Utente 373XXX
Buonasera,
mi chiamo Chiara e avrei una serie di dubbi sulle otturazioni in composito.
Ieri sono stata dal mio dentista che ha eseguito due rimozioni di carie con otturazione in composito. Trattasi dei due denti finali (17 e 47) della parte destra della bocca.
Premetto che non ha fatto nessuna radiografia prima e che ha affermato che le carie erano più profonde del previsto.
Non è stata eseguita alcuna anestesia e non sono state utilizzate dighe, ma il semplice aspiratore e i cotonini.
Ha iniziato con il dente sopra e, ad un certo punto, ho avvertito un po’ di dolore. Dopo aver rimosso la carie ha soffiato dell’aria e anche in quel momento ho sentito un po’ di fastidio. Poi ha iniziato il procedimento di otturazione con composito. Il dente è stato poi modellato con la fresa e le cartine per la masticazione e lucidato con il gommino.
Poi è passato a quello sotto e ha fatto la stessa procedura, solo che ha ripassato più volte il gommino per la lucidatura (anche sulla parte sana del dente), perché io affermavo che sentivo la parete ancora un po’ ruvida.
I miei dubbi sono questi:
1- Il dentista non dovrebbe fare sempre delle radiografie per vedere l’entità e la profondità della carie? Come fa poi ad accertarsi di averla rimossa del tutto?
2- Il dentista riesce ad ottenere buoni risultati anche senza usare la diga?
3- E’ normale che non sia stata eseguita l’anestesia?
4- Il gommino può limare i denti? Cioè il fatto che l’abbia ripassato più volte sul dente sotto può averlo ridotto troppo, tant’è che mi sembra di avere meno contatto con il dente sopra?
5- Dopo un’ora dall’otturazione ho tranquillamente mangiato e bevuto bevande fredde. Dovevo evitare? Il dentista non mi ha detto nulla.

[#1] dopo  
Dr. Mirco Di Biase

36% attività
4% attualità
16% socialità
MONZA (MB)
GESSATE (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
Le otturazioni in composito, sono otturazioni che permettono una minore asportazione di struttura dentale in quanto l'adesione del materiale da otturazione al dente avviene chimicamente e non meccanicamente (come un tempo necessitavano le otturazioni in amalgama). Le radiografie sono utili a stabilire la profondità della carie e la distanza tra la cavitazione e le strutture sottostanti (dentina e polpa). Dunque se la carie è superficiale, un buon dentista può tranquillamente (in base alla sua esperienza) asportare tutta la struttura dentale inquinata senza l'ausilio di rx ne di rilevatori di carie. Anche la diga è utile durante l'esecuzione di un otturazione, ma se la carie è superficiale, il non utilizzo della diga non rappresenta un fallimento della terapia conservativa. Anche l'anestesia può non essere necessaria per una otturazione semplice (per semplice intendo carie superficiale sulla superficie masticante), l'utilizzo è a discrezione dell' operatore e del paziente se non sopporta il dolore. Il gommino è una fresa che serve per lucidare il composito eliminando tutte le rugosità ed asperità non ha azione abrasiva e non "lima" la struttura dentale bensi la lucida. Il minor contatto è dovuto alla differente modellazione della porzione restaurata, la sua sensazione si ridurrà nel tempo e andrà via via scemando. Cordiali saluti.
Dr. Mirco Di Biase
Odontoiatra e protesista dentale. Consulti di carattere informativo mirco_db@libero.it

[#2] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
1- Le radiografie non sono sempre indispensabili. Vengono effettuate quando son necessarie. La rimozione della carie non si evidenzia radiograficamente ma clinicamente.
2- La diga consente di lavorare in un campo operatorio non contaminato da batteri e saliva. Senza dubbio chi usa la diga mette in atto la miglior tecnica di isolamento con lo scopo di fornire il miglior risultato possibile.
3- Non so se è normale. Forse la carie non era poi troppo profonda.Per quella che e' la mia personale esperienza preferisco fare quasi sempre l'anestesia, questo mi consente di lavorar più tranquillo su un paziente che non percepirà dolore né fastidio durante la varie fasi dell'intervento.
4- Il gommino, se di gommino si tratta, non consuma i tessuti duri dentari.
5- I compositi polimerizzano con la lampada quindi una volta ultimato il restauro e' possibile sin da subito mangiare o bere.

Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
1- No. Le radiografie si fanno se serve, non per vedere le carie. Per accertarsi di aver rimosso la carie basta guardare e toccare con gli escavatori.

2- "Il dentista riesce ad ottenere buoni risultati anche senza usare la diga?"
Questa risposta è impegnativa.
Il 20% dei dentisti italiani usa la diga di gomma (sono dati forniti dai venditori di materiali dentali).
Se la diga è riconosciuta come importante per ottenere un buon isolamento del campo, PERCHE' MAI non dovrebbe usarla?
Se la usa nei casi più complessi, dove peraltro è più difficile montarla, PERCHE' MAI non dovrebbe usarla nei casi più semplici?
Per menefreghismo? Superficialità? Pressapochismo?
E dovrei credere che un dentista superficiale da non mettere la diga diventa attento e scrupoloso in tutti gli altri passaggi necessari?


3- "E’ normale che non sia stata eseguita l’anestesia?"
Su una carie superficiale, ci può stare.
Su una carie profonda, a volte può succedere.
Ma c'è un'altra possibile spiegazione (vedi punto 2).


4- "Il gommino può limare i denti?"
Occorre molto impegno, ma veramente molto per riuscirci.


5- "Dopo un’ora dall’otturazione ho tranquillamente mangiato e bevuto bevande fredde. Dovevo evitare?"
No.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)