Utente 249XXX
Salve, sono una donna di 35 anni, fumatrice.
Da anni soffro di emicrania al lato sinistro che mi ha portato anche ad episodi di aura (scotomi) e per questo motivo a dicembre 2018 ho effettuato, dopo vari altri accertamenti (oculista, otorino e neurologo), una rm encefalo che è risultata negativa. Ormai sono rassegnata ad avere emicranee che si presentano a cadenza bimestrale e durano due giorni circa (che curo con ibuprofene). Il problema che mi si è presentato ora è però di natura differente. Da circa 6/7 giorni ho dolori alla parte sinistra della testa, localizzati a volte sulla tempia, a volte dietro l’orecchio, a volte sotto l’orecchio, a volte sempre ad altezza orecchio ma verso la nuca; i dolori non sono forti potrei descriverli come senso di fastidio o pressione o a volte micro fitte.L’ibuprofene che ben funziona con la mia tipica emicrania sembra non avere alcun effetto invece per questo dolore. Di notte non lo sento perché essendo un dolore lieve riesco a dormire bene ma quando mi sveglio ecco che il dolore ritorna e dura tutto il giorno. Mi sembra anche che i denti dell arcata superiore sinistra siano diventati ipersensibili e avverto a volte senso di piccolo intorpidimento nella zona esterna che corrisponde all’arcata dentale superiore sinistra verso il naso, ma raramente. In questi ultimi mesi ho avuto moltissimi sintomi diversi di ogni natura e questo è un ulteriore nuovo sintomo che mi sta buttando giù parecchio e non riesco più a stare tranquilla come ho sempre vissuto. Quello che volevo chiedere, è possibile che da dicembre, cioè da quando ho effettuato la rm sia cambiato qualcosa? Possono essere sintomi legati ad una cattiva circolazione del sangue? (Questo mi preoccupa soprattutto) oppure magari una infiammazione del trigemino? So che non si può avere una diagnosi via internet ma quali specialisti mi consigliate di consultare? Ringrazio fin da subito per la cortese risposta.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
nei soggetti che soffrono di emicrania si può avere una estensione alle regioni facciali del dolore (cosiddetta "low face migraine" o emicrania della faccia bassa) ma potrebbe anche trattarsi di una nevralgia facciale atipica. Come ha correttamente considerato lei, ciò non può essere definito attraverso un consulto online ma richiede un'attenta valutazione clinico-anamnestica da parte di un Neurologo.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 249XXX

La ringrazio per la gentile risposta.
Lei ha parlato di nevralgia facciale atipica; ma questa patologia può fare estendere il dolore anche alla tempia e dietro la nuca?
Consulterò comunque il mio neurologo. La ringrazio di nuovo.

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La nevralgia facciale è limitata alla faccia, ma se il dolore è un'estensione dell'emicrania allora il dolore può coinvolgere anche altre regioni del capo.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it