Utente 409XXX
Salve ho appena ricevuto l'esito della risonanza che ho fatto all'encefalo e al rachide cervicale per vertigini periferiche, cefalea e dolore in zona cervicale. Devo dire che sono abbastanza spaventata, volevo avere infatti delucidazioni in merito. Sono una ragazza di 24 anni, avevo già effettuato una risonanza encefalo per le continue cefalee nel 2016 ma con esito negativo. Domani andrò dal medico per farla leggere ma nel frattempo volevo chiedere aiuto a voi.
Questo è l'esito:

RSM ENCEFALO:
Esame eseguito con sequenze FSE, FLAIR e DWI, completato con sequenza 3D T2 DRIVE per lo studio
dell'angolo ponto-cerebellare.
In fossa posteriore il IV ventricolo è mediano, normale. Tenue iperintensità di segnale T2 e FLAIR si
osserva a livello della porzione superiore di ambo gli emisferi cerebellari con quadro relativamente più
accentuato a destra. Piccola area di atrofia focale come da esito malacico si osserva in corrispondenza della
porzione inferiore dell'emisfero cerebellare di sinistra. Tali rilievi non sono di univoca interpretazione,
probabilmente riferibili a non meglio precisabili esiti, da correlare con i dati anamnestici e clinici, forse già
evidenti ad un precedente esame dell'agosto 2016 eseguito in altra sede.
Normali per ampiezza e contenuto i meati acustici interni e le cisterne dell'angolo ponto-cerebellare con
pacchetto nervoso acustico-facciale bilateralmente ben rappresentato, normale. Non evidenti alterazioni
anche a livello delle strutture del labirinto membranoso di ambo i lati, in particolare a livello dei canali
semicircolari.
III ventricolo e ventricoli laterali in sede, normali. Regolare la distribuzione degli spazi subaracnoidei alle
convessità.
Non alterazioni di rilievo a carico del tessuto cerebrale di ambo gli emisferi né immagini sospette per
processi espansivi.
Collateralmente si segnala ispessimento mucoso concentrico a carico dei seni mascellari e tessuto flogistico
all'interno delle cellette etmoidali.

COLONNA CERVICALE:
Esame eseguito con sezioni sagittali e assiali con sequenze T1, T2 e STIR.
Allineamento vertebrale conservato sul piano sagittale. Normale ampiezza del canale spinale. Pervi su tutto
l'ambito i forami di coniugazione.
A livello C5-C6 il disco intersomatico è disidratato, minimamente protruso in modo circonferenziale con
associate iniziali note spondilosiche delle limitanti somatiche.
Non ulteriori, significativi rilievi; in particolare non alterazioni intradurali con midollo spinale normale per
dimensioni ed intensità di segnale.

Aspetto con ansia una vostra risposta!

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
come è segnalato sul referto che lei ha riprodotto, a carico del cervelletto si rilevano gli esiti di un precedente processo la cui natura si può desumere unicamente attraverso un'accurata indagine anamnestica. Inoltre, la tipologia clinica delle manifestazioni vertiginose deve essere indagata clinicamente in modo molto accurato, perché potrebbe essere in relazione con questo reperto della Risonanza. Il consiglio è che si rivolga ad un Neurologo.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 409XXX

Salve, grazie della risposta. Volevo chiederle, di che processo potrebbe trattarsi???. Non ho mai avuto nessun disturbo neurologico, anche perchè ho 24 anni come le dicevo. Ovviamente contatterò il neurologo.
Volevo chiederle se è qualcosa di preoccupante nell'immediato o qualcosa che deve essere indagato meglio con il consulto del neurologo?
Le scrivo ciò solo perchè sono tanto preoccupata che possa essere qualcosa di grave.
Grazie attendo con ansia!

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Cara Paziente,
non è semplice rispondere alla sua legittima domanda. Innanzitutto occorre vedere direttamente le immagini della Risonanza e poi lei deve essere accuratamente visitata. Purtroppo, attraverso un consulto online di più non si riesce a dire.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente 409XXX

Buonasera, ho appena parlato con il mio medico di base. Mi ha in un certo senso tranquillizzata dicendomi che può essere un problema che ho fin dalla nascita, dato che non ho particolari segni evidenti. Mi ha detto che secondo lui le vertigini sono dovute principalmente alla protusione C5-C6 del disco vertebrale.
Mi ha inoltre consigliato di sentire comunque un neurologo ma di cercare di star tranquilla.
Lei dice che posso stare davvero così tranquilla fino alla visita con il neurologo?.
Inoltre le chiedo cosa sta a significare "Tenue iperintensità di segnale T2 e FLAIR ".
Grazie mille!

[#5] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Escluda del tutto, col dovuto rispetto per il suo Medico di base, che le vertigini possano trarre origine dalla protrusione discale a livello C5-C6. Il reperto RM a carico del cervelletto può essere conseguenza di pregressi episodi da accertare e non rappresenta una condizione congenita. Ma di questo ne discuta con il Neurologo cui Le suggerisco di rivolgersi, senza mettersi eccessivamente in ansia.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#6] dopo  
Utente 409XXX

Salve, ho parlato con il mio neurologo che mi consiglia di eseguire ecocardio, ecografia tronchi sovraortici ed ecocardio transcranico.
Mi ha detto che sospetta il forame ovale pervio.
Eseguiró gli esami il 12 di dicembre.
Cosa può comportare questo problema? In tal caso si dovrà effettuare un operazione o andrà bene solo una terapia farmacologia?.
Grazie mille per la sua disponibilità

[#7] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Mi informi dopo che ha eseguito gli esami prescritti
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#8] dopo  
Utente 409XXX

Buonasera dottor Colangelo, le scrivo per riportarle dei sintomi presenti da circa 3 giorni. La sensazione è quella di testa pesante, pesantezza al collo e sensazione di non essere lucida, sbandata, come se vivessi in una bolla. Mi sento proprio strana da circa 3 giorni. L' ortopedico dice che è un problema di contrattura dei muscoli, mi ha fatto iniziare terapia con celebrex e sirdalud, la sto assumendo da 3 giorni ma continuo a sentirmi In questo modo.
Sono disperata perché è bruttissimo sentirsi così strani, mi sembra di non capire niente con la testa. Potrebbe essere dovuta al problema neurologico o lo esclude? Non so più cosa pensare..

[#9] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Dalla descrizione concordo che possa trattarsi di contrattura muscolare che diviene causa di cefalea di tipo tensivo. Dal mio punto di vista, col dovuto rispetto per il collega, la terapia dovrebbe essere differente e magari se si rivolge ad un Neurologo le potrebbe essere prescritta.
Comunque si tranquillizzi perché non è nulla di preoccupante.
Buonanotte
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it