Utente 957XXX
Da quasi un anno soffro di periodici mal di testa che si localizzano nella zona di "connessione" tra il collo ed il cranio, spesso da un solo lato, quello sinistro, e che si ripercuotono poi anche in altre zone della testa.
Per un periodo ho usato nimesulide per lenire il dolore che mi portava a crisi di vomito ripetute, poi il mio medico di famiglia mi ha suggerito di interrompere con questo farmaco, suggerendomi un farmaco a base di acetilsalicilato di D, L-lisina + metoclopramide. Questo farmo è risultato inefficace, poichè i miei mal di testa si prolungano dalle 6 alle 16 ore. Ho provato qualche sollievo usando 2 semplici aspirine, ma solo raramente hanno bloccato il dolore, e sempre dopo almeno 6 ore. Ho già fatto una visita oculistica approfondita da cui è risultata una vista perfetta, e dei raggi al collo, da cui si è riscontrato un collo "dritto" senza la naturale curvatura.
Avverto l'inizio del mal di testa con una sensazione di lievissimo stordimento iniziale e legerissima nausea, ed avverto sempre il dolore che parte dalla zona di connessione tra collo e cranio, provo un leggero sollievo solo quando premo molto forte con le dita in quella zona, o metto la testa sottosopra, ma resta un sollievo momentaneo. Le crisi di vomito sopraggiungono solo in alcuni casi, quando ad esempio, mi trovo in macchina, il movimento favorisce il vomito, e devo rimanere poi a letto per ore immobile respirando aria fresca per fermare le crisi. Ho provato a sottopormi a delle sedute da un fisiatra, credendo la causa fosse tensiva, ma tutt'ora non sembra abbiano dato risultati concreti.
Che tipo di mal di testa può essere e cosa posso fare per risolverlo?

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
il mal di testa lo avverte come una sensazione pulsante, come un peso o come qualcosa che stringe? La nimesulide era efficace? La luce le da fastidio durante l'attacco doloroso?
Saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 957XXX

Grazie della celere risposta!
Non mi viene facile identificare il mio mal di testa in questi termini. Per esclusione direi sicuramente che non è pulsante nè sento qualcosa che stringe. Sento la testa pesante, ed ho la sensazione quasi che il collo si pieghi sotto il peso della testa, come se fosse stanco.
La nimesulide, all'inizio, era efficace in circa 20 minuti, ma con il passare dei mesi, il tempo si è allungato sempre di più, fino ad arrivare a circa 3 ore. Spesso però, per gli attacchi di vomito (magari causati proprio dalla nimesulide?) ero costretta ad assumerne una seconda.
Avendo finito poi il medicinale che le ho accennato nel post precedente, in mancanza d'altro, ho preso 2 aspirine, ma i mal di testa si sono comunque protratti per le solite 6 ore.
La luce non mi da invece nessun fastidio.
Pensando che fosse dovuto ad una intolleranza alimentare ho provato a segnare, durante questo ultimo mese, tutto quello che ho mangiato qualche ora prima dello scoppio del mal di testa, ma non ho riscontrato nessun tipo di relazione con alimenti particolari, spezie o altro.
6 dic. inizio ore 19,durata 6 ore(medicinale consigliato)
13 dic. inizio ore 14, durata 6 ore (2 aspirine immediate)
2 genn. inizio ore 23, durata 7 ore (1 aspirina alle 5)
6 genn. inizio ore 13, durata 11 ore (2+1 aspirine)
7 genn. inizio ore 14, durata 8 ore (nessun farmaco)
Se può esserle di aiuto, uso una pillola anticoncezionale molto leggera ed il mio ultimo ciclo è iniziato lunedì 5 gennaio.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
potrebbe trattarsi di una cefalea cervicogenica, cioè di origine cervicale ma non escluderei una componente di tipo tensivo, cioè mista. Le consiglio di effettuare una visita neurologica. Mi tenga informato.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 957XXX

Salve,
ho effettuato la visita da un neuropsichiatra.
Lo specialista pensa possano essere emicranee derivanti da problemi cervicali, ed anche lui non ha escluso la componente tensiva. Al momento, questa, rimane una ipotesi.
Mi ha prescritto 2 pillole di pineal ed una di sirdalud a sera per questo primo periodo, ed il maxalt nel caso di crisi emicraniche.
Ho un diario da compilare, dove annotare i miei mal di testa, con la durata, l'intensità ed i medicinali che assumo.
La prima settimana è passata senza dolori di alcun tipo.
La terrò informata.
Grazie mille per la disponibilità.