Utente
Salve

Sono un ragazzo di 28 anni, circa 8 mesi fa mi è stato diagnostica un adenoma pleomorfo di 1,5 cm alla parotide sx sto informandomi per effettuare l'operazione per la sua asportazione, però sono molto curioso ed avrei alcune domande da porvi:
-come si forma un adenoma pleomorfo della parotide o meglio quali sono i fattori di rischio;
-l'operazione di asportazione viene effettuata in anestesia locale o totale e quali sono i rischi dell'anestesia (non sono mai stato operato prima);
-qual'è il periodo migliore dell'anno per subire questo tipo di operazione;
-il fatto che il mio "amico" adenoma sia (a mio avviso) molto superficiale e molto lontano dal nervo facciale è una cosa relativa o può essere considerato un fattore positivo (riesco a sentirlo tutto toccando la zona in cui è posizionato);
-a me sembra che il mio adenoma a volte sia più piccolo (anche se da diverse misurazioni effettuate durante l'ecografia non viene rilevata variazione della misura);
-io mi sono accorto della nascita dal mio adenoma da un giorno all'altro in coincidenza di un influenza intestinale che ho avuto è normale ciò.

Mi rendo conto che le mie domande possono sembrare inusuali ma mi servono per capire meglio quello che sta accadendo, inoltre volevo chiedervi indicazioni sul chirurgo che dovrà effettuare l'operazione, se c'è qualche centro particolarmente adatto, considerate che la mia vita si svolge per lavoro in tutta italia quindi di buon grado vado ovunque ci sia il miglior centro.

Vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità accordatami e vi auguro un buon lavoro.

[#1]  
Attivo dal 2010 al 2011
Cominciamo con le risposte:
1) Non è noto come si possa formare un adenoma; in particolare non sono conosciuti fattori di rischio (come ad esempio il fumo di sigaretta per i tumori polmonari o della laringe).
2) L'intervento chirurgico è effettuato in anestesia generale e può consistere in una parotidectomia totale o nella asportazione del solo lobo superficiale della parotide se l'adenoma è qui localizzato. I rischi della anestesia generale sono legati al suo stato di salute (esiste una classificazione, cosiddetta ASA, che va da 1, quelli a rischio più basso, a 4, quelli a rischio più alto) e sono indipendenti dall'avere eseguito o meno altri interventi chirurgici.
3) Non esiste un momento migliore dell'anno. Ogni giorno va bene.
4) Piccole variazioni di dimensioni possono essere possibili per eventuali fenomeni infiammatori che si sovrappongono.
5) Vedi risposta 1)
6) Il chirurgo migliore non esiste. L'intervento è generalmente eseguito dagli specialisti ORL ed è una pratica molto diffusa per cui credo che possa trovare la persona più adatta a Lei senza spostarsi in giro per l'Italia consigliandosi con il Suo medico.

[#2]  
Dr. Andrea Muzza

24% attività
0% attualità
12% socialità
SAVONA (SV)
LOANO (SV)
FINALE LIGURE (SV)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
concordo con le risposte del collega Magnani, si accerti comunque di avere in mano una ecografia e un esame citologico, in base alla localizzazione della neoformazione vista la giovane età verificherei se sia possibile un accesso cutaneo tipo face-lift giusto per rendere meno visibile la cicatrice.
cordiali saluti
Dott. Andrea Muzza
Specialista in Otorinolaringoiatria
Dirigente Medico I livello Ospedale San Paolo Savona
www.andreamuzza.it

[#3] dopo  
Utente
Grazie per le risposte fornitemi.

In riferimento al possibile accesso cutaneo tipo face-lift mi piacerebbe approfondire le mie conoscenze o meglio fare un bilancio costo benefici:
-questo tipo di accesso potrebbe aumentare i rischi di una possibile lesione del nervo facciale?
-potrebbe diminuire la possibilità che l'adenoma sia totalmente asportato con possibili recidivanti?

Quindi lei crede che pur (a parer mio) piccolo l'adenoma e posto molto superficialmente si necessiti di una incisione grande?

Vi ringrazio

[#4]  
Dr. Andrea Muzza

24% attività
0% attualità
12% socialità
SAVONA (SV)
LOANO (SV)
FINALE LIGURE (SV)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
l'accesso estetico non aumenta il rischio di lesioni al nervo faciale e non diminuisce la possibilità di asportare radicalmente la neoplasia a meno che il nodulo non sia grande e posizionato molto anteriormente.
L'incisione è sempre più o meno delle stesse dimensioni anche nei piccoli noduli, l'incisione serve per la ricerca del faciale, questa è una chirurgia basata sulla ricerca e conservazione dei rami del nervo.
Dott. Andrea Muzza
Specialista in Otorinolaringoiatria
Dirigente Medico I livello Ospedale San Paolo Savona
www.andreamuzza.it