Utente 484XXX
Salve a tutti. Da qualche tempo l'ultimo dente a sinistra della mandibola mi dava un leggero fastidio che è andando aumentando col passare dei giorni. Ho fatto una panoramica e prenotato una visita presso la usl, ma ieri notte improvvisamente e prima ancora di potere ritirare tale panoramica sono stato svegliato da un dolore lancinante proveniente da quel dente, che purtroppo per esperienza ho riconosciuto come quello di una pulpite. Stamattina sono andato da un dentista esponendo la situazione, e rispondendo più che dettagliatamente a ogni domanda che il medico mi faceva a riguardo. Il fatto è che quest'ultimo senza prima accertarsi di nulla, mi ha fatto un anestesia alla parte bassa sinistra della bocca, ma vedendo che il dolore dopo 20 minuti non mi passava, ha "dedotto" che il problema fosse a uno dei denti superiori. Ha controllato i denti prima picchiettandoci sopra, e poi con una pallina di cotone freddissima che ha dato un lieve fastidio all'8 superiore a sinistra, così ha deciso che fosse quello il dente da "curare". Ha fatto un anestesia e dopo 5 minuti quando il dolore sembrava allievarsi ha iniziato a trapanare il dente. Immediatamente si è fermato e mi ha detto che dovevo farmi una lastrina a quel dente... io gli ho chiesto se fosse pericoloso farsi una lastrina visto che 3 giorni soltanto prima mi ero fatto una panoramica , ha risposto che la doveva fare e che le lastrine sono del tutto innocue. Sembrava perplesso e che si fosse trovato davanti a un dente non da devitalizzare come invece sosteneva. Così mi ha fatto questa lastrina e ha detto che certamente il dente che dava dolore era quello e ha proceduto alla devitalizzazione, svuotando i canali maldestramente e procurandomi dolore e sanguinamento. Nel mentre l'anestesia della parte inferiore della bocca ha iniziato a svanire e il dolore della notte è tornato. Così il dentista ha fatto una nuova lastra a quel dente, dicendo che era quello il dente da devitalizzare, ma che comunque anche l'altro era malconcio. Ha devitalizzato maldestramente anche il dente di sotto. Io ero andato li dicendo chiaramente che il dente che mi dava dolore era quello, e mi sono beccato 2 lastre spacciate come innocue e che invece ora leggo potere essere nocive, e soprattutto me le sono lasciate fare fidandomi di un medico che le proponeva come innocue. In più ora ho un dente devitalizzato che non dava alcun problema e che probabilmente sarebbe potuto guarire con una semplice otturazione. Il dentista quando ho fatto notare che mi aveva devitalizzato un dente a caso, è andato visibilmente in agitazione dicendomi che comunque era cariato e dicendo che avrebbe fatto tutto gratis. Ma io ora ho un dente che non mi dava problemi devitalizzato. Sareste così gentili da dirmi quali danni si possono avere da una devitalizzazione fatta male? E per caso ci sono gli estremi per chiedere un risarcimento per un dente devitalizzato "a caso"?

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
il suo racconto mi lascia un po' perplesso e mi sembra che si sia proceduto in maniera un po' confusionaria. Parliamo di una struttura privata o pubblica?
Comunque per quanto riguarda l'esposizione ai raggi X, stia pur tranquillo che in questo caso è minima, le endorali sono davvero a basso dosaggio, specie se digitali, come anche l'ortopanoramica, se digitale le radiazioni sono ridotte fino al 60%. Ma comunque parliamo sempre di bassi dosaggi in questi casi, non paragonabili ad esempio ad una TAC tradizionale. Per cui su questo può star tranquillo, anzi le dirò che normalmente una terapia canalare (devitalizzazione) prevede l'esecuzione di tre radiogrammi endorali, pre- intra- e post-operatorio.
Riguardo al fatto che la devitalizzazione sia stata fatta male, mi sembra che questa sia una sua supposizione, non so come si è proceduto e qual è il risultato finale, per cui questa valutazione andrebbe fatta da personale competente, è ovvio che qualsiasi terapia, qualsiasi, se eseguita male può creare problemi nel breve e nel lungo termine.
Si chiarisca meglio con il collega che l'ha curata e consiglio sempre moderazione e buon senso.

Cordiali saluti.
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#2] dopo  
Utente 484XXX

Scusi dottore se mi sono espresso in maniera poco chiara, proverò ora a chiarire la situazione sulla questione "doppia devitalizzazione". Il medico privato al quale mi sono rivolto, nonostante io gli avessi indicato il dente che mi dava problemi con certezza dovuta a un lento progredire dei sintomi, ha voluto devitalizzare un dente dell'arcata superiore perchè secondo lui era il responsabile del problema. Il medico è arrivato a questa conclusione sbagliata perchè l'anestesia che mi aveva fatto alla parte inferiore della bocca tardava a funzionare e il dolore rimaneva. Questo dottore ha iniziato a trapanare il dente PRIMA di accertarsi che fosse quello giusto con una lastrina, l'ha voluta fare quando aveva già iniziato a bucare il dente e evidentemente non si è trovato davanti la situazione che credeva. Tanto che ha detto "così non ci riesco devo farti una lastra". Una volta devitalizzato il dente che non aveva mai dato alcun problema, il dolore allo svanire dell'anestesia della parte inferiore è tornato, e il dentista allora ha devitalizzato il dente che io gli avevo indicato all'inizio, facendo spalire il dolore. Quindi mi è stato devitalizzato senza motivo un dente che non mi dava problemi, e visto che un dente devitalizzato non è più forte come uno ancora vivo sono abbastanza seccato con questo dottore, specie perchè io ero andato da lui indicando il dente giusto. Mi sono stati devitalizzati due denti in passato e uno si è spezzato, lo considero un danno dovuto a poca professionalità, anche perchè pur non essendo un medico sono in grado di vedere l'atteggiamento poco professionale di questo individuo essendo stato in cura per anni da una brava professionista. Appena la mia solita dentista sarà di ritorno dalle ferie le mostrerò la panoramica che mi ero fatto pochi giorni fà, e mi domando se ci siano gli estremi per fare una denuncia se il dente devitalizzato per sbaglio fosse stato invece curabile da una semplice otturazione senza dovere arrivare a tanto. Spero di essermi spiegato meglio. La ringrazio per avermi rasserenato sulla non nocività delle lastro che mi sono state fatte, mi ero preoccupato molto, ma non trovo professionale da parte di questo medico avere comunicato scorrettamente informazioni a un paziente. Grazie ancora per la risposta

[#3] dopo  
Utente 484XXX

Mi scusi se faccio un ulteriore domanda, ma il dentista non riuscendo a fare funzionare bene l'anestesia, che comunque mi ha somministrato più volte sempre iniettandola nello stesso punto mi ha messo nel dente un prodotto che ha definito necrotizzante per fare morire il nervo visto che provavo dolore, dopo di che mi ha chiesto di sciacquare la bocca prima di richiudere il dente e ne ho sentito il sapore di deglutendone un pò per errore. E' qualcosa di pericoloso? Quando gli ho chiesto se questo necrotizzante potesse dare problemi di salute lui ha detto di no ma sembrava inebetito e indeciso.

[#4] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
effettivamente, da quanto lei racconta, si denotano alcuni errori di percorso, chiamiamoli così, nella prestazione erogata, non voglio però addentrarmi nella questione perché lo trovo poco professionale e corretto da parte mia nei confronti del collega ma non credo che vi siano gli estremi per una denuncia. Poi magari, se vorrà, farà valutazioni più approfondite e attendibili con la collega che la cura solitamente.
Le posso solo consigliare di attendere che ritorni la sua dentista di fiducia perché alcune procedure utilizzate finora non sono in accordo con i protocolli oggi utilizzati e consigliati in endodonzia.

Cordiali saluti
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#5] dopo  
Utente 484XXX

Dottore ma corro dei rischi di salute avendo deglutito questa sostanza necrotizzante? Ho letto un pò in giro su internet e non ne parlano bene, ma io non sono un medico e non sò cosa pensare. Un dente devitalizzato se non c'era bisogno non è un danno?

[#6] dopo  
Utente 484XXX

Sono andato con i risultati della panoramica antecedente all'intervento da un dentista serio, dal responso della panoramica i denti che sono stati devitalizzati erano entrambi sani e me lo ha confermato anche lui. C'è la possibilità che il dolore fosse causato da un dente del giudizio mal posizionato che preme sulla radice. Dopo il primo giorno in cui non sentivo più dolore, il dolore si è ripresentato in misura quasi paritaria a quello pre devitalizzazione. E' normale che il dente seppur devitalizzato faccia così male? Quali possono essere le cause? Mi è stato ipotizzato un eventuale imperizia nella pulizia canalare che richiederebbe una riapertura del dente e disinfettazione, anche a fronte del lavoro di chiusura del dente definito "scandaloso" dal nuovo medico che stentava a credere che fosse possibile lavorare così visto che era in un materiale inadatto e molle che presentava infiltrazioni dopo soli 2 giorni. Ci possono essere altre cause per questo dolore? Non vorrei rischiare altre brutte esperienze e spendere cifre importanti per nulla. Il dente non lo posso sfiorare perchè mi da un dolore atroce, e se non ci tengo sopra acqua fresca mi da il dolore paritario a prima dell'intervento. Da due giorni è impossibile dormire perchè senza acqua in bocca vedo le stelle, nessun antidolorifico funziona. Mi è stata prescritta una cura antibiotica ma non sembra dare risultati. Non resisto più.

[#7] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
mi sembra di capire che il nuovo collega che l'ha visitata si sia già espresso negativamente sulle terapie finora effettuate quindi, se i trattamenti sono incongrui, vanno necessariamente ripetuti in maniera corretta altrimenti il dolore non passerà mai, con nessuna terapia farmacologica. E quindi questa è una prima cosa da fare.
Alla sua domanda "Ci possono essere altre cause per questo dolore?" non posso darle risposta perché a questa domanda si può rispondere solo visitando il paziente.
Alle sue domande invece "E' normale che il dente seppur devitalizzato faccia così male? Quali possono essere le cause?" le posso rispondere che in questi casi il dolore può essere o a partenza dal parodonto, ossia il legamento del dente che tiene ancorate le radici all'osso e che conserva comunque, come è normale che sia, le sue terminazioni nervose oppure, nel caso in cui la strumentazione fosse stata incompleta, anche dall'endodonto nel caso in cui appunto permangano ancora residui di polpa dentaria vitale che non sono stati evidentemente rimossi durante la terapia canalare.

Cordiali saluti
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#8] dopo  
Utente 484XXX

Dottore la aggiorno ulteriormente sulla mia situazione che rasenta il ridicolo, oggi mentre lavavo i denti ho notato sul dente devitalizzato come un piccolo puntino bianco, ho dato una sola spazzolata e la "chiusura" mi passi il termine improprio del dente è saltata via come se non fosse minimamente fissata al dente. Il piccolo puntino bianco si è rivelato essere uno di quei piccolissimi fili a punta bianchi che si mettono dentro ai canali devitalizzati che era invece stato fatto uscire e si era fuso con la "pasta" con cui si richiude il foro della devitalizzazione. Io non ho parole. Sono andato da un medico per risolvere un problema e me ne trovo due in più. Ho preso appuntamento con un medico legale.