Utente
Salve, da circa due anni mio suocero 55 anni lamenta accentuata perdita di memoria... gli episodi particolari accaduti in questi anni sono: confonde un nome con un altro di una persona che vede tutti i giorni, una volta ha dimenticato il nome delle due nipoti e del cognato.


La tac encefalo senza mdc evidenzia:

Terzo e quarto ventricolo sulla linea mediana.

Ventricoli laterali lievemente dilatati, non spostati nè deformati.

Lieve dilatazione degli spazi sottoaracnoidei della convessità cerebrale e cerebellare, con prevalenza in regione frontale di entrambi i lati.

Non si rilevano zone di alterata densità a carico del parenchima cerebrale e cerebellare, riferibili a processi espansivi endocranici e a lesioni focali.


Il neurologo ha diagnosticato sintomi iniziali da deficit cognitivo e prescrivendo un test sulla memoria
Da questo test è stato diagnosticato distubo d'ansia.

In famiglia ci sono stati già altri casi di alzheimer.

Vorrei capire se può essere veramente ansia o sono sintomi iniziali di alzheimer?

Quale strada potrei intraprendere per capirne di più?
Dovrei fare altri controlli particolari?

Grazie e cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

i reperti della TC, che è un esame che da solo ovviamente non è sufficiente per porre diagnosi di questo tipo, potrebbero indicare un iniziale deterioramento cerebrale ("Lieve dilatazione degli spazi sottoaracnoidei della convessità cerebrale e cerebellare, con prevalenza in regione frontale di entrambi i lati.").
Approfondirei ulteriormente il caso, qualora con un'adeguata terapia per l'ansia il problema dovesse persistere, con una RM encefalica ed una batteria di test neuropsicologici più completa. Il tutto poi da portare al neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie per aver risposto al mio consulto..Prima della TC gli hanno prescritto Cardioaspirina da 100mg e integratore Illumina.
Dopo la TC e il test gli hanno detto soltanto di continuare Cardioaspirina che prende tutt'ora.
Nonostante questa terapia il problema si presenta comunque.
La Cardioaspirina può giovare alla situazione? Ci possono essere altri rischi?
Quali test neuropsicologici consiglierebbe? Grazie.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la cardioaspirina, "fluidificando" il sangue, può essere utile.
I test neuropsicologici consigliati sono quelli orientati sullo studio della memoria, della concentrazione, dell'attenzione, ecc.
Poi, come Le dicevo prima, se è stato diagnosticato un disturbo d'ansia è razionale curare questo e conseguentemente vedere se il problema mnesico regredisce.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie ancora dottore. Buona serata

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro