Utente 489XXX
Salve a tutti, chiedo un consiglio riguardo ad alcuni disturbi che mi hanno colpito nell'ultimo periodo.
Da circa due mesi durante la notte mi sveglio spesso e a volte con un braccio addormentato, e la mattina ho quasi sempre l'esterno coscia addormentato (a volte solo la sinistra a volte entrambi). Non è dolorante e non mi impedisce il movimento, ma è come insensibile, anche se la sensazione va via immediatamente per quanto riguarda la coscia destra e dopo massimo un quarto d'ora per la sinistra. La sensazione di bruciore e il successivo intorpidimento si presentano però spesso quando mi stendo, anche non per dormire. Inoltre qualche settimana fa soffrivo di fascicolazioni che non mi lasciavano dormire, fenomeno che però è pian piano diminuito.
Altri sintomi che ho accusato in questo periodo sono: qualche episodio di meteorismo e diarrea accompagnata una volta da vomito (dovuto credo ad un virus che circolava), un po' di mal di testa e dolori al collo, prurito con alcuni piccoli pomfi e un pomfo che perdura da una decina di giorni sul braccio anche se si è man mano schiarito, senza prurito (credo puntura d'insetto).
Ho effettuato diverse analisi del sangue da cui non ho riscontrato nulla se non una lievissima carenza di acido folico e vitamina D3, e un'elettroneuromiografia agli arti inferiori da cui non è risultato nulla. La dottoressa che mi ha effettuato quest'ultimo esame ha ipotizzato un problema di postura, ed effettivamente sto dormendo su un materasso decisamente scomodo che provvederò a cambiare al più presto. In più, ho di mio un'anca più alta dell'altra di circa 6 mm.
Possibile che la postura abbia causato i disturbi ai nervi e che al resto ci abbia pensato l'ansia perché non capisco cosa ho? I medici mi dicono "stai tranquillo, sei giovane", ma così mi sento non preso sul serio... ho cercato su internet e mi sono usciti tumori, sclerosi multipla, ecc.. e quindi sono ancora più spaventato. Quali altri esami posso effettuare?
Scusate la lunghezza, ma avevo bisogno di uno sfogo! Grazie mille in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Buongiorno a Lei,

Nel contesto di un consulto a distanza che come è ovvio non può sostituire una visita medica mi sento di condividere la opinione di chi la ha già visitato.
Postura nel sonno e basso peso corporeo fanno si che vi sia poca massa muscolare ed in particolare poco tessuto adiposo sotto cutaneo.
In questa situazione alcuni nervi periferici decorrono in posizione estremamente superficiale e facilmente soggetti a compressione nel corso della notte.
Qualora nutrisse ulteriori dubbi ritengo indicato un esame neurofisiologico quale una Emg/Eng.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente 489XXX

La ringrazio dottore, ho già eseguito EMG e ENG, che hanno avuto esito negativo.
Ora però ho un'altra preoccupazione: un linfonodo (o almeno credo) sensibile al tatto (non è gonfio, però riesco a toccarlo a differenza dell'altro lato) accompagnato da un senso di pesantezza alla testa... per caso qualcuno dei aintomi che le ho elencato è compatibile con tumore cerebrale che tanto mi spaventa?
La ringrazio e le prometto che mi rivolgerò al più presto ad uno psicologo... ultimamente ho un'ansia per la salute che riconosco essere eccessiva, ma è più forte di me...

[#3] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Allora se queso è suo timore mi sembra fin dall' inizio e non avendo io avuto la possibilità di visitarla la indicazione più pragmatica che possa darle è quella di sottoporsi ad una
RM Encefalo.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente 489XXX

Salve dottore, sono stato dal mio medico di base che mi ha tranquillizzato dicendomi che il linfonodo dietro la nuca è di dimensioni normalissime, e non lo percepisco dall'altro lato perché non è detto siano simmetrici.
Però io continuo ad avere la sensazione come di testa pesante, e oggi mi sono addormentato per un po' in pullman (da seduto quindi) e ho notato che, dormendo con la testa "penzolante" verso destra, la coscia più intorpidita era proprio la destra che di solito lo è di meno.
Può essere un problema riguardante magari i muscoli del collo che mi causa sia il mal di testa che l'intorpidimento?