Utente 465XXX
ho accusato dolori fissi sopra alla soppracciglia per periodo di 2 giorni il tutto accompagnato da crisi di vomito. i dolori alla testa si spostavano anche in altri punti , ho preso plasil (pasticche 10mg) che mi ha placato il senso di nause e il vomito ma non il mal di testa , per arginare quello ho preso aspirina ma mi ha fatto poco o niente e successivamente col difmetre' supposte ho avuto un ottimo risultato difatti mi e' scomparso sia il mal di testa che il vomito. la stessa dinamica si era verificata 15 giorni prima e questi due episodi simili non mi erano mai capitati. Pensavo a un virus visto che avevo anche brividi ma poi mi sembra piu' una cefalea visto che si e' ripetuta nello stesso modo. Ora scrivo perche' a distanza di due giorni , mangiando in modo leggero, mi sto sentendo "risalire" il mal di testa da dietro la nuca (i medici hanno ipotizzato cervicalgia) in quanto ho avuto diversi episodi di dolori al collo e dalle radiografie e' emersa una rettilinizzazone del tratto cervicale con perdita della fisiologica lordosi, ma alla luce dell'attacco di mal di testa mi sto facendo un'idea diversa. Sono inoltre ripresi i disturbi allo stomaco sotto forma di areofagia, vanno avanti da 2 anni, e il gastroenterologo ha escluso problematiche organiche dandomi un procinetico il levopraid.premetto che assumo gabapentin da 100 (3 volte al di') e duloxetina 30 mg (2 volte al di') contro la mia ansia e mi e' stato diagnosticato un d.o.c. + d.a.p. gia' da molto tempo. Il gastroenterologo suppone che sia Ansia - il medico ortopedico cervicalgia - il medico di famiglia cervicalgia (ma alla luce dei nuovi mal di testa sta pensando di fare accertamenti ulteriori) il dentista dice che e' fonte di una mal-occlusione (da cui ho acquistato un bite ma con risultati approssimativi e deludenti) il fisioterapista - nessuna diagnosi se non somatizzazioni di ansia. Secondo voi?

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

una cefalea associata a nausea e vomito farebbe pensare una forma emicranica, anche considerando che si sono ripetuti due attacchi molto simili.
Lei ha consultato il medico di famiglia, il fisioterapista, il dentista, il gastroenterologo, l'ortopedico, tutti hanno dato un parere un diverso, manca però il neurologo che è lo specialista di riferimento per le cefalee, pertanto effettui una visita neurologica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro