Utente 134XXX
Gentilissimo Dottore mi rivolgo a Lei in quanto avrei bisogno di un suo parere.
Ho 32 anni in cura da molti anni per depressione causata da un aborto che ho fatto in giovane età e che ancora non riesco a perdonarmi, da qualche mese stavo meglio così con mio marito (all'epoca era il mio ragazzo quindi concepii con lui) nel mese di settembre abbiamo avuto dei rapporti non protetti nel periodo fertile che però non ha dato frutti, così ho avuto una piccola ricaduta in quanto convinta di essere sterile, nel frattempo ho fatto una visita ginecologica, ecografia interna, pap test e dosaggio prolattina ed i risultati sono stati buoni, così da questo mese ho ripreso la ricerca seguita da uno psichiatra.Ho fatto 15 punture di samyr, e me ne restano altre cinque da fare a giorni alterni, nel frattempo mi ha inserito un quarto di Tatig (sertralina) la mattina, da aumentare a mezza compressa fra dieci giorni, inoltre assumo 1/2 cp di rizen 5 mg(Clotiazepam) 1/2 la mattina, 1/2 il pomeriggio ed una intera la sera, e alle 5 prendo il mag2.Io ora le chiedo nel caso mi scoprissi incinta che danni avrei provocato all'embrione con questi farmaci che assumo? il mio utlimo ciclo è iniziato il 10/11/09.Lo psichiatra mi ha detto di chiamarlo al primo ritardo per inserire un farmaco di mantenimento ma non mi ha detto quale.Ci sono farmaci compatibili con la gravidanza? Nel caso invece anche questo mese non restassi incinta lei ritiene opportuno fare ulteriori controlli? Vi prego rispondetemi è da tempo che seguo le sue risposte e mi fido profondamente di Lei.Io Vi ringrazio e Vi saluto.

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
L'adenosilmetionina (Samyr) ancora oggi viene usata da chi Le scrive nelle neurovegetosi del primo trimestre, con ottimi risultati, non risultando, perciò, assolutamente dannosa per il feto in fase di organogenesi.

Ugualmente le Benzodiazepine, dopo un periodo di sospetto nel loro utilizzo in gravidanza precoce, ultimamente sono state assolutamente "prosciolte" da qualunque dubbio o ipotesi di danno embrio-fetale (mi riferisco al Rizen).

Solo la Sertalina, andrebbe modificata. Però, anche qui, nessuna paura.

Embriologicamente le prime connessioni su base vascolare ed ematica fra madre ed embrione, si realizzano in maniera significativa fra la 16ma e la 20ma giornata dal concepimento, il che corrisponde a circa 2 - 6 giorni di ritardo mestruale. Basterà, quindi, sapere in anticipo come comportarsi con l'assunzione di questo farmaco in caso di gravidanza ...e il gioco è fatto.

Ovviamente tenga sempre a portata di mano un test di gravidanza sulle urine (come primo indicatore), di quelli che si acquistano comunemente in Farmacia (di norma sensibilissimi) per eseguirlo in caso di riatdo mestruale anche minimo (anche di un solo giorno)e...stia in campana.

Quando la cicogna busserà alla sua porta, dovrà essere pronta, semplicemente, a passare da un trattamento all'altro senza alcun problema nè paura di aver danneggiato il Suo bimbo/la Sua bimba.

Le auguro di cuore di riuscire quanto prima in questa Vs ricerca.

Saluti.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente 134XXX

Oh caro Dottore Lei mi ha risposto alle 6 di mattina ed io la ringrazio di cuore.
Solo però le volevo chiedere, Lei con cosa sostituirebbe il Tatig, visto che le altre due categorie di farmaci che assumo non sono a rischio.Lei mi dice di stare in "campana", quindi deduco che il Tatig possa essere dannoso.Scusate il mio attegiamento ansioso, ma capitemi dopo quella brutta esperienza che mi ha cambiato la vita, ora vorrei non dare problemi al piccolino/a che il Signore vorrà donarmi, ma so anche che la depressione non curata in gravidanza provoca danni al feto, ecco perchè le chiedo con cosa sarebbe opportuno sostituire il tatig.La ringrazio.

[#3]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
La domanda dovrebbe porla allo Psichiatra che la segue. Non conosco specificamente l'indicazione al farmaco, però posso dirLe che è uno di quei medicinali poco "sostituibili".
Personalmente, in questi casi, spesso lascio sia l'effetto "benefico" di una gravidanza normalmente evolutiva a fare le veci del farmaco, ma questa è una mia idea molto personale e niente affatto ripetibile o associabile a tutti i casi.
Posso solo dirLe che , in qualche caso, si è dimostrata molto utile una Psicoterapia, senza l'ausilio del trattamento farmacologico.
Ne parli, perciò, col Collega curante.
Sono certo si potrà giungere ad una sorta di "accordo" per Lei utile ed efficace.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente 134XXX

Gentili medici se qualche altro di Voi ha avuto esperienze in merito, Vi prego di dirmi che strategia avete adottato.Grazie

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Esistono diversi antidepressivi con le stesse indicazioni del tatig. Il tatig è attualmente segnalato per un certo rischio nel primo trimestre, mentre di molti altri pur non esistendo dati certi, si sa che sono usati da 30 anni senza segnalazioni importanti sulla gravidanza. Quelli della categoria del tatig sono oggetto di studi recenti, che segnalano però cose poi ridimensionate o ristrette solo ad alcune molecole e non ad altre simili.
Il numero verde 800883300 le può fornire le ultime indicazioni sulla base di dati aggiornati in tempo reale.
Le benzodiazepine è bene che siano segnalate al ginecologo, per il fatto che se non sono sospese al momento del parto, il neonato necessita di osservaizone e profilassi della sindrome da sospensione da benzodiazepine. Se invece la madre sospendere gradualmente sotto guida medica nellee settimane precedenti ciò non si rende necessario, ripeto, gradualmente e sotto guida medica.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 134XXX

Grazie Gentile Dottore, io ho chiamato sia il numero da lei citato sia il telefono rosso ma i pareri sono contrastanti....ecco perchè sono in crisi.A Bergamo hanno detto che non ci sono problemi per la sertralina mentre al telefono rosso mi hanno parlato di problemi cardiaci per il feto.....a chi credere?

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non è che i pareri siano contrastanti, è che per molti farmaci non sono stati raccolti dati tali da fornire risultati chiari, per cui ci si basa su un rapporto rischi benefici calibrato sul singolo caso. Per tatig c'è stata una segnalazione recente, chiaramente provvisoria ma a cui è buona norma attenersi fino a nuove delucidazioni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Al telefono "verde" le hanno dato le informazioni aggiornate alle ultime scoperte. Che sono anche le più caute.
Come le ho detto esistono altri farmaci della stessa categoria del tatig per cui questo rischio invece non è risultato.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 134XXX

Gentile Dottore...........quali sono? Per piacere me ne stò facendo una malattia.Vi prego rispondetemi.

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non vedo il problema, tanto deve decidere il suo psichiatra quale usare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
Utente 134XXX

Caro dottore il fatto è che io conosco bene la depressione, e ho tanta paura che il mio psichiatra mi lasci scoperta in caso di gravidanza, e non so se riuscirei ad andare avanti senza farmaci ecco perchè le chiedevo quali sono utilizzati in genere in gravidanza .... così magari se lui mi dice di non prendere niente io potrei nominare i farmaci che lei ritiene meno pericolosi...ecco perchè imprecavo una sua risposta alla mia domanda.Io non ci capisco niente giro su internet ma trovo tutto e il contrario di tutto, volevo il parere di un esperto, quale ritengo lei sia, altrimenti non avrei insistito.Grazie mille

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente ha un medico apposta per prendere queste decisioni.
"imprecavo" significa bestemmiavo, credo volessere dire imploravo...
Non è questa la sede per dare alcuna risposta, lei ha un medico e comunque si tratta di una prescrizione
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
Utente 134XXX

Che vergogna mi scusi ....volevo dire imploravo, mamma mia che figuraccia spero non si sia offeso...Dottore lei ha ragione ma io non chiedo da parte sua una prescrizione, ci mancherebbe, ma un consiglio.Accidenti non voglio ricadere in depressione, e se ci sono possibilità vorrei vivere bene anche in una eventuale gravidanza....Dottore ho tanta paura che mi facciano stare di nuovo male.Glielo dico con il cuore in mano.

[#14]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"mi facciano stare di nuovo male": chi ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#15] dopo  
Utente 134XXX

I medici...il primo neurologo mi cambiava le medicine ogni 15 giorni ed io non guarivo mai mi beccavo solo gli effetti collaterali dei farmaci, poi andai alla asl del mio paese e mi curarono bene ma appena dissi che volevo una gravidanza ( agosto ) mi tolsero il sereupin e mi diedero una cp di samyr al giorno con effetti devastanti sulla mia psiche, ora ho cambiato ed il nuovo psichiatra all'inizio mi ha fatto fare punture di samyr, e poi mi ha introdotto il tatig insieme al rizen...ora mi sto riprendendo ma ho passato 15 giorni da incubo, non mangiavo la mattina mi sembrava di essere in una altra dimensione, tremavo, avevo nausea vomito...sono stata malissimo, ma ripeto ora va un poco meglio a parte le mie paure di cambiare di nuovo farmaco o restare di nuovo senza.Grazie

[#16]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

non mi sembrano giustificate le parole così dure e accusatorie contro chi ha semplicemente seguito una generica cautela.
Hanno cercato di sostituirle serupin con samyr, certo che se questa sostituzione è stata fatta rapidamente ha avuto una sindrome da sospensione con relativi malesseri, ma era in gravidanza e i medici possono aver ecceduto in cautela ma non hanno fatto cose assurde.
Come vede invece un altro medico valutando il fatto che lei è stata così male ha reinserito tatig, ma l'avrebbe fatto se fosse stato il primo a valutarel a sua terapia in gravidanza ?
Adesso semplicemente tra i vari farmaci lo psichiatra valuterà quello che può pià tranquillamente assumere in gravidanza se ritiene che ve ne sia bisogno.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#17] dopo  
Utente 134XXX

Dottore ma io non sono ancora in gravidanza ma la sto cercando...ed ho paura perchè so che questi non vanno bene in gravidanza...cmq la sospensione del sereupin mi fu fatta da un giorno all'altro, per questo sono stata male e poi non capisco perchè introducendo il tatig ho avuto una nuova crisi fortissima....ecco perchè ho paura di cambiare. Grazie davvero

[#18]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se la sta cercando è come dire che potrebbe trovarsi ad esserlo, e stante la preoccupazione generale dell'uso di farmaci nel primo trimestre i medici si regolano come credono, chi è eccessivamente cauto al punto da sostituire sereupin con samyr, che non sono lo stesso tipo di medicina, chi invece usa una cosa simile, ovvero tatig, però ultimamente ci hanno segnalato che tra gli altri tatig è meglio di no.
Però lei confonde questo problema con il malessere iniziale che può avere con qualsiasi antidepressivo. Non mi sembra che questo sia una questione ragionevole. O chiede una cura adeguata per il suo stato attuale di donna che annuncia di voler rimanere incinta, oppure ha paura di cambiare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#19] dopo  
Utente 134XXX

Ho paura di cambiare di nuovo farmaco perchè il mio psichiatra mi disse che non appena scopro di essere incinta debbo avvisarlo in quanto deve modificare la mia terapia ma non mi dice con cosa mi curerà......e poi ho anche paura della gravidanza...tanta paura...

[#20]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Mi sembra che più che altro esprima uno stato ansioso applicabile a vari oggetti, quindi non mi sembra rilevante il problema specifico del trattamento su cui il suo psichiatra prenderà una decisione se e quando ci sarà bisogno.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#21] dopo  
Utente 134XXX

In pratica lei ritiene che il problema del trattamento farmacologico a cui a quanto pare io non dovrei interessarmi in quanto è una decisione che deve prendere il mio psichiatra, sia legato ad altre paure....quindi il mio accanirmi su questo argomento non è altro che la valvola di sfogo di altri problemi miei incosci...Vero?

[#22]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Inconscio è un termine privo di senso.
Lei esprime paure di diverso tipo, per cui è in cura. Non mi sembra che questa questione della gravidanza faccia sorgere particolari questioni tecniche, e le soluzioni le ha provate a) sospendere in attesa di rimanere incinta; b) continuare una cura e riferire la gravidanza allo psichiatra appena la sa. Le hanno fatto provare la a) e quindi adesso segue la b).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#23] dopo  
Utente 134XXX

quindi che devo fare?

[#24]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Seguire le indicazioni dello psichiatra. E se vuole sapere cose precise sul farmaco x, chiamare il numero 800883300.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it