Ronzio metallico orecchio da un mese e mezzo

Salve, sono una ragazza di 23 anni e ultimamente soffro di un ronzio all’orecchio destro, un rumore metallico, all’inizio delicato... da un mese e mezzo... All’inizio erano abbastanza ad intermittenza e sono andata appunto dal mio otorino di fiducia che ha proseguito al controllo, lavaggio ed esame audiometrico.
Disse che il mio udito era perfetto e che non c’era motivo per dire che fosse acufene e che era solo un banale tappo di cerume.
Quando mi fece il lavaggio mi tolse due tappi di cerume (il cerume era più a sinistra che a destra, cosa che non ho capito visto che il rumore ce l’ho a destra) disse che sarebbe passato in due ore ma rimase comunque, così lo contattai la sera stessa e lui mi disse che dovevo consultare un ognatologo (premetto che non digrigno i denti).
Sono stata 10 giorni occupata e non ho potuto consultare nessun medico, ma il rumore persisteva.
Quando poi mi sono liberata ho iniziato a prendere l’aerius (antistaminico) e il rumore ha cessato di esistere per esattamente 4 giorni.
Dopodiché, è ricominciato, allora ho contattato l’otorino e ho preso appuntamento per un esame più approfondito (fibroendoscopia).
Ho il 5 maggio la visita... Poi sono anche andata dal mio medico base che mi ha prescritto un areosol con antibiotico (pensando fosse catarro) solo che le uniche due volte che ho fatto l’areosol il ronzio era sempre più forte, come se gli desse fastidio.
Allora ieri ho provato a fare l’areosol senza antibiotico, con solo cortisone, e il ronzio si è calmato per un po’... Per esempio anche quando ci butto l’acqua per pulire l’orecchio il ronzio continua ad essere più forte, è come se gli provocasse fastidio.
L’unico problema è che da due giorni a questa parte il ronzio è sempre più forte... Continuo... non più ad intermittenza e non mi lascia neanche un minuto di silenzio.
Tre giorni fa è sparito per un giorno intero e poi è ricominciato così... Premetto che sono una ragazza molto ansiosa e tutto questo mi sta facendo impazzire, ho paura che questo rumore persista per sempre e mi viene da pensare che sia qualcosa di più di un semplice tappo di cerume... Cosa posso fare per alleviare un po’ il rumore fino a quando non avrò l’esame?
Grazie mille per la pazienza...
[#1]
Dr. Ivano Bruno Bertetto Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 495 18
Buongiorno,
ho letto tutta la storia di questo tuo acufene, gli esami e le cure seguite.
Ti consiglio innanzitutto gli esami che servono per chiarire l'origine dell'acufene: un esame audiometrico ed un timpanogramma.
Da questo, si potrà capire se l'origine è dalla tuba, oppure dal nervo acustico.
E' difficile consigliarti una cura in attesa della visita, perchè a seconda della causa del ronzio, la cura è diversa e si rischia di sbagliare terapia.
Capisco che il ronzio sia fastidioso, ma non allarmarti assolutamente, e fai la visita con gli esami che ti ho suggerito.

Dr. Ivano BRUNO BERTETTO

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buonasera e Grazie Dottore per la risposta... Volevo informarle che oggi sono andata dall’otorino per eseguire la fibroscopia. Appena arrivata mi ha detto che fare questo esame sarebbe stato inutile secondo lui e per quello che mi aveva visitato (mi fece anche l’esame audiometrico e l’udito era ed è perfetto)... Mi ha di nuovo proposto di andare da uno gnatologo. Più o meno una settimana fa ho avuto quei ronzii forti di cui le parlavo, per due giorni erano continui ed incessanti... Così ho scritto al mio otorino e ho chiesto se in qualche modo potesse esserci qualcosa per alleviare il sintomo... mi ha consigliato Deltacortene da 25 gr e per 5 giorni ne ho presa la metà. I rumori sono scomparsi, non risento quasi niente... a dir la verità sto molto meglio. Riguardo oggi invece mi sono svegliata con un fortissimo dolore alle gengive e un forte male alle tempie. Ho ancora i denti del giudizio che devono uscire, ormai sono anni. L’otorino mi ha controllato anche i denti e ha visto che un dente del giudizio sta crescendo storto e l’ottavo dente invece è un po’ consumato... Il 25 maggio ho la visita dallo gnatologo e il 27 dal dentista. Secondo lei può essere causa bruxismo o il fatto che stanno crescendo i denti del giudizio? Riguardo il bruxismo... Credo che se digrignassi i denti la notte la mattina me ne accorgerei... Ma non mi sono mai trovata con dolori mandibolari o ai denti di mattina. Premetto che ho ancora la risonanza cerebrale da fare il 15 maggio. Sono un po’ ansiosa perché ho paura che questo rumore tornerà e viverci è davvero stressante. Grazie mille per l’attenzione.
[#3]
Dr. Ivano Bruno Bertetto Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 495 18
Sono d'accordo, il problema che origina dei denti può creare una disfunzionalità dell'articolazione della mandibola con la percezione dell'acufene e con la stimolazione dei muscoli parietali con dolori alle tempie.
Se ci fosse stato un problema profondo dell'orecchio, l' acufene non si sarebbe risolto soltanto con una breve terapia con il cortisone.
La risonanza serve per chiudere il cerchio riguardo la diagnosi uditiva , ma la visita dallo gnatologo la reputo molto importante!

Dr. Ivano BRUNO BERTETTO

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio