Piede gonfio dopo il gesso

Salve, circa 30 giorni fa mi sono microfratturato il 3 e 4 metatarso del piede sinistro, ieri ho tolto il tutore walker sustitutivo al gesso che l’ortopedico mi aveva prescritto, l’ortopedico mi ha detto che con le stampelle posso re iniziare a camminare fin da subito, cosa che ho fatto senza neanche troppi fastidi, mi preoccupa però che il piede si gonfi molto velocemente e che alla vista risulti più Scuro dell’ altro, quasi Rossiccio/viola, dovrei preoccuparmi?

Ringrazio in anticipo, attendo risposta
[#1]
Dr. Antonio Mattei Ortopedico, Geriatra 942 50 10
Gentile Utente
Il fatto che si "gonfi" il piede dopo una frattura con relativo periodo di "non carico" sull'arto interessato rientra nella normale evoluzione del trattamento di queste lesioni.
Iniziando a dare un carico sempre più importante l'edema dovrebbe diminuire per effetto della riattivazione dell'effetto pompa sulla circolazione periferica dovuta al carico.
Se questo no dovesse succedere e cioè se il gonfiore non dovesse migliorare Le consiglio di far valutare la situazione al suo ortopedico di fiducia.
Cordiali saluti

Antonio Mattei

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore, innanzitutto vorrei ringraziarla per la sua risposta. Ormai è passato circa un mese dalla rimozione del gesso, ma ancora mentre cammino mi sembra di buttare la caviglia all’ infuori, alcuni amici mi hanno consigliato di usate una cavigliera , di quelle sottili per intenderci, da usare sotto la calza , dopo averla provata per circa un ora ho riscontrato molto meno fastidio a camminare, secondo lei dovrei continuare ad utilizzarla ?