Utente 323XXX
Salve, sono una ragazza di 31 anni e fin da bambina ho sempre avuto disturbi del sonno, soffro di illusioni ipnagogiche da tantissimo tempo, da piccola avevo dei veri e propri attacchi di panico che mi hanno portato a sviluppare una fobia del buio, costringendomi a dormire con la luce accesa per tantissimi anni, solo ultimamente da quando vivo con il mio compagno riesco a tenerla spenta.
Queste "allucinazioni" si presentano senza apparente motivo, vengono sia in periodi di stress che di serenità, sono sempre presenti, a volte quasi ogni notte, altre volte un paio di volte al mese. Vengono solo nel momento in cui mi addormento, mai al risveglio, e alcune volte, anche se più di rado, (3-4 volte all'anno massimo) sono associate anche alla paralisi notturna, in cui mi è impossibile muovermi.
Questi momenti sono talmente vividi che, nonostante tutti gli anni passati, per pochi secondi faccio ancora a fatica a distinguere la reatà dal sogno.
Mi fanno avere comportamenti "inquetanti e bizzarri", come alzarmi e scappare fuori dalla stanza, urlare o cercare di urlare..
Quando questo accade, non posso tornare a dormire subito se no l'episodio si ripete, devo completamente svegliarmi e poi riprovare a dormire.
Tutto questo si associa a una terribile sonnolenza, posso dormire anche 10 ore che mi sento stanca come dormirne solo 3, però non mi addormento facilmente, insomma quando vado a letto posso metterci anche più di un'ora.
Non faccio uso di droghe o alcol, non ho gravi patologie, soffro di emicrania con aura (tenuta sotto controllo con cicli di Laroxyl), asma e allergia a diversi tipi di polline (da marzo a ottobre assumo antistaminici e il ventolin al bisogno).
Faccio una vita un pò sgregolata, ho sempre preso la notte per il giorno e il giorno per la notte, fin da ragazzina, difficilmente vado a dormire prima delle 3 del mattino, anche se a volte mi devo alzare alle 7, se non ho l'obbligo della sveglia posso dormire anche fino alle 13 o oltre..
Ho fatto tac, risonanza ed encefalogramma ed è risultato tutto nella norma.
Non c'è un modo per far smettere al mio cervello di farmi questi "scherzi"?
Il mio medico di base, dice che è una cosa fisiologica, che gli esami sono apposto quindi non è niente di grave..
Si lo so che non è niente di grave, anche perché ne soffro da più di 20 anni..ma a volte è piuttosto debilitante...vorrei poter dormire più normalmente, senza visioni a perseguitarmi e soprattutto non sentirmi sempre così stanca durante il giorno.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

il consiglio che Le posso dare è di rivolgersi ad un centro di medicina del sonno dove Le potranno effettuare degli esami specifici come l'esame polisonnografico e studiare l'architettura del Suo sonno. Poi in base ai vari riscontri si vedrà come impostare una eventuale strategia terapeutica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro