Utente 253XXX
Vi scrivo perché sto attraversando un periodo molto difficile della mia vita e spero tanto voi possiate aiutarmi a chiarire dei dubbi che mi stanno facendo vivere uno stato d'ansia molto forte. A maggio ho fatto le analisi del sangue controllando:

Emocromo con formula leucocitaria e piastrine
Tas
Ves
Transaminasi GPT E GOT
Trigliceridi
Colesterolo LDL E HDL
Bilirurbina totale e frazionata
Glicemia
Uricemia
Azotemia
Sideremia
Creatinina
Proteine Totali ed Elettroforesi Proteica
Fosfatasi Alcalina
Proteina C reattiva
Gamma GT
Toxo Igm
Vitamina D3

Sono una ragazza di 30 anni che soffre d'ansia e attacchi di panico da molto tempo. In alcuni periodi va meglio, in altri molto peggio. Ho effettuato queste analisi perché gli attacchi di panico avevano cominciato ad aumentare lasciandomi sempre più affaticata e spingendomi ad isolarmi sempre di più, a causa di vari problemi personali. Sono stata in cura anni fa, ma poi ho smesso facendo una cura di mantenimento senza controllo dello specialista di 8 en gocce e 4 laroxyl al giorno, cosa che continuo a fare tutt'ora.
Dopo aver ritirato le analisi ho scoperto che tutto era nella norma tranne il valore della Vitamina D3 che era spaventosamente bassa, l'avevo a 4.
Il colesterolo totale a 163 mg/dl
il colesterolo HDL a 39 mg/dl
il colesterolo LDL A 115 mg/dl

Mi ha preoccupata un po' il valore dell'HDL, perché la tabella dice che inferiore a 45 è molto rischioso.

Purtroppo ho trascorso molti mesi senza mai espormi alla luce del sole, uscendo raramente e solo di sera.
Ho cominciato a documentarmi su tutte le conseguenze che porta questa carenza e ho cominciato a deprimermi al punto tale da aggravare la cosa isolandomi ancora di più e continuando a non uscire di giorno.
In correlazione con altri problemi l'ansia era diventata insostenibile. Sono entrata nel panico.
Ho cominciato ad impanicarmi, a perdere peso, a deprimermi.

Il mio medico curante mi ha prescritto ZIBENAK*OS SOL 2,5ML 25000UI ogni 15 giorni per 5/6 mesi, ma io non ho ancora cominciato la cura, perché sono fortemente in dubbio sia sul farmaco scelto che sul quantitativo.
Le mie ricerche mi hanno portato a pensare che potrei avere chissà cosa visto tutto quello che comporta la grave mancanza di questa vitamina, e visto che ne sarò sicuramente così carente da anni per il mio stile di vita sbagliato, sono molto spaventata.
Ho cominciato a pensare che i miei sintomi potrebbero non essere legati solo all'ansia.
In questi mesi ho mangiato poco, perdendo peso, sono stata molto stressata a causa dell'ansia e mi sono praticamente rintanata in casa.
Considerando tutto, i miei valori ematici potrebbero essere cambiati molto in peggio in questi due mesi?
Che farmaco dovrei prendere per integrare la vitaminad? ma soprattutto in che dosi?
Ho letto che si consuma subito, andrebbe quindi integrata ogni giorno?
Sarebbe meglio il DIBASE?
Credo che la vitamina D si sia del tutto azzerata, ho molta paura.

Spero in una vostra risposta.

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non è il consulto a distanza il luogo dove chiedere una terapia da seguire.
Nel consulto a distanza vengono fornite linee guida circa quel che fare quando non ci si sente bene o si è affetti da un già diagnosticato disturbo.

Pertanto:
-riferisce di soffrire d'ansia e attacchi di panico da molto tempo;
-sono stata in cura anni fa, ma poi ho smesso facendo una cura di mantenimento senza controllo dello specialista di 8 en gocce e 4 laroxyl al giorno, cosa che continuo a fare tutt'ora;

Allora riferisce un disturbo psichiatrico ma ma assume farmaci inadeguati ad un dosaggio cmq inadeguato.
Inoltre, come è normale che sia, è necessario essere seguita da un medico specialista.

Circa la vitamina D:
-non è convinta della correttezza della prescrizione medica? Anzichè "fare ricerche su internet" acquisisca un secondo parere di tipo specialistico circa la problematica che la affligge di dubbi.

La auto-diagnosi e la auto-medicazione sono assolutamente controproducenti pre la propria salute.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente 253XXX

Gentile Dott. Poli la ringrazio per la risposta, in merito all'en e laroxyl potrebbe spiegarmi perché secondo lei siano inadeguati come farmaci? Sono stata in cura proprio con questi.
Perché è inadeguato anche il dosaggio secondo lei?
Volendo eliminarli come potrei scalarli in base al dosaggio per evitare sintomi da astinenza?
Fino a una settimana fa li assumevo prima di pranzo, ora prima di andare a dormire.

[#3] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Come le dicevo "...Non è il consulto a distanza il luogo dove chiedere una terapia da seguire. Nel consulto a distanza vengono fornite linee guida...".

Allora certamente non è il Laroxyl il farmaco di prima scelta per degli attacchi di panico. L'EN è una delle possibili benzodiazepine di scelta.

Per il resto la gestione della terapia va gestita crca la scelta dei farmaci, le modalità di switch ed i dosaggi dal medico specialista ovviamente di persona.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente 253XXX

Dott. Poli so bene che non può fornirmi indicazioni sulla terapia, mi scusi se le posso apparire insistente ma credo di essere depressa. Al momento per questioni di varia natura non posso cercare uno specialista.
All'epoca mi fu affiancato il laroxyl proprio per uno stato depressivo concomitante a quello ansioso.
Volevo chiederle se le 8 en e le 4 laroxyl possono costituire un rischio per la mia salute, se fa differenza aver cambiato da una settimana L orario d'assunzione da ora di pranzo a prima di andare a dormire, se nel caso volessi eliminarle come vadano scalate, o se visto il dosaggio basso possono essere interrotte in una sola volta senza rischi di sintomi d'astinenza.
La prego, avrei davvero bisogno del suo parere.

[#5] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Penso che vadano cmq scalate.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#6] dopo  
Utente 253XXX

Comportano rischi per la salute se assunte così come sto facendo?