Utente
Gentili dottori,

Buonasera.


Sono un ragazzo di 24 anni, alto 177 cm e peso 62 kg.


Dopo alcuni giorni in cui avvertivo un calo dell'udito, una sera ho sentito una sensazione di prurito e di "puntura" all'interno dell'orecchio.
Sensazione che si amplificava durante la masticazione e la deglutizione.


Mi sono recato dal medico di base, anche perché ho notato un linfonodo -sotto la mascella e sul lato del collo- ingrossato, abbastanza grosso.
Non dolente.

Non ho accusato sudorazione eccessiva, solo mal di testa e cefalea, causate ahimè dallo stress di cui soffro.


Il mio medico mi ha palpato il linfonodo, non trovandovi nulla di preoccupante, non mi ha prescritto antinfiammatori oppure esami.


Mi ha trovato un tappo di cerume (dovrò mettere delle gocce nell'orecchio).


È possibile sostenere una correlazione tra il tappo di cerume e il linfonodo?
(linfonodo che si trova sullo stesso lato dell'orecchio)

Sono un soggetto molto ipocondriaco, non per sfiducia nel mio medico (molto preparato, molto tranquillizzante; non ha trovato nulla di grave) ma Vi chiedo se sia il caso di sostenere degli esami per il linfonodo.


Grazie mille.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non c'è una correlazione fra il linfonodo ed il tappo di cerume. Poiché dovrai recarti da uno Specialista per la rimozione di detto cerume, a quel punto verrà fatta anche una valutazione di questo linfonodo, cercando di capirne la sua origine. Niente di grave comunque, stai tranquillo.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Gentile professore,

La ringrazio.

Il suo consulto è per me molto importante.
Il mio medico di base mi ha già palpato il linfonodo, definendolo "linfonodino", non apparendo preoccupato. Mi ha detto solo che si è ipertrofizzato, di non toccarlo troppo e di stare attento.

Fra poco tornerò da lui per pulire l'orecchio.
Vivo questi giorni prima della visita molto in ansia e mi sto accorgendo di essere sempre più nel panico, se non fobia, delle malattie. (Linfoma, in questo caso per il linfonodo)

Cercherò di farmi passare questo periodo.

Grazie ancora

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Probabilmente stai passando un periodo di stress: alla tua età non si puo' pensare alla malattia che deve essere l'ultimo dei pensieri. Si tratta, sicuramente, di un linfonodo su base infiammatoria. Con una cura antinfiammatoria cortisonica il tutto si risolverà, ne sono sicuro
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Gentile professore,

Grazie infinitamente ancora.

Sì è vero, sono in un periodo di stress : la paura del contagio, le continue ricerche su internet... Non avendo altri passatempi, essendoci il lockdown, quasi impiego il mio tempo libero per cercare sintomi e malattie, su internet. Sto sviluppando disturbi ossessivo-compulsivi.

Le sue parole mi hanno quasi commosso, sicuramente mi hanno colpito e ne farò tesoro.

Grazie ancora del Suo prezioso tempo, la mia stima per Lei.

[#5] dopo  
Utente
Gentile dottor Brunori

Buonasera.

Sono stato dal medico di base per provare a fare il lavaggio dell'orecchio.
Purtroppo non siamo riusciti ad espellere il tappo di cerume.
Il linfonodo si è ridotto di volume, il mio medico ha anche provveduto ad una palpazione.

Ora, è possibile che il tappo di cerume sia così adeso? Anche dopo aver provveduto all'uso di Cerusilina? Ho troppa ansia, e causa internet ho letto varie cose, precipitando nello sconforto.

Non avverto dolore o instabilità, solo che alcune volte alla digitopressione del trago sento una sensazione di fastidio, anche se credo sia legato all'ATM.

Dovrò andare dall'otorino per rimuoverlo.

Le chiedo se cortesemente potesse prestarmi il suo consulto, per me molto importante. Grazie

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Calma, perché tutta questa ansia. E' abbastanza normale che ci vogliano piu' giorni per ammorbidire il cerume e, vedrai, quando tornerai dallo Specialista, il tutto si risolverà, stai tranquillo
Dr. Raffaello Brunori

[#7] dopo  
Utente
Gentile dottore
La ringrazio.

Come le ho scritto il linfonodo si è ridotto ma non è scomparso. Sta diventando un'ossessione. Quanto posso attendere? Ho sempre paura che si gonfi come prima.

Grazie

[#8]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Il linfonodo puo' rimanere palpabile anche per diversi mesi od anni .Non stare a toccarlo, altrimenti aumenta di grandezza.
Dr. Raffaello Brunori

[#9] dopo  
Utente
Grazie dottore,

Il mio medico alla palpazione aveva ritenuto fosse di natura infiammatoria. Non mi ha prescritto alcun tipo di cura.
Quando sono tornato da lui ha notato che fosse notevolmente diminuito di volume.
Però è rimasta una pallina proprio sotto la mandibola. È possibile che rimanga così? Sono passati circa 10 giorni dall'ingrossamento. Grazie

[#10]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Se leggi cio' che ho scritto, tale linfonodo puo' rimanere in sede diversi mesi od anni
Dr. Raffaello Brunori

[#11] dopo  
Utente
Grazie dottore,

Non volevo in alcun modo mancarLe di rispetto.
Dovrò andare a fare il vaccino antinfluenzale da un medico diverso e sono letteralmente terrorizzato dal responso che potrebbe darmi nel caso mi rivolgessi a lui per palpare il linfonodo.

Ho il terrore che se ne gonfino altri, che non si sgonfi abbastanza oppure che il primo mio medico di fiducia non abbia palpato bene il linfonodo (2 volte).

Accuso rigidità di collo ma penso sia dovuto alla mia ansia.

Grazie per le rassicurazioni, ne avrei bisogno

[#12] dopo  
Utente
Gentile dottor Brunori,

Un aggiornamento :

Stamattina ho notato un rigonfiamento del linfonodo. Ieri l'ho palpato un po', ammetto.

Ho provveduto a riferire tutto ciò al medico curante, il quale, dopo avermi detto di essere abbastanza tranquillo sulla valenza non patologica del linfonodo (palpato da lui due volte - alla seconda aveva notato la riduzione di volume) mi ha consigliato - per mia tranquillità - di fare esami del sangue e ecografia.

Ora, sono giorni che non faccio altro se non pensare al linfonodo, palparlo per vedere se si sgonfia, leggere su internet... Vorrei evitare di andare in sale o ambulatori durante questa pandemia.
Lei pensa che dovrei invece fare questi esami?

Ho troppa paura che esca fuori qualcosa di terrificante.

Prendendo eventualmente un antinfiammatorio come Flogasine, se il linfonodo non si sgonfiasse?

So di essere petulante, ma da questa pandemia esco sempre più ipocondriaco... La ringrazio

[#13]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Devi smettere di stare sempre a toccare il linfonodo, altrimenti aumenterà sempre di volume. La tua fortuna è che stiamo distanti altrimenti ti avrei dato una bacchettata sulla mano! Ahah. Si, sono d'accordo su una cura antinfiammatoria per almeno 6 giorni e vediamo che succede. Stai tranquillo!
Dr. Raffaello Brunori

[#14] dopo  
Utente
Gentilissimo dottore,

Lei come il mio medico di fiducia, avete tutta la mia stima, anche per questo servizio via web che fornite

Cercherò di stare attento ma mi permetta di farLe un ultima domanda nonché considerazione

Proprio sul lato destro ho un dente del giudizio che direi quasi a "metà", nel senso che si vede, a sinistra non c'è niente.
In effetti il dolore che sentivo all'orecchio (sempre destro) era avvertito più come in fondo alla gola che non dentro il canale uditivo.

Il linfonodo è sito sotto l'angolo mandibolare, però sul collo, non sotto la mandibola. È quasi in verticale rispetto al dente. Ogni tanto sento quasi come un intorpidimento della guancia, sempre tutto e solo a destra, localizzato a livello della parotide.

Dice che anche questa strada del dente del giudizio sia percorribile? Il linfonodo potrebbe essersi ingrossato per quello?
Potrebbe darmi anche una sensazione di dolore vicino all'orecchio?
Recentemente ho avuto un'afta gengivale molto grande ed inoltre mi si era spezzato un dente a sinistra.

Lo so che non sarebbe di sua competenza, ma per lei, ci potrebbe stare come correlazione?

Grazie infinite anche oggi