Utente 477XXX
Buongiorno a tutti gli utenti e specialisti iscritti, sono nuova. Spero di postare nella sezione giusta cercando di essere breve. Accusando da mesi formicolii, parestesie, intensi dolori articolari e neuropatici (come dei bruciori, sensazioni di lame o spilli, sensi di oppressione) in diverse zone del corpo (arti superiori e inferiori, torace e zona cervicale-dorsale, viso e testa) accompagnati da disturbi intestinali, mi sono state consigliate delle risonanze magnetiche alla colonna vertebrale e all’encefalo. Eseguite entrambe, in particolare, dopo l’esito di quest’ultima, effettuata con mezzo di contrasto, riporto questo risultato:...”Sono presenti focolai puntiformi di gliosi e demielinizzazione con elevato segnale in T2w ed in Flair, nella sostanza bianca Sottocorticale ed in quella periventricolare, di significato aspecifico, cui si associa diffusa iperintensita’ della sostanza bianca periventricolare.” Premetto che prima della risonanza ho consultato due neurologi diversi (per delle neuropatie periferiche) che mi hanno diagnosticato rispettivamente la fibromialgia (smentita dal reumatologo dopo attenta visita ed esame dei trigger points) ed emicrania e prescritto farmaci specifici. Sia reumatologo, che ortopedico (consultati per patologie della colonna dopo esito risonanza) e medico curante mi hanno consigliato di rivolgermi ad un altro neurologo avanzando l’ipotesi di sclerosi multipla e prescrivendomi altri esami specifici, anche al cuore. Sono infatti in attesa di un ecodoppler transcranico nei prossimi giorni. Spero di ricevere una risposta, oramai i dolori sono insopportabili e rendono impossibile lo svolgimento delle attività quotidiane. Mi era stato prescritto Lyrica 75 per alleviare i dolori ma mi provocava delle vertigini molto forti e ho smesso di prenderlo dopo un paio di compresse. Ora assumo Neuraben, Normast e Neoxerogen (prima Tiobec) ma non noto alcun giovamento. Grazie per l’attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

teoricamente l'ipotesi Sclerosi Multipla ci potrebbe stare ma dal referto della RM non sembra molto probabile, anche se possibile. L'esito della visita neurologica?
Corretta comunque l'indicazione al doppler transcranico, ritengo per escludere un PFO, cioè forame ovale pervio, che può causare le alterazioni riscontrate.
In base all'esito di questo esame il collega deciderà come procedere.
Riguardo il lyrica, ha iniziato ad assumere direttamente 75 mg o a questo dosaggio è arrivata gradualmente?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 477XXX

Grazie per la celere risposta dott. Ferraloro. E’ proprio per il forame che mi hanno consigliato l’ecodoppler transcranico. Entrambe le visite neurologiche che ho fatto sembrano nella norma, a parte un po’ di nistagmo in un occhio. C’è però da dire che la sintomatologia si è acutizzata a partire dal mese di novembre, per poi arrivare ai dolori insopportabili di questi giorni, anche nel momento in cui le scrivo adesso. Lyrica mi è stato prescritto dall’inizio con quel dosaggio. Dovrei inoltre fare elettromiografie ad arti superiori e inferiori come consigliatomi, anche se ho dato la precedenza agli esami cardiologici ed alle analisi del sangue (nello specifico anticorpi antifosfolipidi, beta 2 microglobulina, anticorpi anticardiolipina, vitamina D, PCR, Herpes IgM e IgG e colesterolo totale). Dovrei ricevere i referti di queste ultime, venerdì.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

riguardo il lyrica il problema è stato rappresentato dall'assunzione iniziale di 75mg, di solito si raccomanda di iniziare con 25 e poi aumentare gradualmente a 50 e poi a 75, in tal modo eventuali effetti collaterali sono minori e non tali da arrivare alla sospensione del farmaco.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 477XXX

La ringrazio per l’informazione. Non avevo idea che esistessero dosaggi più bassi del farmaco. La terrò aggiornato sulla prossima visita neurologica ed eventuali esiti di esami. Cordiali saluti. Grazie ancora e a presto.