Utente 505XXX
Sale dottori, volevo esporre la mia paura di avere un tumore al cervello. Premettendo che sono ipocondriaco ad un livello assurdo, che soffro di sinusite cronica e ho l’occhio pigro. Da 4 o 5 anni soffro di continui mal di testa associati spesso a mal di occhi. A volte prendono tutta la testa e sono pulsanti a volte sono deboli ma localizzati. Ho paura di avere un tumore. Vi prego rispondetemi.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

le caratteristiche descritte non fanno pensare tumori cerebrali, a mio avviso è una paura immotivata.
Probabilmente ha una cefalea mista, tensiva ed emicranica, ma è solo un'ipotesi a distanza.
Ha mai fatto una visita neurologica?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 505XXX

No. Ho paura che mi dicano che ho un tumore. Comunque io soffro di sinusite cronica. Ultimamente ad ogni dolore che ho vado a pensare ai tumori. Inoltre la ci sono periodi in cui quando mi sdraio e ci rimango per un po’ quando mi rialzo per un secondo vedo nero.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
lasci perdere i tumori, la visita neurologica serve per avere una diagnosi corretta e una terapia adeguata.
L'offuscamento della vista quando assume la posizione eretta dopo sdraiato potrebbe essere causato da un calo di pressione (ipotensione ortostatica).

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 505XXX

L’occhio pigro cioè lo strabismo possono centrare qual cosa?

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non penso che sia un elemento importante nell'insorgenza della cefalea.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 505XXX

Quali potrebbero essere segnali di tumore al cervello?

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i tumori al cervello presentano svariate sintomatologie secondo la localizzazione e le strutture coinvolte.
La Sua cefalea non ha nessuna caratteristica della cefalea neoplastica, è solo una paura dettata dall’ansia.
Affronti soprattutto il disturbo ansioso per non farlo cronicizzare, poi diventa più difficile trattarlo.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 505XXX

Dato che sono in vacanza e tornerò nella mia città fra 10 giorni, le volevo illustrare i sintomi che ho ora: Da due giorni ho un mal di testa che il quale dolore o meglio fastidio è localizzato nella parte a volte nella parte superiore destra a volte nella parte superiore sinistra con correlato mal di occhi a seconda di quale lato è colpito.
La prego ho bisogno di rassicurazione perchè davvero al solo pensiero che potrebbe trattarsi di un tumore mi viene un senso di depressione, tiro urla isteriche e piango.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le do la stessa risposta di prima, non ci sono elementi per pensare una cefalea neoplastica.
Le ho già avanzato delle ipotesi, quella tensiva e quella emicranica, per essere più precisi necessita la visita neurologica.
Bene, è in vacanza, si rilassi e non pensi malattie importanti.

Buona continuazione di vacanze
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 505XXX

Sarebbe consigliato fare una visita psicologica?

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un percorso psicologico può essere certamente utile considerato lo stato ansioso ipocondriaco molto evidente.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 505XXX

AGGIORNAMENTO: Il mal di testa non è passato. Ed è localizzato nella parte superiore del del craneo. A volte ora compaiono anche delle fitte. L’unica cosa a cui sto pensando è il tumore del cervello

[#13] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, se ha già fatto gli accertamenti abituali nel suo caso, le suggerirei di non trascurare un'ipotesi che spesso non viene presa in considerazione: il ruolo che nell'insorgenza della cefalea può essere sostenuto dalla malocclusione dentaria e dalla scorretta postura della mandibola.
Le è stata diagnosticata una Cefalea di Tipo Tensivo, tipologia appartenente alle Cefalee Primarie, quelle cioé di cui non si conosce la causa: questa diagnosi dovrebbe preliminarmente aver escluso la possibilità che si tratti invece di una cefalea secondaria, quale é appunto la Cefalea derivante da problemi alla masticazione e all'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM).
Infatti, sia in funzioni normali (deglutizione, masticazione) che patologiche (digrignamento, serramento) la mandibola, trascinata dai muscoli elevatori, ha la tendenza ad avvicinarsi alla mascella facendo perno sul condilo e fermandosi solo quando le arcate dentarie antagoniste entrano in contatto fra loro.
Ma se questo contatto avviene per qualunque ragione (scheletrica, dentale, iatrogena, ecc.) in una posizione scorretta (morso profondo, deviato, retruso) ecco che, per un periodo di ore/giorno incredibilmente alto, indipendentemente dalla volontà o dallo stato di sonno o veglia, i muscoli masticatori risultano contratti, e predispongono all'insorgenza della cefalea.
Trova ulteriori notizie su questo argomento visitando il mio sito internet, e aprendo gli articoli che si aprono con questi link:
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/934-cefalea-viene-bocca.html
https://www.studiober.com/cms/ckfinder/userfiles/files/04%20L'orientamento%20nella%20ricerca(1).pdf
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/983-problemi-naso-volte-causa-sta-bocca.html

La componente psicologica può essere certamente in gioco nel suo caso, ma va sottolineato che, come conferma la letteratura scientifica, le motivazioni psicologiche sono spessissimo presenti anche nelle disfunzioni dell'Articolazione Temporo Mandibolare: anche la bocca è un organo di stress, e spesso reagisce agli eventi stressogeni con parafuzioni quali bruxismo e serramento, diurni e notturni, che accentuano , se presenti, problemi occlusali, amplificandone gli effetti dannosi.

Per tutto quanto sopra, oltre ad approfondire le problematiche di specifica pertinenza neurologica, le suggerisco di consultare anche un dentista –gnatologo esperto in problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare, e soprattutto nei rapporti fra ATM e Cefalea.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#14] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lo specialista di riferimento per le cefalee è il neurologo.
Lasci perdere ipotesi al momento fantasiose e prive di ogni fondamento.
Lei ancora non ha fatto la visita neurologica e Le propongono gnatologo e atm, questa è una condotta al di fuori di ogni logica.
Ascolti il mio consiglio e si rivolga tranquillamente ad un neurologo. L’ipotesi più probabile è una cefalea tensiva primaria, come Le ho detto precedentemente.

Buon ferragosto
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, concordando, ovviamente solo in parte, con quanto scrive il Dr Ferraloro, le suggerivo, "se ha già fatto gli accertamenti abituali nel suo caso" di "approfondire le problematiche di specifica pertinenza neurologica".
Tuttavia, nella malaugurata ipotesi che in questo ambito non dovesse trovare soluzione al suo problema, rispolveri il mio consiglio, che , come tutto quello che si suggerisce in rete, senza un esame diretto, può essere effettivamente adatto al suo caso o no, ma di certo, non è né fantasioso né privo di fondamento.
Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le chiedo scusa se intervengo ancora ma non è possibile fare passare un messaggio fuorviante per cui devo ribadire chiaramente quanto scritto al #14, cioè un paziente con cefalea, senza una visita neurologica, senza diagnosi, senza eventuali esami diagnostici specifici non può essere indirizzato allo gnatologo, non lo prevede nessuna linea guida nazionale o internazionale, non lo prevede la logica, non lo prevede il buon senso del paziente (per fortuna molto intelligente e bene informato).
Mi scuso ancora con Lei ma dovevo ristabilire la verità, grazie.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, nel sottolineare che non ho contraddetto il Collega (ho scritto infatti "OLTRE ad approfondire le problematiche di specifica pertinenza neurologica, le suggerisco di consultare ANCHE un dentista –gnatologo "), credo invece che il buon senso e la logica, che non ho messo in campo io, possano comunque corroborare il mio consiglio, fermo restando che lei, persona molto intelligente e bene informata, può farne l'uso che vuole , compreso quello di ignorarlo, perchè, dato via rete senza un esame diretto, come tutto ciò che si dice via rete, può effettivamente essere adatto al suo caso o no, ma di certo, non è né fantasioso né privo di fondamento.
Se crede, ho approfondito l'argomento in un blog su questo stesso sito:
https://www.medicitalia.it/blog/gnatologia-clinica/7974-la-gestione-clinica-delle-cefalee-primarie-e-secondarie-a-problemi-di-bocca.html

Nella discussione aperta che segue, accessibile sia agli Utenti che ai Colleghi, tutti sono i benvenuti
Cordiali saluti ed auguri di buone Feste.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi dispiace che sia stato disturbato dopo quattro mesi, sono costretto a ribadirLe quanto scritto al post #14 e #16.

Colgo l’occasione per augurarLe un sereno Natale
Dr. Antonio Ferraloro