Utente 147XXX
salve, ho 41 anni premetto che soffro da sempre di sbalzi di umore con comportamenti a volte insensati,manie di persecuzione che mi hanno condizzionato la vita fino a quando mia madre ha avuto un ictus ed e' rimasta completamente paralizzata e senza lucidita,da qual giorno dentro di me qualcosa e' cambiato non mi sento piu' io,diverso sento dei rumori nella mia testa con voci estranee che mi parlano io cerco di non dargli ascolto ma la cosa risulta molto complicata,di mia iniziativa sono in cura da un anno in un csm della zona,finora ho avuto tre psichiatri diversi ed ognuno ha diagnosticato dal bipolarismo grave alla personalita' borderline grave psicotica e l'ultimo psichiatra mi ha certificato che sono affetto da schizzofrenia premetto che con l'ultimo ho avuto piu'incontri che con tutti gli altri,ora mi chiedo a chi devo credere ,io vivo la mia malattia nella piu' totale lucidita' come in questo momento che scrivo ,ha volte ho periodi che esco dalla realta' in preda ai deliri persecutori che mi portano ad avere comportamenti assurdi come rinchiudermi in casa per giorni senza uscire isolandomi da tutto per poi tornare piano piano alla normalita',ho notato pero' che questa mia lucidita' e volonta di comunicare con gli altri nei momenti lucidi mette non poche perplessita ai medici psichiatrici sulla diagnosi della schizzofrenia perche' mi sembra di aver capito che per un psichiatra lo schiozzofrenico non riesce a comunicare in maniera lucida ed obbiettiva come me in questi momenti apparentemente normali,io non so piu' a cosa credere ,quando sto' male non sono piu' io e sento voci avendo anche allucinazioni visive ,per dirne una la mia camera e' tutta scarabbocchiata con un pennarello ma io non mi ricordo di averlo fatto ,che dire la cosa mi fa veramente paura,alcuni psichiatri mi continuano a dire perplessi che io sono lucido facendomi quasi pensare che faccia finta che la malattia sia solo una mia inlusione e la cosa mi spaventa perche' ho paura di non essere curato a sufficenza per la mia malattia ,attualmente sto' prendendo giornalmente invega 9mg a rilascio prolungato 4 depakin 20 gocce di rivotrill ,da quando prendo invega ho meno crisi e sento meno voci,la mente mi sembra piu' elastica,pero' quando sto' male cala la serranda ed esco dalla realta e vivo nel mio mondo e' assurda questa situazione ma e' cosi'sono un pazzo ed un lucido nella stessa persona ,non e' facile spiegare agli psichiatri cosa mi sta' succedendo io gli faccio capire che ho paura e potrei fare anche male a qualcuno in quei momenti,volevo anche chiedervi se secondo voi rischio di essere rinchiuso in qualche struttura contro il mio volere o che rischio qualche restrizzione nella mia liberta'personale sarebbe la fine per me sentirmi bloccato nella mia liberta',penso che il mio caso sia davvero particolare ma io mi sono esposto al csm perche' non c'e' la facevo piu'mi sono reso conto che c'era qualcosa che non andava e sono andato al csm a chiedere aiuto essendo solo.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Scusi forse si sta riferendo al fatto che sul piano terapeutico dell'invega c'è scritto schizofrenia ?

La diagnosi che il suo psichiatra le ha comunicato è di disturbo bipolare I ? La terapia è per un disturbo bipolare I (depakin). Invega è un antipsicotico imparentato peraltro con il risperidone, per cui è adatto varie forme di psicosi. Il disturbo bipolare I è una psicosi e la schizofrenia un'altra psicosi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 147XXX

la diagnosi che mi hanno certificato e' shizzofrenia ,nel piano terapeutico mi hanno inserito invega con 4 depakin e 20 gocce di rivotrill al di,avrei bisogno che qualcuno mi rispondesse alle mie domande ,nella prima richiesta se leggete vi e' scritto tutto quello volete sapere per darmi un vostro parere su tutta la mia situazione.secondo lei posso essere affetto da schizzofrenia e in questo momento recepisco quello che scrivo essendo lucido e' questo il mio dilemma , se uno e' affetto da schizzofrenia non dovrebbe essere lucido come me in questo momento e capire la logica delle cose ,be certo quando sto male cambio completamente persona ,ma se uno e' schizzofrenico lo dovrebbe essere 24/su 24 ore.

[#3]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

senza una visita personale non è possibile effettuare alcuna diagnosi (tanto meno attraverso internet).
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

In base alla composizione della terapia si penserebbe ad un disturbo bipolare I, psicotico. E' una malattia diversa dalla schizofrenia (con una sola z), sempre psicosi.

Presumo che vi sia un equivoco. Il medico le ha detto a voce che lei era affetto da schizofrenia o questo lei lo ricava dal piano terapeutico ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 147XXX

ho paura che continuate a non capire eppure mi sembra di essere stato molto chiaro,lo pisichiatra mi ha certificato scrivendo che sono affetto da schizzofrenia in un certificato di carta con la sua firma e il suo timbro perche' secondo lui vedendo i miei comportamenti io soffro di shizzofrenia spero che stavolta sia stato chiaro,non voglio da voi che mi facciate una diagnosi ,vi chiedevo solamente se una persona che soffre di shizzofrenia sia possibile che scriva al pc e dialoghi con altre persone quando non ha crisi e sta bene,invece quando sono in crisi non mi riconosco piu' divento tutta un'altra persona irrequieto e assente dalla realta',ma la schizzofrenia progredisce secondo voi potrei essere solo agli inizi della mia malattia per poi peggiorare di brutto.

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, non è stato chiaro.

Lasciamo completamente perdere il certificato. La diagnosi che le ha comunicato a voce è schizofrenia (con una zeta sola) o no ? Lei continua a far riferimento a questo piano terapeutico, invece io le chiedevo altro.
"perche' secondo lui vedendo i miei comportamenti io soffro di shizzofrenia" Questo è un suo pensiero o l'ha detto il medico ?

La terapia che le ha dato contiene un farmaco indicato per la psicosi bipolare, questo è invece chiaro di per sé.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 147XXX

stendiamo un velo pietoso ,possibile che non mi riesco a spiegare????chiedvo solo se secondo voi una persona che soffre di schizofrenia con una z possa essere lucida e recepire quello che gli succede consapevole della malattia che ha come me in questo momento.

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Mi spiace, insiste nel non voler rispondere alle domande e ripete in maniera invariata la stessa richiesta non chiara. Non capisco cosa ci voglia a spiegarsi sinceramente.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 147XXX

be certo che non riusciamo a capirci io sono schizofrenico a volte mi piace eserlo sento l'adrenalina in tutto il corpo per l'effetto della mia testa che trasmette tensione per pensieri e paure incontrollabili in qusti momenti se uno mi rivolge la parola o mi guarda io non so come potrei reagire ,a volte lo meno senza motivo a volte piango ,altre gli sputo in faccia,a dire la verita al prossimo incontro con lo psichiatra ho una gran voglia di sputargli in faccia e' un anno che prendo medicine a go go e ancora non mi ha guarito dite che mi fa un tso se gli sputo a secco in faccia ,un bel sputacchio spiccicato in faccia al mio carnefice che gode a farmi mandare giu' farmaci tanto per passare il tempo,nessuno riuscira a capire la mia malattia solo io posso perche ci vivo assieme ,la sera arrivano i miei amici dentro di me e iniziamo a parlare e ballare a volte ci divertiamo a volte ci incazziamo dipende da quello che ci diaciamo.

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ah, d'accordo, Lei ha quindi scritto per fare discorso a vuoto pieno di luoghi comuni, non per chiedere informazioni. Non si scherza su queste cose, per rispetto alle persone che ne soffrono e alle persone che ci lavorano. Disprezzare le persone che la curano come categoria ha veramente poco senso.
E vedo che ancora non riesce a rispondere alla domanda che le ho posto, credo perché non è questo lo scopo della sua discussione.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
Utente 147XXX

ma guardi dottore nel 2009 ho avuto 3 tso per via del mio comportamento ..,mia madre e' 30 anni che e' ricoverata in una clinica psichiatrica e di certo io non sono qui per perdere tempo o farvi perdere tempo a voi ,volevo solo sapere se si guarisce dalla schizofrenia e se uno schizofrenico ragiona e ha una sua logica ,ma forse la risposta gia' la so,lei si figuri dottore che io posso volere bene ad una persona da amarla piangendo per lei e dopo 5 minuti odiarla a tal punto da volerla morta i farmaci mi addormentano la mente ma non mi guariscono,sento che la mia situazione sta' peggiorando e con l'arrivo del cambio di stagione la mia testa andra' in tilt!!!

grazie per avermi ascoltato :-) non ho nessuno a parte me stesso ,la mia malattia mi ha isolato da tutto e da tutti.

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Lei ha iniziato chiedendo lumi sulla diagnosi. Era una domanda completamente diversa che rimane in sospeso visto che si rifiuta di dare i chiarimenti richiesti.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
Utente 147XXX

mi deve scusare dott. pacini ma oltre a stare male ho una confusione in testa paurosa e gli psichiatri non mi aiutano io ho paura di loro non mi fido, ne ho gia' passati 4 e ognuno dice la sua stilando la propria disgnosi ed io intanto sono la cavia di turno,ora devo affrontarne un'altro nuovo che sembrerebbe quello definitivo che rimarra' in pianta stabile al csm, come le ho gia' detto l'ultima mia visita dallo psichiatra mi e' stata diagnostica la schizofrenia ma a me sembra una parola troppo grossa schizofrenia e mi mette tanta paura, possibile che io sofra di schizofrenia come fanno a diagnosticare una malattia cosi' brutta in me,quando io vado dallo psichiatra gli racconto i miei comportamenti e come sto durante la giornata con i vari sintomi e da li lui ha diagnosticato la schizofrenia,e mi ha prescritto la cura che sto' seguendo tutt'ora tra l'altro l'invega e' un farmaco molto costoso per il servizio sanitario pero' e' quello che mi riesce a contenere meglio essendo a rilascio prolungato sono coperto tutta la giornata.

[#14]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

In base alla sua storia e alla visita le diagnosi si possono fare in tempi anche brevi, quindi non c'è niente di strano. Quali sarebbero le 4 diagnosi ricevute, in ordine cronologico, e a che distanza di tempo ?

Lo psichiatra attuale quindi a termine della visita le ha detto quindi "lei soffre di schizofrenia" ? Chiarisca allora con il medico perché c'è il depakin che è un farmaco per il disturbo bipolare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#15] dopo  
Utente 147XXX

in 7 mesi sono cambiati 4 psichiatri diversi nel csm della mia zona ed ognuno ha dato una diagnosi differente le elenco in ornine :
1) border line grave con sconpensi psicotici
2)bipolare
3)bipolarismo maniaco drepressivo
4)shizofreia, si me lo ha detto chiaramente ,il depakin lo ha messo perche' soffro anche di epilessia
5)?????? il quinto cosa mi dira'

la prossima settimana devo vedere questo altro psichiatra spero che mi aiuti veramente io sto male, gli raccontero' tutto quello che mi succede che mi passa per la testa e mi fa stare male ,secondo lei dottore pacini lo psichiatra del csm in base a quello che gli dico se lo ritiene potrebbe farmi ricoverare anche contro il mio volere in questo periodo non mi va di ricoverarmi forzatamente io vado al csm di mia volonta proprio perche voglio evitare che mi facciano un ricovero forzato contro la mia volonta',secondo lei dott.pacini posso stare tranquillo su questa cosa che non mi ricovereranno contro la mia volonta se vado al csm.

[#16]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

le due diagnosi di escludono a vicenda, quindi o è l'una o è l'altra, d'accordo che esistono anche i disturbi schizoaffettivi che sonon un'entità discussa, ma sostanzialmente mi sembra che di 4 diagnosi 3 riportino al campo del disturbo bipolare (compresa la prima).
Uno psichiatra esperto in disturbo bipolare può darle un parere più preciso.

Sul fatto del ricovero, Lei va a curarsi. Qualora non fosse in condizioni tali da rendersi conto della situazione e corresse rischi per la sua salute o incolumità, esiste la possibilità di ricoverarla "per forza", ma questo è uno strumento non a Lei ostile o minatorio. E' ovvio che se lei chiede le cure e le fa senza che vi siano urgenze particolari non si pone il problema di trattarla obbligatoriamente.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#17] dopo  
Utente 147XXX

ieri mi ha visitato il nuovo psichiatra aumentandomi la dose giornaliera di invega da 9mg a 12mg

quindi attuale cura

12mg invega al di
15 + 15 gocce al di rivotrill ore 8 -20
2 cp al di depakin cromo 500 ore 8 ore 20

gardenale 100mg ore 20

anche questo psichiatra si e' indirizzato sulla diagnosi di schizofrenia mi ha detto che se non ho miglioramenti con l'attuale cura devo rivoverarmi presso una struttura dove lavora lui per sottopormi ad una cura specifica che si puo' fare solo in clinica con un famaco chiamato leponex(clozapina)mi ha detto che la schizofrenia va assolutamente curata con modo perche' e' una forma di malattia mentale che se non curata puo' portare alla demenza ,ma nello stesso tempo mi ha rassicurato dicendomi che oggi giorno esistono farmaci in grado di contrastare il progredire della malattia ,mi ha detto che ci sono persone che soffrono di schizofreia che curati a dovere hanno conseguito due lauree nello studio,l'importnate e' non trascurarla.

[#18]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Si è indirizzato verso una diagnosi di schizofrenia o l'ha fatta ? Da come ne parla sembra che l'abbia fatta, allora perché "si è indirizzato" come se fosse un'ipotesi iniziale da verificare ?

E sul perché lei assuma una terapia a base di farmaco anti-bipolare non si è espresso ?

Se ci tiene a chiarire al diagnosi gli ponga questo quesito.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#19] dopo  
Utente 147XXX

la cosa che mi sembra piu' assurda e' che lo psichiatra pretede che io stia bene con le cure che mi da, ma io che ci posso fare se sono cosi'e a volte sto male e me ne rendo conto che sto male mentre a volte me lo dicono gli altri che sto male lo capiscono dai discorsi che faccio mentre a me mi sembra di stare bene in quel momento, l'assistente sociale mi ha fatto prendere l'invalidita' che io non volevo ma lei mi ha detto che mi aiutera' per affrontare i miei problemi che mi porto dietro specialmente sul lavoro, in pratica mi hanno dato l'invalidita' al 100% con l'aggravamento della legge 104 ancora non so se essere felice o disperarmi per come mi hanno classificato per i miei problemi mi hanno messo il marchio ora dove vado sapranno tutti che sono matto,scusi dott.pacini se la annoio con le mie storie ma mi smeto molto disorientato sulla mia vita e su quello che devo fare,penso che la prima cosa sia stare bene ,ma nel mio caso specifico cosa significa stare bene per uno psichiatra devo nominare la parola "sto bene" e tutto torna alla normalita'.

[#20]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

l'invalidità e la 104 gliel'hanno "data" perchè evidentemente le ha chieste, sono riservate a determinate categorie di persone e quindi non ha molto senso sentirsi "marchiati".

Però continua a non essere chiaro il discorso diagnostico rispetto alla cura.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#21] dopo  
Utente 147XXX

salve dott. pacini,mi permetta di dirle che mi sto' affezzionando a lei per la sua cortesia nel rispondermi,oggi sono andato di nuovo dal psichiatra e' la seconda volta che mi vede e sinceramente mi mette una certa agitazione nel spiegarmi le cose,ho capito che lui si sente responsabile per la mia persona e per quello che posso combinare in giro premetto che non do modo di avere tutte queste preoccupazioni non do fastidio a nessuno me ne sto nel mio mondo senza infastidire nessuno ci mancherebbe non mi piace essere catalogato con questo marchio,lo psichiatra continua a dirmi che se arrivera' qualche segnalazione al csm lui sara' costretto a ricoverarmi con la forza,alle sue affermazioni io gli ho risposto che prima di corrermi
dietro per ricoverarmi voglio sapere nome e cognome di chi ha chimato e il motivo ,che cavolo in questi termini se uno ti vuole fare unoi scherzo basta che chiama inventandosi qualsiasi cosa e a me mi rinchiudono non mi sembra una cosa giusta questa ,dovranno prima verificare se la situazione e' realmente attendibile,in questo periodo non sento la necessita di ricoverarmi perche lo devo fare a tutti i costi contro la mia voglia e volonta'non mi piace questo sistema di mettermi alle strette con il ricovero,come potrei fare per stare tranquillo in questa situazione mi sento perseguitato da chi invece dovrebbe aiutarmi a stare meglio....cosa mi consiglia dott. pacini io vivo solo e mi spaventa pure il fatto di non poter provare con testimoni che io non faccio del male a nessuno ma vivo solamente la mia vita .

[#22]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

i servizi psichiatrici non sono pensati per intromettersi nella vita delle persone a fini non medici. La possibilità di avere personale che opera a fini medici in condizioni nelle quali invece noi non siamo in grado di prender decisioni è una possibilità che non dovrebbe tanto allarmarla quanto darle una garanzia per situazioni estreme. Esistono malattie in cui a tratti non si è più in grado di prendere le decisioni corrette per i sintomi che si lamentano, agendo anzi in maniera opposta.

Ma al di là di questo sia per legge che per tendenza umana, si tende a cercare sempre soluzioni alternative.

Conclusioni: non starei a preoccuparmi di qualcosa che comunque andrebbe nel suo interesse e per preservare il suo stato mentale o la sua incolumità. Farei piuttosto luce migliore su cosa è la sua malattia, come evolve, quale è la cura con gli effetti collaterali minori o meglio tollerabili per Lei. Dopo di che, c'è la vita da vivere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#23] dopo  
Utente 147XXX

mi ha aperto gli occhi dott.pacini grazie mille il suo ragionamento mi rassicura,peccato che questo ragionamento non me lo abbia ffatto lo psichiatra del csm,quando avro' bisogno di un suo consiglio la ricontatterò,uno psichiatra oltre ad essere un ottimo medico deve essere anche di grandi valori umani e le persone che sono nel mio stato quando stanno male hanno un gran bisogno di essere capite sul lato umano oltre a quello clinico ,non siamo delle macchinette dove si possono sperimentare terapie e midicinali......

[#24]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Stia tranquillo che per i medicinali esiste un sistema sia prima che dopo di sorveglianza sugli effetti indesiderati e sulla pericolosità, poi ovviamente non si sa mai tutto subito, ma per ogni nuovo farmaco ci sono a monte anni di studio.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it