona sostanza a quella dell'emicrania. Se l'incidenza è mestruale, si può anche ricorrere alla miniprofilassi (Veda al riguardo un mio blog su questo sito).
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 115XXX

La ringrazio per la risposta.ma questo senso di sbandamento,che è presente spesso,è collegata all’emicrania?la gliosi riscontrata alla rm encefalica è segno di questa emicrania?

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Il disturbo dell'equilibrio connesso all'emicrania può durare da pochi minuti fino a 72 ore. Poterle dire qualcosa sul reperto della Risonanza presuppone poter visionare l'esame, unitamente ad un valutazione diretta del Suo stato neurologico.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it