Cisti o granuloma?

Buonasera,

ho deciso di scrivere qui aver ascoltato alcuni pareri contrastanti in merito ad una questione che cercherò di spiegare brevemente.

In seguito ad un consulto presso un dentista che ritengo di fiducia, questo in seguito ad una valutazione della tac ha individuato una cisti nella parte dell'arcata superiore vicino al seno mascellare creatasi in seguito ad una vecchia devitalizzazione che non è stata seguita ad hoc e così vorrebbe eseguire un'apicetomia trattandosi di una cisti e non di un granuloma in quanto nel secondo caso ha detto che avrebbe seguito la strada di un ritrattamento.

Inoltre lo stesso dentista, in seguito alla visita mi ha detto di voler togliere i denti (uno l'ho appena tolto data la presenza di una carie) del giudizio a scopo cautelare data la presenza di macchie bianche presenti all'interno della bocca sulla parte sx e dx dell'interno guane che potremmo tramutarsi in qualcosa di brutto in futuro.

Fin qui tutto chiaro se non per il fatto di essermi un pò spaventato e ciò mi ha spinto a ricercare un altro consulto da un altro dentista ma qua entra in gioco il bello in quanto quest'ulteriore specialista mi ha detto che non si tratta di una cisti bensì di un granuloma e il protocollo da seguire sarebbe prima quello di effettuare un ritrattamento per poi comprendere se il granuloma nell'arco di 3-6-9 mesi si riassorba da solo.

Inoltre questo dentista mi ha confermato il discorso delle macchie bianche in bocca ma mi ha detto di non preoccuparmi dato che non sono in uno stato preoccupante, è normale dato che sono anche fumatore e che al massimo avrei potuto limare (scusate per il termine errato) i denti del giudizio per evitare che tocccassero le gengive e pertanto sposa la filosofia conservatrice dei denti dato che stanno bene.

Pertanto mi trovo due pareri differenti; un primo che mi parla di cisti e necessità di apicetmoia + estrazione dei tre denti del giudizio che mi sono rimasti e che stanno bene; un secondo parere che mi parla di granuloma e ritrattamento della devitalizzazione + pensiero conservatore dei denti del giudizio dato lo stato in bocca non preoccupante.

Come devo muovermi?
[#1]
Dr. Giuseppe Antonio Privitera Dentista 3.1k 124 2
Cerco di porle chiarezza:
1. La diagnosi di cisti e granuloma non si può fare mai solo radiograficamente. Si farebbe infatti con una biopsia, che è dirimente nella diagnosi. Il punto però è questo: non si attua perché generalmente la terapia è sempre endodontica (devitalizzazione). Nel suo caso, con i profondi limiti di un consulto a distanza, sarei più propenso a tentare un ritrattamento. Se questo non va in porto, ha tempo di effettuare un'apicectomia;
2. Non abbiamo modo di visionare queste macchie biancastre, ma possiamo ritenere di essere dei traumatismi, legati all'interposizione del dente del giudizio. È vero che questi traumatismi, se perpetuati nel tempo, soprattutto in un soggetto fumatore, possono determinare delle lesioni potenzialmente maligne, ma sono evenienze comunque rare.
Di norma, se i denti del giudizio sono in salute, si può monitorare la condizione, eventualmente è giusto parlare di estrazione.
Saluti

Giuseppe Antonio Privitera

[#2]
Utente
Utente
Gent.Le Dr Giuseppe Antonio la ringrazio per la tempestiva risposta. Da quanto esposto, seppur con i limiti del caso dettati dalla distanza, comprendo che lei sposi la teoria del secondo consulto avuto ovvero quello di seguire dapprima un ritrattamento della devitalizzazione monitorando il proseguo. sperando in una regressione del problema e solo successivamente optare per una apicetomia.
Stesso discorso per i traumatismi presenti nel cavo orale lasciando i denti del giudizio al posto loro dato il loro stato di salute( non si trovano in posizione anomala e per lo più non hanno problemi) e monitorando nel tempo la presenza di questo ispessimento della mucosa.

inoltre volevo condividere con lei il responso della tac dalla quale, a mio parere, non si evince la presenza di una cisti. Ovviamente, essendo ignorante in materia e non avendo le competenze per comprendere la natura della tumefazione dalla tac, non posso espormi.
Di seguito le riporto: area litica rotondeggiante periapicale del tipo flogistico in corrispondenza di 2.5 e, di minori dimensioni, in corrispondenza della radice vestibolare mesiale di 2.6.
R.A.: lieve ispessimento della mucosa del pavimento dei seni mascellari.
[#3]
Dr. Giuseppe Antonio Privitera Dentista 3.1k 124 2
Come le dicevo, radiograficamente non si può trattare di cisti, granulomi ecc. Il radiologo riporta appunto queste "aree litiche", che noi in clinica definiamo lesioni periapicali.
Il radiologo segnala la presenza delle stesse sia un premolare superiore a sx, e sia sulla radice mesiovestibolare del molare contiguo.
Più di questo non posso dirle.
Salute orale

Igiene dentale, carie, afte e patologie della bocca: tutto quello che devi sapere sulla salute orale e sulla prevenzione dei disturbi di denti e mucosa boccale.

Leggi tutto