Utente 466XXX
Salve mi sono da poco sottoposto a una risonanza magnetica, dopo una visita neurologica perfetta al 100% dove solo per scrupolo si è fatta risonanza per valutare un problema pupillare che ho dalla nascita, da questa risonanza sono emerse delle piccole lesioni, definite puntini 2/3 più ho meno della grandezza di una capocchia di spillo (per darli una misura), la mia domanda è l’emicrania con Aura può lasciare delle lesioni di questo tipo? Chiedo questo perché dopo l’effetto visivo del mal di testa mi compare un forte dolore insistente nel punto colpito come se mi avessero conficcato un chiodo nel cervello che sparisce in circa 5/6 ore dal evento. Ne soffro da circa 20 anni, non ho sempre questa emicrania ma penso di aver avuto la media di un attacco all’anno.

Altri sintomi neurologici assenti totalmente. In oltre il neurologo che ha visionato il tutto mi ha indicato che le lesioni sono in zone totalmente silenti.

Colesterolo Ok e pressione quasi sempre 120 60 oppure mediamente bassa sopratutto nel periodo estivo, non fumo e non bevo alcolici, ma Soggetto ansioso quindi in cura con alcuni ansiolitici.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

in effetti un attacco emicranico violento può causare queste minute lesioni puntiformi. Bisognerebbe visionare direttamente le immagini dell'esame per dare un parere attendibile ma ritengo che questo lo abbia già fatto il Collega dandole la giusta spiegazione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 466XXX

Si il collega per scrupolo ma ha fatto eseguire anche ricovero per verifiche con potenziali evocati tutti al 100% e nuova risonanza dopo un mese dalla prima totalmente invariata, unica differenza che la seconda è stata fatta con contrasto, ho eseguito anche esame liquor che risulta positivo su una banda, ma il neurologo non ritiene pericolosa in base hai dati di laboratorio.

Sulla lettera di dimissioni è riportata Sindrome Radiologicamente Isolata su base emicranica.

Ecco perché ero interessato a sapere questa informazione è in più, capire cosa si intende per avere una positività nel liquido ma non preoccupante.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la presenza di banda oligoclonale nel liquor indica un eventuale processo infiammatorio che quando è solo un dato di laboratorio come questo, insieme a qualche alterazione alla RM, ma senza una sintomatologia che lo possa giustificare viene definita "Sindrome radiologicamente isolata", cioè solo un dato strumentale senza un corrispettivo clinico, cioè di sintomi.
Capisco però che non è facile spiegare questa condizione in parole semplici.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 466XXX

È stato abbastanza chiaro e ho capito quello che mi vuole spiegare, ma Io ho qualche modo per eventualmente ridurre questo stato infiammatorio anche se non mi è stato prescritto alcun farmaco? E l’infiammazione e data solo dal SM, ad esempio una forte infiammazione del tratto cervicale puo portare infiamazione al liquor? Probabilmente le mie sono domande stupide ma parlo da totale profano.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

no, problematiche cervicali classiche non causano questo tipo d'infiammazione che non è esclusiva di SM ma anche di altre infiammazioni autoimmunitarrie, infezioni e vasculopatie cerebrali.
Corretta la non prescriIone di farmaci, infatti in questi casi le linee guida internazionali sconsigliano l'utilizzo dei farmaci in quanto può non svilupparsi mai una malattia.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 466XXX

Ok. Quindi per prassi come indicato anche dal neurologo che mi segue mi faranno un ulteriore risonanza probabilmente tra 3/4 mesi. Mi aveva incuriosito appunto il referto in uscita dove appunto si parla di sindrome in emicrannia quindi ho collegato la possibilità che siano appunto microlesioni (vista propio la loro grandezza) lasciate da questi episodi. Anche perché ho relazionato dopo che da tempo soffro sporadicamente di questa emicrania.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Corretta l'indicazione a ripetere la RM tra 3-4 mesi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 466XXX

Gentile Dottore ho avuto il DVD con le immagini e ho creato un Link scaricabile per Farle Visionare il tutto, Se volesse fornirmi una mail le mando il Link scaricabile con tutto.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
antaloro@tin.it
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 466XXX

Grazie dottore ho inviato alla sua mail il link grazie per la sua disponibilità.

[#11] dopo  
Utente 466XXX

Gentilissimo dottore, Volevo Sapere se aveva avuto modo di visionare il mio CD con le immagini.

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le ho risposto per mail che non sono riuscito ad aprire il file, mi spiace.
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente 466XXX

Le ho estrapolato le singole immagini così da avere meno problemi e le ho inviate alla sua casella.

[#14] dopo  
Utente 466XXX

Nuovamente Buonasera dottore, e mi perdoni il disturbo, Volevo sapere se era riuscito a vedere le immagini che le ho mandandato nella sua casella mail, non voglio sembrare insistente, ma vorrei capire qualcosa in più anche con un suo parere, visto che mi hanno parlato di lesioni emicraniche e che differenza hanno da altre lesioni?

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Le ho inviato una mail.
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 466XXX

Buongiorno dottore ho controllato la mia casella anche nel eventuale spam ma non ho trovato la sua mail, eventualmente le lascio in altra salvatoredonatelli@gmail.com
Buona giornata.

[#17] dopo  
Utente 466XXX

Dottore le ho mandato ogni singolo file immagine in allegato alla sua mail così di sicuro e spero potrà visionare le immagini.

Grazie

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le puntiformi alterazioni possono essere l’esito di attacchi emicranici particolarmente violenti ma non è possibile escludere anche la loro origine infiammatoria, in ogni caso non attive, in quanto non presentano impregnazione patologica del mezzo di contrasto. Come vede non è possibile dare un parere univoco.
Come Le dicevo precedentemente, è indicato un controllo RM dopo 3-4 mesi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 466XXX

Grazie dottore, per il momento patologia ansiosa apparte non ho altri problemi, farò come d’accordi una risonanza come prescritto. E l’aggiornero Grazie.

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 466XXX

Ripensandoci bene, tutti i miei attacchi emicranici con aura sono sempre molto violenti inteso come dolorosità emicranica post’aura, avverto come una sensazione di dolore molto forte come se mi avessero “trafitto” con un chiodo, e poche settimane prima della risonanza ebbi un attacco violentissimo nel quale per la prima volta durante la crisi mi prese intorpidimento al braccio sx e faccia lato sx. Ed è stata la prima ed unica volta che un attacco mi ha dato anche questa sintomatologia, che so può esserci ma sperimentata solo in quest’occasione e aumentava e regrediva proporzionalmente all’aura visiva, ma durante un attacco di aura emicranica esiste qualche farmaco che riduca la sintomatologia, io non ho molti attacchi 2/3 al anno ma sempre molto forti, confrontandomi con altre persone che ne soffrono.

[#22] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per bloccare l’attacco emicranico si possono utilizzare i triptani o i FANS, che vanno assunti ai primissimi segni dell’attacco altrimenti sono poco e per niente efficaci.
Sull'aura agiscono meno ma, almeno i triptani, devono essere assunti più precocemente possibile in quanto un’assunzione durante l'aura ne ritarda la sua regressione.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente 466XXX

Gentilissimo dottore ho eseguito come da accordi la risonanza a tre mesi e credo da quello che leggo che sia rimasto tutto come prima ho inviato nella sua casella il referto.

[#24] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, la RM attuale è invariata rispetto a quella effettuata ad aprile scorso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente 466XXX

Ok ma queste minute lesioni, possono darmi qualche particolare problema, a quelche senso, vista, udito, tatto ecc ecc nelle zone collocate? In oltre so che alla mia nascita il mio parto non è stato per nulla facile, sono nato con il cordone ombelicale con 2 giri intorno al collo e ci sono stato un po’ legato così perché mia mamma aveva perso le acque ma nessuno in 18 ore di travaglio se ne accorse, può anche esser una sofferenza di questo tipo a causare ciò?

Pongo la domanda perché mio sapere personale.

[#26] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è pure possibile teoricamente che Le minute alterazioni siano dovute ad una lieve sofferenza alla nascita.
In ogni caso non causano disturbi particolari considerate le piccole dimensioni.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente 466XXX

Grazie dottore per il supporto e la gentilezza dimostratami, ovviamente in tutto ciò anche se non c’è nulla di patologicamente grave come mi ha indicato il dott.colombo del San Raffaele di Milano e tutta l’equipe del professor Comi che vedrò a breve per la visita come da accordi dopo risonanza, mi rassicuro dicendomi ho visto gente vivere 90 anni con più lesioni e fare una vita serena. io sono ovviamente andato nel ansia più tremenda che ovviamente mi attanaglia, anche se rassicurato in tutti i modi ma vedremo adesso di metterla a tacere l’ansia...

[#28] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Va bene, stia tranquillo.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro