Le cose non sono mai migliorate nemmeno

Salve,scrivo perchè da un paio di mesi sto vivendo non molto bene.
Ho 27 anni e premetto che e da anni che prendo ansiolitici,2 mesi fà tutto ad un tratto ho avuto la senzazione di svenire mi sono sdraiata ed e passato ma da quel momento sono sempre stata peggio la stessa sera ero a letto e ho cominciato ad avere dei pensieri sulla morte non riuscivo a mandare via certi pensieri,poi e arrivata l'attacchicardia,e le gambe nervose,mi sentivo confusa,non era il solito attacco di panico.
le cose non sono mai migliorate nemmeno con l'uso delle goccie Compendium,senso di assoluta stanchezza,gambe e braccia senza forza o rigide,insonnia di giorno e notte se mi stavo addormentando nel tormiveglia avevo come degli spami e mi svegliavo,o mi sveglio di notte all'improvvisso e non riesco più ad addormentarmi alla mattina se per caso dormivo mi svegliavo molto presto con senso di nausea e rigdità,da 2 giorni sto prendendo lo xanax prima di dormire e riesco a dormire.
Ma il mio stato d'animo e a terra,ho difficoltà nell'essere concentrata non ho voglia di fare niente,se mi metto a guardare un film mi stufo subito,non mi sento felice non riesco più a ridere,e anche sessualmente non vanno per niente bene le cose,non trovo interesse in niente,il mio pensiero tutto il giorno e quello di non guarire più.
Ho una bambina di 4 anni e sento che non gli sto dando quello che dovrei dargli,vorrei solo stare meglio.
[#1]
Dr. Alex Aleksey Gukov Psichiatra 2.8k 119 6
Gentile utente,
Lei scrive che è da anni che prende gli ansiolitici, però chi glieLa prescrive ? E' seguita da uno psichiatra ?

Dr. Alex Aleksey Gukov

[#2]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.8k 992 63
Gentile utente,

il solo trattamento con ansiolitici risulta essere un errore che può comportare anche la persistenza dei sintomi che descrive in quanto dopo qualche tempo smettono di fare effetto.

Allo stato attuale, sarebbe utile poter fare una visita psichiatrica sia per inquadrare la situazione in modo chiaro sia per avere un trattamento che possa avere un effetto terapeutico sui sintomi che lamenta.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#3]
dopo
Attivo dal 2012 al 2012
Ex utente
Grazie mille delle vostre risposte,no non sono in cura da uno psichiatra ci andrò credo a giorni.
le medicine me le hanno sempre prescritte il medico di famiglia,diciamo che ne facevo parecchio uso di ansiolitici,infatti avevo intenzione di diminuire ma cosa non era facile.Quando ho avvertito quel malessere improvisso ho pensato fossero appunto l'abuso del compendium a farmi stare male e dopo anni e anni o smesso nel giro di una settimana di prendere qualsiasi cosa,ora prendo lo xanax per dormire perchè mi era impossibile però non migliora niente.
Non sò se chiamarli attacchi di panico o cosa altro ma sto davvero male,non mi sembro più io,non ho nemmeno voglia di parlare e sto perdendo peso non ho mai fame la cosa comincia a preuccuparmi.
[#4]
Dr. Alex Aleksey Gukov Psichiatra 2.8k 119 6
Concordo che è indispensabile andare dallo psichiatra e che la sindrome d'astinenza può mimare un disturbo d'ansia. Tuttavia ci sono stati anche i motivi "antichi" della prescrizione e dell'assunzione degli ansiolitici. Sono anche questi importanti. E nell'attuale situazione non si può a priori escludere anche un disturbo di umore nella fase critica. Sarà un "nodo" di più motivi. Indispensabile la visita.

Nel frattempo non bisogna prendere decisioni da sola, e sospendere (o ridurre) le cure ansiolitiche (prescritte o/e abusate) è una decisione che Lei ha preso da sola. Se tali cure sono state prescritte comunque da un medico, sarebbe stato corretto mantenerle senza modificarle e senza tentare la sospensione autonoma, perché lo scalare di tali cure e la conseguente sindrome d'astinenza vanno affrontati con le competenze specialistiche.
[#5]
dopo
Attivo dal 2012 al 2012
Ex utente
La cura non e mai stata seguita da nessuno,il medico di base mi aveva dato le goccie per questi attacchi di panico.
Sta notte ho avuto di nuovo un attacco mi sono svegliata alla 3 e avevo la testa con senzazione che bruciasse e fischi alle orecchie,al risveglio ero molto agitata e con senso di nausea e fatica,mi chedo se ne uscirò mai sono 2 mesi d'inferno.
Volevo porli 2 domande io sono anni che prendo ansioliti in modo scorretto cioè ne ho fatto abuso,e possibile che dopo 2 mesi ancora ho queste (crisi di astinenza)??
E perchè sono incomnciate se io ne facevo uso quando arrivo 2 mesi fà questo starno attacco?