Utente 477XXX
Buonasera medicitalia! Avrei davvero bisogno di un vostro parere. Circa otto anni fa, ho fatto due risonanze magnetiche al cervello senza contrasto che hanno evidenziato -testuali parole- “ Piccola alterazione del segnale RM di circa 6 mm a carico del ginocchio della capsula interna di sinistra; tale alterazione è aspecifica” . Tale era l’esito della prima risonanza, mentre nella seconda l’esito era il seguente “ A sinistra in capsulo- talamica , prossimità de ginocchio posteriore della capsula interna si evidenzia piccola lesione iperintensa nelle sequenze a TR lungo, invariata rispetto all’esame aspecifico” . Ero ancora una bambina e non ho voluto procedere con il mezzo di contrasto e mia madre non ha dato problema alla cosa dato che il neuorologo le disse che probabilmente potevo essere nata con questa cosa. Nel 2016 finita in prontosoccorso per forte mal di testa, mi fecero una tac e ritrovarono questa cosa ancora di 6 mm ma quando mia madre gli disse ciò che il storico neuorologo pensava, non hanno dato peso alla cosa. Ultimamente penso molto spesso a questa cosa, più che altro non sapendo di cosa possa trattarsi. Voi sapreste aiutarmi dandomi qualche risposta? Devo preoccuparmi? Potrebbe divenire un tumore un giorno? Vi ringrazio per l’attenzione. Cordiali saluti!

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

l'alterazione è stata definita aspecifica, cioè senza caratteristiche tali da essere indicativa di qualche condizione.
Considerato che tale alterazioni risulta invariata dopo 8 anni non vedo motivo di preoccupazione. L'ipotesi che possa esserci fin dalla nascita è concreta.
Nessuna evoluzione in tumore.
Utile un controllo RM tra qualche anno.
Perchè ha fatto la prima RM, mi sembra di capire a 13 anni?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 477XXX

Avevo costantemente forti emicranie ogni giorno da diversi mesi, talmente forti da non tollerare luci o rumori e solo dopo un sonno dal primo pomeriggio con assunzione di paracetamolo il giorno dopo riuscivo a sentirmi meglio. Negli anni la cosa è svanita.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le avranno sicuramente detto che l'alterazione riscontrata non era responsabile dell'emicrania riferita.
Per il resto penso che possa stare tranquilla, avendo anche avuto un parere diretto da un neurologo che ha visionato le immagini delle RM effettuate.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 477XXX

La ringrazio dell’attenzione e delle sue risposte più che soddisfacenti e rassicuranti. Solo continuo a chiedermi per pura curiosità di cosa potrebbe essere, vorrei darle un nome! Niente di più

Cordiali saluti e grazie ancora

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è molto improbabile che si possa risalire all'origine della piccola alterazione peraltro definita "aspecifica" ed è proprio questa aspecificità unitamente all'impossibilità di risalire all'epoca d'insorgenza che lascia la Sua domanda senza una risposta precisa.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro