Dosaggi levosulpiride e altra curiosità

Buonasera a tutti. Le mie sono più che altro curiosità. Sto facendo una terapia di mantenimento con Paroxetina 10mg al giorno per attacchi di panico e il mio specialista tempo fa (ora mi segue solo il medico di base) mi accennava alla possibilità di prendere il Levosulpiride ma per ora non me la sento di provare.
Ho tentato di informarmi sul farmaco e gli effetti collaterali ma ho visto che in vendita ci sono solo confezioni di Levosulpiride al massimo da 100mg, che dovrebbero essere dosi indicate per la mobilità intestinale, non tanto per la depressione che, da quanto apprendo su Wikipedia, richiede dosaggi di 800-1000 mg al giorno.
Per questi dosaggi (a meno di prendere 10 compresse alla volta) esiste un farmaco e quindi un foglio illustrativo da consultare?
Un'altra curiosità che non centra nulla: in una visita psichiatrica con indicazione "colloquio informativo e di sostegno" esiste per un qualche regolamento una durata minima-massima o per assurdo la visita può durare anche 1 minuto / 2 ore?
Cordiali Saluti
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.7k 991 63
Gentile utente,

se il farmaco non è stato prescritto quale è il motivo di prendere informazioni?

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Attivo dal 2013 al 2015
Ex utente
Gentile Dottore, vorrei informarmi sia perchè me ne aveva parlato lo specialista (sono stato io a prendere tempo appunto per valutare) sia perchè la Paroxetina, pur contenendo bene i sintomi, non è ottimale per gli effetti collaterali (tanta sonnolenza durante il giorno e calo libido).
Un' altra cosa che mi interessa sapere è la durata della terapia, cioè se funziona come la Paroxetina che va presa per mesi o anni oppure si può prendere "al bisogno" per tempi brevi di 1-2 settimane.

Cordiali Saluti
[#3]
dopo
Attivo dal 2013 al 2015
Ex utente
Ho chiesto qualcosa che non va? Al di là dei farmaci che mi sono stati prescritti le mie sono domande di carattere "tecnico" di cui sono sicuro sapete la risposta. Non capisco cosa potrebbe comportare se io avessi queste informazioni: mica posso prendere questi farmaci senza ricetta, e tra l'altro se posso farne a meno sono pure più contento.
Proverò a chiedere al mio medico alla prossima occasione, volevo soltanto una risposta più qualificata.
[#4]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.7k 991 63
Il problema è che lei fa una domanda su una ipotetica prescrizione che non ha ricevuto sulla base di informazioni raccolte a caso anche sui possibili effetti collaterali che, comunque, non sono tali fino a quando non si presentano in lei ergo dopo l'assunzione del trattamento.

Questo atteggiamento è solo una sua caratteristica simil-ansiosa ritenendo erroneamente che acquisire maggiori informazioni la rende edotto sull'utilizzo di un farmaco rispetto ad un altro oppure sulla possibilità di individuare ciò che per lei potrebbe essere meglio, senza considerare che la prescrizione farmacologica è comunque fatta da un medico, preferibilmente specialista in psichiatria.
[#5]
dopo
Attivo dal 2013 al 2015
Ex utente
Ok, sarà una caratteristica ansiosa ma se ciò mi aiuta a farmi "amico" un farmaco che uno psichiatra voleva prescrivermi (e che non ha fatto per riluttanza mia)... perchè no?
Con la Paroxetina non ci sono tutti questi misteri, è tutto alla luce del sole, e mi sono informato. Tra l'altro uso un dosaggio che è la metà di quello consigliato, perchè mi trovo bene così.
Lei può almeno confermare che il dosaggio del Levosulpiride può arrivare a 800-1000mg al giorno? Lo dica almeno per quelli che potrebbero farsi un'idea sbagliata leggendo Wikipedia. Poi scusi ma io continuo a trovare curioso che per quei dosaggi non esiste un farmaco in commercio.
Alla seconda domanda che avevo posto potrebbe invece darmi una risposta?

Allergia ai farmaci: quali sono le reazioni avverse in seguito alla somministrazione di un farmaco? Tipologie di medicinali a rischio, prevenzione e diagnosi.

Leggi tutto