Paura SLA

Gentile dottore,

Sono un ragazzo di 26 anni ed è da qualche mese che sono molto preoccupato. Tutto è cominciato 7/8 mesi fa quando ho cominciato ad avvertire dei fastidiosi formicolii alle gambe, soprattutto notturni. Qualche tempo dopo è sopraggiunto anche un senso di debolezza a braccia e gambe perciò, preoccupato che potesse trattarsi di qualcosa di grave, ho prenotato una visita neurologica per sicurezza. Da questa sono emersi ROT molto vivaci con estensione dell’area reflessogena, clono achilleo esauribile bilaterale e un leggero Hoffmann a destra, mentre non sono stati riscontrati né ipostenia né deficit di forza.
A questo punto mi sono molto preoccupato soprattutto per quanto concerne la possibile diagnosi di sclerosi multipla (la possibilità della SLA mi sembrava più remota), ma la neurologa si è mantenuta piuttosto cauta e tranquilla dicendo che i ROT vivaci sono piuttosto comuni nei soggetti giovani anche sani e che il clono e l’hoffmann non sono necessariamente indice di una patologia (a differenza del Babinski che però risultava nella norma). Detto questo mi ha comunque prescritto un EMG, una RMN encefalica e cervico-dorsale e PEM e PESS.
Per prima cosa ho effettuato l’EMG soltanto con elettrodi di superficie (perché?) ed è risultata nella norma, dopodiché a gennaio dalla RMN sono state riscontrate:
-piccola ernia discale mediana D1-D2
-modeste protrusioni discali in D3-D4, D4-D5, D6-D7, D7-D8
-piccola ernia discale in D10-D11
L’esito della risonanza ha bloccato le mie paure riguardanti la SM ma non quelle riguardanti la SLA: quando ho chiesto rassicurazioni alla neurologa mi ha detto che la SLA potevo proprio dimenticarmela giudicando l’esito della RMN (secondo lei i sintomi erano legati a quello) e il fatto che non esordisce con sintomi sensitivi.
Tuttavia a mesi di distanza continuo ad essere molto preoccupato! Le parestesie sono praticamente scomparse ma avverto fascicolazioni sporadiche, una sempre più forte debolezza alle braccia e alle gambe e una certa rigidità soprattutto dietro le cosce e sui polpacci, talvolta anche ai bicipiti e agli avambracci. Inoltre sotto il minimo sforzo fisico avverto un tremore molto accentuato sia delle cosce che dei bicipiti.
Premesso che sono molto ansioso a riguardo e che riesco comunque a camminare e correre senza problemi, volevo chiederle: tutto ciò che è stato riscontrato dalla visita neurologica può davvero essere spiegato semplicemente dalla giovane età e dalla sofferenza a livello dorsale come mi ha detto la neurologa? Anche il clono e l’hoffmann? Il mio continuo avvertire sintomi che possono farmi pensare alla sla, può essere anche quello dovuto alla sofferenza discale, all’ansia o allo stress, o ad una combinazione di queste cose? Il fatto che durante la visita (ormai risalente a 7 mesi fa) non siano stati riscontrati deficit di forza e la mia giovane età possono farmi stare tranquillo sul fronte sla, o sarebbe comunque meglio fare un’altra visita?

Grazie per la sua attenzione
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Ragazzo,

sinceramente non vedo sintomi sospetti di sla.
I segni riscontrati all’esame neurologico possono anche essere clinicamente poco significativi. Non fa cenno circa la RM encefalica, è stata effettuata?

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,

Innanzi tutto La ringrazio per la risposta molto veloce. Allora sì la RM che ho fatto era encefalica e cervico-dorsale: a livello di encefalo era tutto perfettamente a posto mentre a livello dorsale sono state viste quelle sofferenze discali che ho riportato.
Comunque quello che ha scritto mi tranquillizza! Quindi questa debolezza che sento, insieme alle fascicolazioni sporadiche e al tremore sotto sforzo, può essere effettivamente dovuta alle piccole ernie e alle protrusioni? Ed eventualmente accentuata dall’ansia che in qualche modo mi fa psicosomatizzare i sintomi?

La ringrazio
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Ragazzo,

il tremore sotto sforzo non è correlato con le discopatie né con la sla, in alcuni soggetti è possibile che si manifesti senza per questo essere considerato patologico.
Le fascicolazioni invece potrebbero essere in relazione con le discopatie.
Ovviamente la mancanza di deficit di forza e la giovane età non fanno pensare la malattia che teme.
Certamente l’ansia può accentuare tutto.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa