Utente 243XXX
salve,sono in un cura da un psichiatra,mi hanno diagnosticato il disturbo bipolare,ormai convivo con questa malattia da 7-8anni,ma mi sento sempre male,ho preso quasi di tutto,anafril,sereupin,ecc.oggi prendo 20mg di zyprexa e una compressa di 500mg di depakin,ma non sto mai bene,mi alzo sempre tardi dal letto alle 14-15,sto sempre nervoso,faccio sempre storie a casa,mi da fastidio sempre tutto,non riesco a stare in mezzo alle persone,non riesco a relazionare con nessuno,qualcuno mi potrebbe aiutare???grazie per la risposta...

[#1]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
purtroppo a distanza non è possibile fornire un aiuto concreto, se non legato alle informazioni. Se la terapia attuale lascia consistenti disagi, dovrebbe essere effettuata una rivalutazione insieme allo specialista psichiatra, tenendo conto degli aspetti ancora problematici. Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2]  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
tenendo conto che non lo si può fare a distanza o via internet, la farmacoterapia che segue potrebbe essere ottimizzata. Da quanto tempo segue la cura attuale? Oltre al Depakin (ac. valproico) e allo zyprexa (olanzapina) ha mai seguito la cura con gli altri stablizzatori di umore?
Dr. Alex Aleksey Gukov


[#3]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

saprebbe anche dirci l'ultimo valore ematico dell'acido valproico?
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#4] dopo  
Utente 243XXX

Salve,da più di un anno prendevo solo zyprexa 5 mg,ma non andavo bene,cosi è stata portata a 10 mg e gli ultimi 20 giorni la dose mi è stata aumentata a 20mg la sera e aggiungendo anche il depakin da 500 mg dopo pranzo,a me sembra che la situazione sia peggiorata,sto sempre agitato e noi mi sta mai bene niente,come mi alzo inizio per le cose più stupide,quest'ultimo periodo ho pensato anche al suicidio,in passato ho fatto uso di sereupin,anafril,cipralex per dei periodi ma la situazione non è mai migliorata o meglio solo per un breve periodo,sono stato anche in una clinica l'anno scorso e anche li mi hanno diagnosticato la stessa cosa,dandomi la stessa cura,ziprexa e depakin,il valore dell'acido valproico non lo faccio dal mese di aprile dell'anno scorso,cmq il valore era 77...grazie

saluti

[#5]  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
come la prima cosa rifarei il dosaggio della valproatemia (la concentrazione sanguigna dell'acido valproico: Depakin), il che, come accenna anche il collega, Dr Garbolino, è importante. E' un indice che può dare la stima se i livelli attuali del farmaco nell'organismo sono sufficienti per avere gli effetti desiderati ed anche se sono eccessivi e possono dare luogo agli effetti indesiderati.

In ogni modo, oggi il valore di un anno fa ormai non è attuale, ma può dare la stima della capacità del Suo organismo di metabolizzare il farmaco (ad aprile dell'anno scorso l'acido valproico è stato assunto da Lei sempre alla dose di 500 mg ? ed il valore di 77 si è ottenuto con tale dosaggio?).

Oltre al disturbo di umore, soffre di altre malattie (intendo anche "fisiche") ?
A quanto tempo fa risalgono gli ultimi controlli ematici di routine e come sono andati ?

A parte queste domande, devo notare che, nel caso nel quale si tratta del Disturbo Bipolare "classico", la terapia con l'olanzapina (Zyprexa) non è di prima scelta, a parte quando si tratta di un episodio maniacale o misto (la presenza sia di eccitazione, sia di stato depressivo), ma anche in tali casi, secondo me è discutibile che sia il cardine della terapia o che rimanga una terapia a lungo termine. Tale farmaco però può essere preferito a lungo termine quando è presente la comorbilità con alcuni altri disturbi psichici.. Questo aspetto è da chiarire con il Suo curante, il quale, magari, potrà dare le spiegazioni della scelta di tale farmaco.

Sull'acido valproico invece c'è un maggior consenso che possa essere uno stabilizzatore di umore anche di prima scelta, ma sia l'attuale dosaggio, sia i 20 giorni potrebbero essere insufficienti. Si tratta di uno stabilizzatore di umore che contiene le alterazioni di umore e va assunto solitamente a lungo termine. Se è stato introdotto in terapia durante il ricovero quasi un anno fa, perché adesso viene riaggiunto? Vuol dire che nel frattempo è stato sospeso? (allora per quale motivo è stato sospeso?).

La cura deve tenere conto anche della fase del disturbo di umore. In una fase depressiva o mista (sintomi sia di depressione, sia di eccitazione) la terapia con uno stabilizzatore rimane comunque importante, ma di per sé non ha effetti antidepressivi, e deve essere valutata anche l'eventualità di una terapia antidepressiva specifica. Per quanto riguarda gli antidepressivi che Lei ha già assunto (sereupin, anafril, cipralex), Lei scrive che la situazione migliorava solo per un breve periodo... Quanto a lungo Lei ha fatto la terapia con ciascuno di questi antidepressivi e a quali dosaggi ?

Nella Sua storia hanno avuto luogo episodi "maniacali" o "ipomaniacali" (di euforia, espansività o di maggiore attività e energia) che Le sono stati diagnosticati o che Lei stesso ricorda a posteriori ?

Dr. Alex Aleksey Gukov