Gravi sintomi dopo abuso e interruzione improvvisa della mia cura per il mal di testa

Buongiorno,
sono una donna di 48 anni, da sempre in cura per mal di testa di origine ansiosa.


Dopo varie cure, l'ultima che sto seguendo da un mese è basata su 3 pastiglie di Xanax e una di Cimbalta alla sera.


Pochi giorni fa ho iniziato ad avere attacchi fortissimi che ho cercato di fermare prendendo una pastiglia di Maxalt alla mattina e, siccome non passava, dopo qualche ora una supposta di Difmetre (contemporaneamente alla cura di Xanax e Cimbalta).


L'attacco (invalidante con vertigini e vomito) è durato per ben 4 interi giorni.


Al quinto giorno stavo meglio ma mi è comparso pizzicorio su tutto il corpo e in bocca, sul palato, delle grosse ulcere.


Spaventata ho interrotto di colpo l'assunzione di tutti i medicinali: sono quindi passata da 4 giorni di Xanax, Cimbalta, Difmetre e Maxalt a nulla.


Da quando ho interrotto l'assunzione di tutti i medicinali, negli ultimi due giorni soffro di tachicardia, pressione al cranio e al collo ma, soprattutto, mi spaventa un problema alla vista in quanto 4/5 volte al giorno mentre sto guardando qualcosa ho uno sbandamento non fisico, di vertigine, ma visivo.
Improvvisamente è come se spostassi lo sguardo velocemente e poi ritornassi a fissare il punto di prima senza in realtà aver mai spostato lo sguardo.


Il medico di famiglia mi ha prescritto una TAC e, purtroppo, il mio neurologo non mi risponde.


Siccome sono molto preoccupata e la TAC è fra 10 giorni vorrei sapere se questi disturbi di pressione al collo, al cranio e soprattutto quelli visivi è probabile che siano dovuti all'abuso di farmaci e alla loro improvvisa, totale, interruzione.


Spero moltissimo in una vostra celere risposta.


Vi ringrazio anticipatamente.


Buona giornata.
[#1]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 2,8k 174
Buonasera
i disturbi da lei lamentati sono molto probabilmente dovuti alla brusca interruzione dei farmaci, soprattutto del Cymbalta.
Immagino che la Tac abbia dato esito negativo.

Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta.

Mi consiglia di riprendere la cura con il dosaggio prescritto o un po' alla volta?

Grazie.
[#3]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 2,8k 174
Questo consiglio deve darglielo il suo medico, da qui non possiamo.

Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio