Utente 484XXX
Buongiorno sono la mamma di una ragazza di 14 anni, le hanno diagnosticato inseguito a visita ed esami strumentali una emicrania con aura familiare. Il primo neurologo ha dato come terapia preventiva topamax + 2 integratori Clevia e Qzu e nella fase acuta imigran spray. La pediatra perplessa mi ha consigliato un secondo parere. Il secondo neurologo mi ha sconsigliato assolutamente l'uso dell'limigran perché pericoloso secondo lui e mi ha dato come terapia preventiva la flunazarina. Io sono in confusione totale non so cosa fare anche perché entrambi i farmaci dati come terapia preventiva hanno effetti collaterali comuni pesanti.Gradirei avere altri pareri grazie.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

a distanza non si possono consigliare farmaci, è vietato.
Le dico però che a 14 anni sarebbe opportuno evitare l'utilizzo dell'imigran, sarebbe meglio provare prima farmaci di solito più tollerati e gravati di minori effetti collaterali, questo per quanto riguarda la fase acuta, sempre che siano efficaci.
L'aura è solo visiva? In questo periodo quanti attacchi emicranici si manifestano, per es. in un mese?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 484XXX

Buongiorno e grazie Dr. Ferraloro. La ragazza ha avuto in un anno circa 4-5 episodi i primi due più distanti tra loro gli altri più ravvicinati in ogni caso mai più di 1in un mese. In due casi quelli più pesanti il primo e terzo episodio oltre all'aura visiva ha riferito anche indebolimento del braccio e perdita di sensibilità sul polpastrello del pollice. Dopo lo scatenarsi del fortissimo mal di testa ha nausea. Per ora in fase acuta sto usando tachipirina 500 che diminuisce il dolore, mi hanno consigliato di provare con la 1000 ma mi sembra eccessiva visto l'età e il peso 45 kg per 162 cm. Grazie per la disponibilità.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

il farmaco a cui mi riferivo era proprio il paracetamolo (tachipirina), se efficace è il farmaco di prima scelta per i ragazzi.
" ha riferito anche indebolimento del braccio e perdita di sensibilità sul polpastrello del pollice" viene definita aura sensitiva.
In effetti la frequenza degli attacchi non è elevata, consideri pure che l'emicrania con aura ha un decorso molto irregolare, potendo anche non manifestarsi per anni.
Come Lei saprà, sono controindicati il fumo di sigaretta e gli anticoncezionali orali, particolarmente gli estroprogestinici.
Faccia seguire la Ragazza da un neurologo esperto in cefalee e stia tranquilla.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 484XXX

Per quanto riguarda la terapia preventiva, visto che mi hanno indicato due farmaci diversi, secondo lei quale è il più giusto. Gli effetti collaterali sono davvero così pesanti come ho letto?È indispensabile farla? Grazie mille per la disponibilità e la serietà.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la terapia di prevenzione è indicata solo negli eventuali periodi di maggiore frequenza degli attacchi, altrimenti non è razionale praticarla.
Riguardo i farmaci da utilizzare, come Le dicevo nella prima risposta, è vietato consigliarli a distanza in un soggetto che non si conosce, ed è giusto così, non sarebbe professionalmente corretto.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro